Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 351 a 360 DI 1020

19/12/2013 14:08:15 Differenze evidenti nel genoma dei malati
Sclerosi multipla, il Dna ne custodisce il mistero
Nel patrimonio genetico delle persone affette da sclerosi multipla si trovano differenze sostanziali rispetto alla popolazione sana. A dirlo è un gruppo di ricerca coordinato dalla prof.ssa Patrizia Casaccia dell'Icahn School of Medicine di New York, che ha pubblicato su Nature Medicine i risultati di uno studio sull'argomento.
“Le differenze, che riguardano la metilazione del Dna, sono sottili ma diffuse, riproducibili e indipendenti da fattori di confondimento quali sesso ed età”, spiega ... (Continua)
18/12/2013 11:57:00 La dipendenza da fumo legata al Dna

Il tabagismo ha origini genetiche
Una mutazione genetica faciliterebbe la dipendenza da fumo. A dirlo è una ricerca dell'Institut Pasteur, del Cnrs e dell'Università Pierre et Marie Curie di Parigi. Lo studio, pubblicato su Molecular Psychiatry, si è dedicata all'analisi di un gene che produce il recettore neuronale della nicotina.
Per avvertire la sensazione di benessere tipica del consumo di qualcosa di “piacevole”, chi è portatore della mutazione ha bisogno di una dose tre volte più alta rispetto a un fumatore normale. Il ... (Continua)

17/12/2013 09:32:48 Nuove linee guida sul cuore, è polemica sulle statine

Più statine per tutti
Statine sì, statine no: il “calculator-gate”, la polemica innescata dalla pubblicazione delle nuove linee guida dell'American Heart Association e dell'American College of Cardiology è di scena anche al Congresso SIC (Società Italiana di Cardiologia).
Il nuovo calcolatore del rischio cardio e cerebrovascolare basato sui livelli di colesterolo, che secondo alcune autorevoli voci rischierebbe di raccomandare la somministrazione preventiva delle statine anche a persone prive di reali fattori di ... (Continua)

16/12/2013 14:39:07 Memoria e capacità di concentrazione ridotte a causa dei traumi cranici

I traumi mettono a rischio il cervello degli atleti
I traumi cranici sono alla base di seri disturbi cognitivi come mancanza di concentrazione e di memoria negli atleti professionisti. Lo dice uno studio della Indiana University School of Medicine di Indianapolis pubblicato su Neurology.
Lo studio si concentra su sport particolarmente duri come il football americano e l'hockey su ghiaccio, nei quali gli scontri sono parte integrante dello spettacolo.
Il coordinatore Thomas McAllister spiega: “sono necessari ... (Continua)

11/12/2013 11:38:00 Innovativo trattamento non invasivo per “tagliare” il cortocircuito elettrico
Un bisturi invisibile contro l’epilessia
Un fascio di radiazioni spesse poco più di mezzo millimetro per tagliare le fibre nervose che all’interno del cervello trasmettono le scariche elettriche causa degli attacchi epilettici e bloccare così il propagarsi della crisi.
Si tratta di un’innovativa terapia non invasiva basata sull’uso di acceleratori di particelle. Rispetto alla terapia farmacologica di questa patologia il trattamento rappresenta una valida alternativa per i pazienti su cui i farmaci non hanno effetto e che ... (Continua)
10/12/2013 19:06:12 Modificazioni del DNA consentono di tramettere ricordi ai figli
DNA e memoria
Un'interessante esperimento ha messo in evidenza che se ad un topo viene somministrata una piccola scossa elettrica ogni volta che viene esposto ad un certo odore, anche di per sé piacevole come l'acetofenone, manifesterà segni di paura anche quando sarà esposto al solo odore. La scoperta interessante consiste nel fatto che anche i figli ed i nipoti del suddetto topo manifesteranno paura quando esposti a quell'odore anche se non hanno mai avuto esperienza della scossa elettrica. L'acetofenone è ... (Continua)
05/12/2013 09:46:07 Le procedure inutili che vengono spesso consigliate

Mal di testa, 5 cose da non fare
Se ancora non è del tutto chiaro cosa fare in caso di mal di testa frequenti, di certo è noto quel che non va fatto. Lo ricorda un documento reso noto dall'American Headache Society (Ahs), che prende spunto dalla campagna “Choosing wisely” (Scegliere con saggezza) promossa dall'American Board of Internal Medicine Foundation, alla quale hanno già aderito organizzazioni facenti capo ad altre specializzazioni.
Dopo aver effettuato una revisione della letteratura scientifica disponibile, gli ... (Continua)

03/12/2013 11:38:38 Il comportamento è legato a differenti connessioni neurali del cervello

Uomini e donne, ecco perché sono diversi
Gli universi maschile e femminile sono tanto distanti da costituire la base per infinite dissertazioni sul tema. Uno studio dell'Università della Pennsylvania ha indagato su questo particolare aspetto da un punto di vista scientifico, esaminando la funzionalità cerebrale dei due sessi.
L'uomo attiva soprattutto la parte frontale e posteriore dell'emisfero in cui si trovano i centri che regolano le percezioni e le azioni coordinate, mentre nelle donne c'è un legame più attivo fra i due ... (Continua)

28/11/2013 12:21:40 L’abbassamento delle temperature ne favorisce la diffusione

Il freddo aiuta le cellule tumorali
Le cellule tumorali amano il freddo. Questa la conclusione di uno studio condotto dai ricercatori del Roswell Park Cancer Institute e pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.
Grazie alle basse temperature, infatti, le cellule tumorali riescono a svilupparsi meglio e a diffondersi con più facilità nel nostro organismo. La dott.ssa Elizabeth Repasky e il suo team hanno studiato su modello murino questo tipo di fenomeno, scoprendo che i ratti che vivono in un ... (Continua)

26/11/2013 15:42:09 Rischi di deficit cognitivo e alterazioni dello sviluppo cerebrale

Al cervello non piace il sushi
Quei bocconcini di pesce dall'aria innocua costituirebbero una minaccia per il nostro cervello, e non solo. Così perlomeno la pensano alcuni ricercatori della Rutgers University e del Robert Wood Johnson Medical School, che hanno pubblicato sulla rivista Journal of Risk Research i risultati di uno studio basato sul consumo del sushi e sulle sue conseguenze.
Il rischio principale deriva dalla presenza di alti livelli di metilmercurio nel pesce – in particolare nel tonno – utilizzato per le ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale