Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 291 a 300 DI 1020

06/06/2014 09:45:00 La mente di un 50enne malato equivale a quella di un ultra 70enne in salute

Fumo, bronchite cronica e BPCO invecchiano il cervello
Dimostrata la stretta correlazione tra malattie respiratorie croniche e deficit cognitivo in un inedito studio italiano presentato in anteprima al Respiration Day 2014.
Lo studio dal titolo “Cognition and chronic airway flow limitation”, che a breve verrà pubblicato sull’International Journal of Chronic Obstructive Pulmonary Disease, è stato condotto dal team di ricercatori guidati dal professor Roberto Dal Negro del Centro Nazionale Studi di Farmacoeconomia e Farmacoepidemiologia ... (Continua)

03/06/2014 11:45:00 Si potranno testare i farmaci per cure personalizzate

Un avatar del cancro per curarlo nella realtà
Ogni tumore è unico e irripetibile. Questo, perlomeno, è quanto suggerisce la genomica secondo Santosh Kesari, capo della divisione di Neuro-Oncologia, professore di neuroscienze all’UC San Diego Moores Cancer Center e coordinatore di uno studio pubblicato su Translational Medicine: «la genomica ci dice che i tumori sono in un certo senso come i fiocchi di neve: non ce n’è uno uguale all’altro, e quindi non ha senso dare a tutti le stesse terapie. In altre parole, c’è bisogno di un trattamento ... (Continua)

31/05/2014 10:42:06 Studio rivela differenze nelle dimensioni cerebrali

Se guardi i porno hai il cervello piccolo
Al cervello non piace il cinema a luci rosse. Una ricerca del Max Planck Institute for Human Development di Berlino suggerisce infatti che gli amanti del porno possano subire un ridimensionamento della materia grigia a disposizione in seguito a una visione regolare di questo tipo di filmati.
I ricercatori tedeschi hanno coinvolto 64 uomini fra i 21 e i 45 anni che vedevano regolarmente video porno, nella misura di 4 ore alla settimana.
I soggetti sono stati sottoposti a risonanza ... (Continua)

30/05/2014 17:00:00 Procedure inutili nei bimbi con problemi agli occhi

Le pratiche da evitare in oftalmologia pediatrica
Anche gli esperti di oftalmologia pediatrica hanno contribuito al progetto Choosing Wisely emanando una lista di cinque procedure da evitare nello svolgimento della loro professione che al contrario sono molto diffuse.
Eccole:

1) nei bambini asintomatici non prescrivere occhiali deboli da lettura. Una lieve ipermetropia è comune nei bambini, che dispongono comunque di un'elevata capacità accomodativa. Se gli occhiali sono inferiori alle due diottrie e gli occhi non si incrociano, ... (Continua)

30/05/2014 11:55:00 Previsione possibile grazie all'utilizzo della risonanza magnetica
Ictus, come prevedere l'efficacia della terapia trombolitica
Nel 95 per cento dei casi di ictus è possibile prevedere l'efficacia della terapia trombolitica endovena e in quali casi invece si avrà a che fare con un'emorragia.
A sostenerlo è uno studio della Johns Hopkins University pubblicato su Stroke. Richard Leigh, coordinatore dello studio, spiega: «la previsione è possibile usando la risonanza magnetica (MRI) per misurare eventuali danni alla barriera emato-encefalica, formazione che protegge il cervello dall’esposizione ai farmaci. Senza di ... (Continua)
29/05/2014 12:00:00 Ricerca italiana ne individua alcune

Le aree del cervello coinvolte nella dislessia acquisita
Un team di ricercatori italiani ha scoperto le aree interessate alla dislessia acquisita. Con questo termine ci si riferisce a quei disturbi nella lettura che si presentano in seguito a un danno cerebrale e che pertanto peggiorano le normali abilità di lettura di cui un tempo si poteva beneficiare.
A compiere la scoperta è un team di scienziati dell'Università di Milano-Bicocca coordinato dal neuropsicologo Claudio Luzzatti.
Lo studio ha esaminato per la prima volta i correlati ... (Continua)

26/05/2014 14:46:58 Scoperta da ricercatori italiani l'efficacia di un vecchio farmaco

Una cura per le malformazioni cerebrali cavernose (CCM)
Un team di ricercatori italiani dell'IFOM di Milano ha scoperto la causa di una gravissima malattia genetica denominata CCM, malformazioni cerebrali cavernose. La patologia è la principale causa di emorragia cerebrale nei bambini sotto i 10 anni. I ricercatori hanno scoperto che un vecchio farmaco fuori brevetto, il sulindac, è in grado di curarla.
Elisabetta Dejana, responsabile dell'Unità di Biologia vascolare dell'Istituto Firc di Oncologia Molecolare, spiega: «si tratta di una patologia ... (Continua)

24/05/2014 13:19:00 Ricerca propone un'interpretazione fisiologica del fenomeno

Pedofilia, malattia o perversione?
Il cervello dei pedofili trarrebbe in inganno i suoi proprietari, rendendo sessualmente attraenti i bambini invece degli adulti. È l'ipotesi presentata da uno studio pubblicato su Biology Letters da un team di ricercatori dell'Università di Kiel, della Humboldt University e della Copenaghen University.
Gli scienziati hanno cercato di stabilire se e quali regioni del cervello diventano più attive osservando ritratti di bambini. Nei pedofili che hanno preso parte allo studio, alcune aree ... (Continua)

23/05/2014 11:55:00 Ricerche svelano il meccanismo che provoca danni cerebrali

Ecco come la cocaina distrugge il cervello
Il cervello subisce modificazioni decisive a causa del consumo di cocaina che sfociano nella dipendenza. A spiegarlo è uno studio dell'Università di Ginevra condotto dal dott. Christian Lauscher. La ricerca, pubblicata su Nature, mostra come la cocaina alteri due percorsi neurali su modello murino.
Si tratta di modifiche che favoriscono le recidive nelle persone dipendenti. Il nucleus accumbens ha il compito di gestire i comportamenti, grazie all'analisi e all'integrazione di informazioni e ... (Continua)

20/05/2014 12:25:00 Danno miocardico più probabile con l'apnea ostruttiva

Problemi al cuore per chi soffre di apnee nel sonno
Un team di ricercatori della George Washington University ha rivelato la possibile presenza di problemi cardiaci in chi soffre di apnee ostruttive del sonno. Nello specifico, sarebbero i neuroni del tronco cerebrale a determinare un'alterazione del battito cardiaco per via dell'interruzione del normale flusso respiratorio.
La conseguenza, oltre all'aumento del battito cardiaco, è anche l'insorgenza dell'ipertensione e di eventuali eventi cardiovascolari avversi.
Nello studio, pubblicato ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale