Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 485

Risultati da 91 a 100 DI 485

17/03/2015 15:24:00 Perdere la calma non conviene

La rabbia che fa male al cuore
Arrabbiarsi fa male al cuore. Nelle ore immediatamente successive a uno scatto di ira il rischio di infarto sale in maniera esponenziale. Lo dice uno studio pubblicato su Circulation da un team del Royal North Shore Hospital di Sidney, secondo cui arrabbiarsi fa salire di oltre 8 volte le probabilità di una crisi cardiaca rispetto alla norma. Meglio evitare anche le crisi di ansia, che aumentano di 9 volte il rischio di infarto.
Francesco Prati, presidente della Fondazione centro lotta ... (Continua)

11/03/2015 16:03:38 La tachicardia ventricolare da stress risponde bene alla terapia genica

La terapia genica cura il cuore matto
Un team di ricercatori della Fondazione Maugeri di Pavia propone la terapia genica per risolvere i problemi derivanti dalla tachicardia ventricolare da stress (Cpvt). Gli scienziati hanno realizzato uno studio grazie ai finanziamenti di Telethon che ha ottenuto buoni risultati su modello murino.
Silvia Priori, cardiologa dell'Università di Pavia, spiega al Corriere della Sera: “la Cpvt nella sua forma più grave, in cui entrambe le copie del gene per la proteina calsequestrina sono mutate, si ... (Continua)

09/03/2015 09:21:39 Primo trapianto di un pacemaker quadripolare con Stimolazione MultiPoint
Un pacemaker innovativo per lo scompenso cardiaco
Per la prima volta in Europa è stato impiantato un pacemaker quadripolare di nuovissima generazione con tecnologia di Stimolazione MultiPoint. È successo presso la Clinica Montevergine di Mercogliano, in provincia di Avellino.
Quadra Allure MP, questo il nome del dispositivo prodotto dalla multinazionale St. Jude Medical, è il primo pacemaker quadripolare per la terapia di resincronizzazione cardiaca nei pazienti scompensati con opzione di Stimolazione MultiPoint, una tecnologia che si è ... (Continua)
06/03/2015 11:45:42 Per i pazienti ricoverati a causa di insufficienza cardiaca scompensata
Una proteina rivela il rischio di danno renale acuto
Grazie a una proteina contenuta nelle urine i medici possono capire quali pazienti affetti da insufficienza cardiaca rischiano più di altri un danno renale acuto. Lo dice una ricerca pubblicata sul Journal of American Society of Nephrology da un team della Southern Medical University di Guangzhou, in Cina.
Il coordinatore Xiaobing Wang spiega: “nei pazienti con questo tipo di insufficienza cardiaca, l'incidenza di danno renale acuto va dal 25 al 51%, e la coesistenza di disfunzione cardiaca ... (Continua)
04/03/2015 10:34:55 Nei soggetti con ipertensione sistolica isolata
L'escursione pressoria favorisce le malattie cardiovascolari
Gli sbalzi pressori alimentano il rischio cardiovascolare a causa dell'effetto negativo di una bassa pressione diastolica. È quanto stabilito da uno studio pubblicato su Hypertension, secondo cui nei soggetti colpiti da ipertensione sistolica isolata e pregresse malattie cardiovascolari, il rischio di eventi acuti successivi aumenta in presenza di una pressione diastolica inferiore a 70 mm/Hg.
Il principale autore dello studio, Stanley Franklin dell'Heart Disease Prevention Program presso ... (Continua)
23/02/2015 16:47:00 Il binge drinking aumenta il pericolo di aritmie

L'alcol fa male al cuore dei giovani
Bere troppo alcol espone i ragazzi a un rischio aumentato di aritmie cardiache. L'allarme è lanciato dai cardiologi riuniti in un meeting internazionale sulla fibrillazione atriale e sull'infarto che ha avuto luogo a Bologna.
Il rischio di aritmia aumenterebbe fino a 8 volte con l'abuso di vino, cocktail e superalcolici. Secondo i medici “molti incidenti del sabato sera sarebbero causati proprio dagli effetti cardiaci del troppo alcol, perché le aritmie possono provocare svenimenti ... (Continua)

16/02/2015 11:46:00 Il problema principale è rappresentato dallo stress

Recuperare dopo un infarto è più difficile per le donne
Dopo un infarto recuperare è possibile, ma certamente difficile. Se si è donne ancora di più. A confermarlo è una ricerca dell'Università di Yale pubblicata su Circulation, secondo cui lo stress che le donne giovani e di mezza età subiscono nella vita quotidiana le porta ad affrontare il decorso post-infarto in maniera più difficoltosa.
La prof.ssa Xiao Xu, che ha coordinato lo studio, spiega: “le donne sono sottoposte a maggiori stress per i diversi ruoli che svolgono in famiglia e sul ... (Continua)

12/02/2015 15:20:36 Arruolamento dei primi pazienti per lo studio clinico Vanguard
La neurostimolazione per lo scompenso cardiaco
Sono stati arruolati i primi pazienti nell'ambito dello studio clinico Vanguard, che intende verificare l'efficacia del sistema di neurostimolazione EquiliaTM nei pazienti affetti da scompenso cardiaco.
Il sistema – prodotto da Sorin - ha lo scopo di trattare lo scompenso cardiaco tramite la stimolazione del nervo vago. È stato dimostrato che lo scompenso cardiaco si associa a uno squilibrio del sistema nervoso autonomo che controlla l’attività cardiaca. Questo squilibrio – una riduzione ... (Continua)
12/02/2015 12:28:00 Una parte limitata proviene da fonti alimentari

Colesterolo, le uova non fanno più paura
Cancellare le uova dalla propria dieta non migliorerà la situazione se avete problemi di colesterolo alto. Un articolo appena apparso sul Washington Post, infatti, rivela che un pool di esperti americani sta per pubblicare nuove linee guida sul colesterolo nelle quali assolvono le uova.
La bozza è stata messa a punto dalla Dietary Guidelines Advisory Committee e verrà ora esaminata per l'approvazione finale dagli esperti del Dipartimento della Sanità e da quello dell'Agricoltura.
Seppur ... (Continua)

11/02/2015 16:23:00 Livelli ormonali riportati nella norma grazie alla pennichella

Un riposino di 30 minuti fa recuperare da una notte insonne
Bastano 30 minuti di sonno durante il giorno per recuperare una notte insonne, almeno a livello ormonale. Lo sostengono alcuni scienziati della Sorbona di Parigi che hanno realizzato un piccolo studio pilota su 11 uomini sani fra i 25 e i 32 anni.
Dai test è emerso che la nottata in bianco ha l'effetto di alterare alcuni livelli ormonali dell'organismo, che tornano tuttavia alla normalità grazie a un pisolino pomeridiano.
Nel corso della prima notte dell'esperimento i soggetti hanno ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale