Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 261 a 270 DI 1020

13/09/2014 12:53:31 Nuove procedure possono aiutare a creare farmaci migliori

La genetica del cervello per le malattie mentali
C’è un nuovo approccio possibile per la farmacologia applicata al campo psichiatrico. Nei laboratori di ricerca Novartis di Cambridge si stanno studiando procedure genetiche atte a sperimentare nuovi farmaci che abbiano come target vari disturbi mentali.
Servendosi delle cellule staminali e della loro estrema capacità di differenziazione, i ricercatori Novartis possono analizzare a livello molecolare cosa esattamente non funzioni nelle cellule cerebrali dei pazienti che soffrono di patologie ... (Continua)

13/09/2014 09:36:00 Utilizzo del Brain Computer Interface propedeutico alla chirurgia

Nuova tecnica per l’epilessia
Un decisivo passo in avanti verso interventi neurochirurgici più sicuri e con minori effetti indesiderati è stato compiuto dal Centro per la Chirurgia dell’Epilessia dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli nell’ambito del Progetto Cyber-Brain nato dalla collaborazione tra Fondazione Neuromed, Fondazione Neurone, Albany Medical Center e Iemest.
Per la prima volta in Italia è stata infatti applicata, su un paziente con epilessia, una metodica innovativa che si basa su tecnologie molto avanzate di ... (Continua)

12/09/2014 16:41:00 Diminuisce così il rischio di progressione della disabilità
Fingolimod riduce la perdita cerebrale nella sclerosi
Nuovi dati sul farmaco per la sclerosi multipla Fingolimod sono stati presentati dalla casa farmaceutica che lo ha sviluppato, Novartis, a margine del Congresso ACTRIMS-ECTRIMS in corso a Boston.
I nuovi dati dimostrano l'importanza clinica della misurazione della perdita di volume cerebrale nella sclerosi multipla: è stata infatti confermata nei pazienti con sclerosi multipla un'associazione tra il tasso di perdita di volume cerebrale e un rischio aumentato di progressione della disabilità ... (Continua)
12/09/2014 16:06:00 Un deficit può causare un disturbo cerebrale grave

Senza vitamina B1 il cervello soffre
Una carenza di vitamina B1 - detta anche tiamina - può causare danni gravi al cervello. Nello specifico, secondo uno studio del Loyola University Medical Center, il deficit della sostanza può essere alla base di un disturbo cerebrale chiamato encefalopatia di Wernicke, potenzialmente fatale.
I sintomi a carico della vittima sono allucinazioni, confusione, coma, perdita della coordinazione muscolare, problemi alla vista. In casi estremi, la condizione può condurre a danni cerebrali ... (Continua)

11/09/2014 17:37:00 Ricercatori italiani scoprono l'interruttore del bilinguismo

L'interruttore che ci fa cambiare lingua
Passare da una lingua all'altra è possibile grazie a una sorta di interruttore che abbiamo nel cervello. A scoprirlo è un gruppo di scienziati dell'Irccs Medea-Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco), che ha realizzato uno studio in collaborazione con l'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine.
La ricerca, pubblicata su Neuropsychologia, ha localizzato il "bottone" nella corteccia temporale superiore cerebrale. Se opportunamente stimolato, questo "pulsante" fa ... (Continua)

08/09/2014 11:07:44 Esperimento dimostra le potenzialità del cervello

La telepatia come utopia possibile
Ancora non è una dimostrazione inequivocabile dell'esistenza della telepatia, ma di certo un altro passo in avanti in quella direzione.
Un team di ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center guidato dal prof. Alvaro Pascual-Leone, docente di Neurologia presso l'Harvard University, ha dimostrato la capacità che due cervelli distanti migliaia di chilometri posseggono di comunicare, seppur avvalendosi di Internet come intermediario.
«Volevamo scoprire se fosse possibile la ... (Continua)

05/09/2014 10:56:00 Riduzione del volume cerebrale associata al riposo insufficiente

Chi dorme poco ha il cervello piccolo
Dormire poco è come fare terra bruciata nel nostro cervello. A dimostrarlo è uno studio pubblicato su Neurology da un team dell'Università di Oxford.
Grazie al riposo notturno, il cervello si assicura un lasso di tempo utile a ripristinare un corretto funzionamento dopo le fatiche della giornata. Se non si dorme, però, ciò non può avvenire e a lungo andare possono insorgere problemi di natura cerebrale.
Gli scienziati guidati da Claire E. Sexton hanno coinvolto 147 adulti fra i 20 e gli ... (Continua)

02/09/2014 10:58:00 MK2/3 coinvolta nei processi di insorgenza della malattia

Una proteina causa la demenza senile
Una proteina mancante potrebbe essere all'origine della demenza senile, una patologia che colpisce circa il 5 per cento dei pazienti oltre i 65 anni e il 30 per cento di quelli oltre gli 85 anni.
A riferire questo possibile meccanismo di innesco della patologia è un team dell'Università di Warwick, che ha pubblicato su Nature Communications il resoconto di un'analisi sull'argomento.
L'assenza della proteina causa cambiamenti strutturali nelle cellule del sistema nervoso, favorendo la ... (Continua)

01/09/2014 09:35:00 Coinvolto il gene ADNP

Una mutazione genetica causa autismo e ritardo
Un team di ricercatori americani ha fatto luce sul ruolo del gene ADNP nei meccanismi che favoriscono l'insorgenza dell'autismo. Lo studio, pubblicato sul Journal of Medical Genetics, è firmato da scienziati del Bradley Hospital di Rhode Island.
Il metodo utilizzato dal dott. Eric Morrow e dai suoi colleghi prevede un'analisi separata delle parti dei geni trascritte nell'RNA che codificano le proteine denominate esoni.
In una ragazza affetta da ritardo nello sviluppo, i ricercatori hanno ... (Continua)

27/08/2014 11:52:38 Nuove possibilità per le persone che non riescono a comunicare
Parlare grazie a un impianto cerebrale
Perdere l'uso della parola a causa di una paralisi o di una malattia degenerativa può avere effetti devastanti per una persona, soprattutto se il cervello si mantiene integro e funzionante.
Un filone di ricerca tenta di dare risposte convincenti a quei pazienti costretti al mutismo per queste ragioni. Lo fa attraverso l'utilizzo di impianti cerebrali costituiti da una pellicola di elettrodi che captano l'attività elettrica della superficie dell'organo e consentono ai soggetti di intavolare ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale