Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 651 a 660 DI 1020

04/03/2011 A lungo termine l'alcol protegge il cervello dall'Alzheimer

Alcol moderato riduce rischio demenze
Demenza senile e Alzheimer meno probabili se ci si dedica con moderazione all'assunzione di alcol.
Consumarne in eccesso alla lunga rallenta l'attività cerebrale e danneggia la memoria ma, stando ad uno studio pubblicato sulla rivista Age and Ageing, un consumo “light” di alcol riesce a ridurre il rischio di malattie neurodegenerative. Un gruppo di ricercatori tedeschi ha analizzato i dati relativi ad oltre 3.000 pazienti per valutare quale sia l'impatto a lungo termine del consumo di ... (Continua)

03/03/2011 In una percentuale di pazienti agisce l'enzima trascrittasi inversa

Un retrovirus all'origine della forma sporadica di Sla
Affascinante la tesi proposta da ricercatori della Johns Hopkins riguardo la forma sporadica della Sclerosi laterale amiotrofica. Secondo gli scienziati statunitensi, nei pazienti colpiti dalla forma sporadica il sangue mostra la presenza di una proteina specifica, la trascrittasi inversa, derivante da retrovirus come l'Hiv, che genera la malattia infettiva più nota al mondo, l'Aids.
Il prof. Avindra Nathm, docente di Neurologia presso la School of Medicine della Hopkins, ha tentato di ... (Continua)

03/03/2011 Sono i compiti che proponiamo a definire le regioni cerebrali

Il cervello è stimolato dalle funzioni e non dai sensi
La porzione del cervello responsabile della lettura visiva non richiede affatto la visione, secondo una nuova ricerca. Gli scienziati sono giunti a questa conclusione dopo che studi di brain imaging di non vedenti mentre leggono le parole in caratteri Braille hanno rivelato attività cerebrale proprio in quella parte del cervello che si accende quando leggono le persone vedenti.
La scoperta mette in dubbio la nozione da manuale secondo la quale il cervello è diviso in regioni specializzate ... (Continua)

01/03/2011 Il cervello richiede almeno 5 minuti per attivarsi

La mente al risveglio è lenta, è l'inerzia del sonno
Appena svegli, si usa dire “a mente fresca”, in realtà quando ci alziamo dal letto il cervello fatica a svegliarsi.
È una sensazione comune a molti quella di sentirsi “ottenebrati” aprendo gli occhi al suono della sveglia, di provare difficoltà a formulare idee e frasi di senso compiuto.
Oggi le cause di questo fenomeno sono state spiegate.
diverse aree del cervello hanno tempi diversi di ripresa.
Il merito della scoperta è di uno studio italiano, pubblicato sulla rivista ... (Continua)

25/02/2011 I siti pornografici portano all'assuefazione e il desiderio svanisce

Se l’anoressia è sessuale
Un vecchio slogan pubblicitario recitava: "Far bene l’amore fa bene all’amore" e non si trattava solo di una frase ad effetto perché il sesso è un’attività che si rinforza con la pratica. Al contrario abbandonarlo significa aver sempre maggiori difficoltà a recuperare il desiderio.
Quando il desiderio svanisce ecco che si può parlare di “anoressia sessuale” (detta anche Disturbo da Desiderio Sessuale Ipoattivo), una mancanza di appetito sessuale.
E’ un disturbo persistente e ... (Continua)

25/02/2011 Le innumerevoli applicazioni cliniche dell’agopuntura auricolare

Agopuntura auricolare, l’altra agopuntura
L’utilizzo del padiglione auricolare a fini terapeutici è descritto fin dai tempi più remoti e si ritrova nel corso dei secoli, da Ippocrate a Valsalva, da Colla a Borelli.
Inizialmente si trattava di una pratica medica empirica, spesso praticata da guaritori o da frati, finchè nella seconda metà del Novecento, un medico francese fu incuriosito dalla fama di una guaritrice, tale Madame Barrin.
Frotte di pazienti affetti da sciatalgia giungevano da tutta la Francia per incontrare la ... (Continua)

24/02/2011 Studio collega l'atto sessuale a un abbassamento dei livelli di aggressività

Fate l'amore, non fate la guerra
Lo slogan degli anni sessanta torna di moda grazie a una ricerca americana portata a termine da un gruppo di neurologi del California Institute of Technology. Stando alle conclusioni dello studio, infatti, l'atto sessuale avrebbe come effetto neurologico di “spegnere” l'aggressività del soggetto, distogliendo l'area cerebrale interessata dai fenomeni violenti. Secondo i ricercatori, quest'area, localizzata nell'ipotalamo ventromediale, ospita allo stesso tempo le cellule che sottintendono ai ... (Continua)

24/02/2011 Una gestazione difficile si ripercuote con effetti a lungo termine sul bambino

Sulla depressione influisce anche il peso alla nascita
Una nuova ricerca condotta nel Regno Unito suggerisce che le nostre dimensioni alla nascita e il peso della placenta potrebbero contenere indizi sul modo in cui la parte destra e la parte sinistra del cervello funzionano una in relazione con l'altra nel corso della vita. Questa interessante scoperta, presentata sulla rivista PLoS ONE, potrebbe aiutare a migliorare le nostre conoscenze di una serie di disturbi legati alla lateralità cerebrale.
La ricerca è stata condotta presso ... (Continua)

24/02/2011 Il centro della ricompensa cerebrale è attivata anche dalle esperienze negative

La dopamina non è solo mediatore di emozioni positive
Il sistema di ricompensa cerebrale è costituito da una rete di neuroni contenenti dopamina e noradrenalina che originano dai nuclei profondi dell'encefalo e si distribuiscono nei centri cerebrali preposti al controllo degli equilibri fisiologici (dove vengono valutati i bisogni organici), e in quelli implicati nel comportamento motivazionale.
Il sistema di ricompensa fa sì che i comportamenti risultati utili a soddisfare i bisogni organici siano gratificati e rinforzati attraverso una ... (Continua)

23/02/2011 L'AISM dà il via a uno studio su un campione di 2000 pazienti

Sclerosi multipla, studio sulla correlazione con la CCSVI
Si è parlato molto dello studio promosso da AISM e FISM sulla correlazione fra la Sclerosi multipla e la CCSVI, secondo le intuizioni del prof. Zamboni. Dopo una prima fase di collaborazione, quest'ultimo ha deciso di abbandonare il Comitato direttivo dello studio in contrasto con il protocollo stabilito.
Lo studio tuttavia andrà avanti e tenterà di dare una risposta agli interrogativi riguardanti un possibile nesso fra le due patologie. Ad analizzare i risultati sono chiamati il dott. ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale