Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 161 a 170 DI 1020

03/06/2015 14:34:00 Il ruolo della sostanza bianca cerebrale

Un marker precoce per scoprire l'Alzheimer
La degenerazione della sostanza bianca cerebrale potrebbe rappresentare un marker precoce per la malattia di Alzheimer. Lo suggeriscono i risultati di uno studio italiano finanziato dal Ministero della Salute, firmato da un gruppo di ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, una delle 18 strutture d’eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato e appena pubblicato su Radiology.
“L’Alzheimer – spiega Federica Agosta, ricercatrice presso l’Unità di Neuroimaging Quantitativo ... (Continua)

29/05/2015 12:13:00 Il ruolo essenziale degli acidi grassi

I grassi fanno bene al cervello
Una ricerca inglese svela che i grassi non fanno poi tanto male al cervello, anzi in alcuni casi sono necessari. Gli scienziati dell'Università di Exeter, in collaborazione coi colleghi dell'Università di Singapore, hanno evidenziato il ruolo fondamentale degli acidi grassi per il corretto sviluppo e funzionamento del cervello.
Il team, che ha pubblicato i risultati su Nature Genetics, stava analizzando l'origine di una strana malattia che colpisce una famiglia del Pakistan. La maggior parte ... (Continua)

29/05/2015 11:52:00 Scoperta italiana sull'azione della sinapsina III
Il ruolo di un gene nella schizofrenia
Un team di ricerca italiano ha messo in luce le alterazioni che colpiscono uno dei geni chiave per lo sviluppo del cervello, la sinapsina III. Il lavoro, coordinato da Fabio Benfenati e Laura Cancedda, ha evidenziato la possibile influenza di tali modificazioni nei difetti a carico della corteccia cerebrale.
Nei neuroni in cui la sinapsina III non è presente si manifestano difetti di migrazione e orientamento, oltre a modificazioni morfologiche che potrebbero costituire la base dell'alterata ... (Continua)
28/05/2015 14:43:00 Ruolo chiave di un gene mutato

Quando la dislessia è dovuta ai geni
Un marcatore genetico per aiutare la diagnosi precoce della dislessia. Un recente studio condotto da Guido Marco Cicchini dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) di Pisa e Maria Concetta Morrone dell’Università di Pisa ha rivelato un’associazione tra un particolare tipo di dislessia causata dall’alterazione di un gene, il DCDC2, e un disturbo specifico della visione.
“Ad oggi la dislessia è diagnosticata solo quando si evidenzia un ritardo ... (Continua)

28/05/2015 09:32:00 Lo stato di ipossia non ha pregiudicato le facoltà cognitive

Ragazzo sopravvive sott'acqua per 42 minuti
È rimasto sott'acqua per 42 minuti, tanto che ormai lo davano per annegato. È successo a Michael, un ragazzo di 15 anni che il 24 aprile scorso aveva deciso di fare un bagno nel Naviglio con degli amici.
Mentre i suoi amici riemergono uno ad uno dalle acque torbide del fiume, Michael ci rimane invischiato. Nessuno riesce a trovarlo, alla fine devono intervenire i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, che lo tirano su e lo portano sull'eliambulanza. Ma intanto sono passati 42 minuti, un tempo ... (Continua)

25/05/2015 17:49:00 Unica puntura lombare per risolvere l'emicrania cronica

La Ccsvi del mal di testa
È stata scoperta una nuova condizione clinica che favorisce l'insorgere dell'emicrania cronica. Dal Journal of Neurology che ha appena pubblicato i risultati preliminari ottenuti da Roberto De Simone e Vincenzo Bonavita dell’Università Federico II di Napoli, infatti, fa la sua comparsa al Congresso di Stresa una condizione che per alcuni aspetti ricorda la CCSVI, la nota Insufficienza Venosa Cerebrospinale Cronica di cui fin troppo si è parlato nella sclerosi multipla.
Questo studio, che ... (Continua)

25/05/2015 16:02:00 La testimonianza del famoso neurochirurgo Giulio Maira

Alcol e droghe fra i giovani, una campagna per ridurne l'uso
Ioamolavita. È questo il nome scelto per la campagna di sensibilizzazione nei confronti di alcol e droghe rivolta ai più giovani. L'iniziativa, organizzata dalla Fondazione Atena Onlus, vede il patrocinio della regione Lazio.
Il prof. Giulio Maira, celebre neurochirurgo e presidente della onlus, spiega: “il protratto uso di alcol e droghe produce devastazioni simili a quelli dell’Alzheimer. A causa della droga sono in aumento anche i casi di ictus sotto i 40 anni. Noi contiamo 200 casi di ... (Continua)

21/05/2015 09:38:00 Struttura cerebrale modificata dall'uso dei nuovi strumenti

Il multitasking ci cambia il cervello
I nuovi strumenti tecnologici che usiamo per la comunicazione e per il tempo libero avrebbero un effetto maggiore di quanto pensiamo sul nostro cervello. Secondo una ricerca realizzata da Microsoft in Canada l'uso simultaneo ed eccessivo di smartphone e tablet avrebbe l'effetto di abbassare la nostra soglia di attenzione ad appena 8 secondi, uno in meno rispetto al valore fatto segnare dai pesci rossi.
La sperimentazione ha coinvolto 2mila intervistati e 112 volontari che si sono sottoposti ... (Continua)

20/05/2015 14:16:00 Le bevande alcoliche influenzano anche il Dna paterno

Niente alcol anche per i futuri papà
Alimentazione sana, attività fisica e soprattutto niente fumo ed alcol. Sono le regole basilari che le aspiranti mamme dovrebbero seguire prima di programmare una gravidanza.
Per l’alcol oggi c’è una novità che riguarda gli uomini: anche le abitudini alcoliche dei padri prima del concepimento possono infatti incidere sull’esito della gravidanza e sulla salute del feto e del bambino.
La notizia arriva dall’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale delle ... (Continua)

12/05/2015 16:03:00 Individuato nei giovani obesi l'accumulo della proteina-spia

L'obesità e il rischio Alzheimer già da adolescenti
Nuovo fattore di rischio per i bambini obesi. Non solo diabete, steatosi epatica, danni alla retina e cardiopatie: da grandi potrebbero sviluppare anche un deficit cognitivo progressivo fino ad arrivare alla demenza senile o all'Alzheimer.
Lo rivela uno studio condotto dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. I ricercatori hanno scoperto negli adolescenti obesi livelli elevati di una proteina, la beta 42 amiloide, coinvolta proprio nel ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale