Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 661 a 670 DI 1020

21/02/2011 Il parto anticipato influisce sui livelli del coenzima Q10

Latte meno nutriente se il parto è pretermine
Il latte materno può essere carente di nutrienti essenziali se il parto è avvenuto pretermine.
In particolare, i livelli di coenzima Q10 nel latte delle donne che hanno partorito prima della scadenza dei 9 mesi sono del 75% più bassi rispetto ai parti a termine. La scoperta è merito di un gruppo di ricercatori dell’Università di Granada e dell’ospedale universitario San Cecilio, che hanno analizzato il latte di 30 donne, la metà delle quali aveva partorito con qualche settimana di ... (Continua)

15/02/2011 Scoperta la proteina che elimina le connessioni errate fra neuroni

Il cervello impara dagli errori
Alcune delle connessioni tra neuroni che si creano durante lo sviluppo sono il frutto di errori e vanno perciò rimosse, il processo con cui infatti si struttura il cervello non è privo di sbagli.
Il Dottor Peter Scheiffele, del Biozentrum dell' Universitò di Basilea, insieme con il suo team, è stato in grado di documentare questo fenomeno utilizzando una sofisticata tecnica microscopica durante lo sviluppo cerebrale di un'area deputata al controllo del movimento.
Il gruppo di ... (Continua)

10/02/2011 A Verona la prima simulazione di un intervento realizzato con la nuova tecnica

Robocast, nuovo sistema robotico per la neurochirurgia
Un assistente per pianificare ed effettuare delicati interventi al cervello.
Da oggi c’è. Si tratta di Robocast, un sistema robotico per l’assistenza al chirurgo in grado di calcolare in pochi secondi i possibili percorsi da seguire con gli strumenti chirurgici per evitare i rischi operatori. Il robot è in grado di calcolare le migliori traiettorie di intervento che vengono sottoposte al chirurgo per la decisione finale sul trattamento.
A tre anni dall’avvio ufficiale del progetto, ... (Continua)

08/02/2011 Bassi livelli di un neuropeptide influiscono sulla tendenza alla negatività

Pessimisti si nasce, è scritto nel DNA
Il pessimismo di alcune persone è innato, non acquisito nel corso della vita.
Lo svela uno studio condotto dall'Università del Michigan e pubblicato sulla rivista Archives of General Psychiatry. I ricercatori hanno correlato la quantità di una certa sostanza chimica nel cervello con la tendenza ad avere una visione negativa della vita.
La molecola che ci fa “vedere nero” è il neuropeptide Y (NPY), anzi la sua scarsità. Infatti, quello che gli scienziati hanno dimostrato è che le ... (Continua)

04/02/2011 Messa al bando di oggetti che contengono il composto

Addio al bisfenolo, biberon più sicuri
Il 1 marzo è la data stabilita per il divieto di fabbricazione degli ormai famigerati biberon al bisfenolo A (Bpa). Lo ha deciso una direttiva della Commissione europea che vieta inoltre, a partire dal 1 giugno, "l'immissione sul mercato e l'importazione nell'Unione di materiali e oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari che non sono conformi alla presente direttiva".
La decisione è arrivata dopo anni di polemiche e ritardi e dopo che alcuni ... (Continua)

04/02/2011 Studio suggerisce un nesso fra microbi intestinali e sviluppo cerebrale

I batteri intestinali influenzano il cervello
Sembra che i batteri che vivono all'interno dell'intestino possano influenzare lo sviluppo del cervello e il comportamento delle persone adulte. Questi i risultati di una nuova ricerca finanziata dall'Unione europea e pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS).
Secondo lo studio, la colonizzazione dell'intestino da parte di alcuni microbi potrebbe favorire uno sviluppo ottimale del cervello. I risultati potrebbero migliorare inoltre le conoscenze degli ... (Continua)

26/01/2011 La stimolazione cerebrale per i casi di ipertensione resistente

Un pacemaker controlla l'ipertensione
Qualche mese fa si era parlato di un pacemaker per il controllo dell'ipertensione utilizzato dall'Ospedale Le Molinette di Torino. In questo caso lo strumento non è posizionato sul collo per controllare le arterie carotidi, ma in testa per spedire segnali al cervello.
La ricerca è a firma di Nikunj K. Patel e dei suoi colleghi del Frenchay Hospital di Bristol e verrà pubblicata su Neurology. Il pacemaker si basa sul principio della stimolazione cerebrale ... (Continua)

25/01/2011 Bastano due mesi per modificare la materia grigia

Gli effetti della meditazione sul cervello
Non fa bene solo allo spirito, ma anche al corpo. È ciò che sostengono alcuni ricercatori del Massachusetts General Hospital a proposito della meditazione, tecnica di rilassamento che stando ai risultati produrrebbe effetti verificabili sul cervello dopo 2 mesi di esercizio costante.
La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Psychiatry Research: Neuroimaging e ha coinvolto un gruppo di volontari per un periodo di 8 settimane, nel corso delle quali hanno ... (Continua)

21/01/2011 Importanti novità nell’impiego di bio-protesi che rigenerano tessuto nervoso

Lesioni midollari croniche, la cura dalla nanotecnologia
Rigenerazione di lesioni midollari croniche tramite l’impianto di bio-protesi composite nano strutturate: questo il titolo della ricerca presentata oggi in anteprima mondiale a Roma presso l’Istituto Casa Sollievo della Sofferenza-Mendel, realizzata da un team tutto italiano guidato dal Prof. Angelo Vescovi - Direttore Scientifico dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza Opera di San Pio da Pietrelcina, Direttore del Centro di Nanomedicina e Ingegneria dei Tessuti dell’Ospedale Niguarda Ca’ ... (Continua)

18/01/2011 Terapia innovativa in corso d'uso presso il Bambin Gesù

Contro l'asfissia da parto la cura che viene dal freddo
Si chiama baby-cooling ed è la terapia del freddo che salva i neonati dai danni dell’asfissia. L’ospedale pediatrico Bambino Gesù, punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca e la cura dei bambini e degli adolescenti, è il primo centro nel Lazio in grado di offrire questa terapia innovativa – di recentissima introduzione in Italia – ai neonati con problemi di ossigenazione dei tessuti ricoverati entro poche ore dalla nascita.
L’ipotermia terapeutica, che manda in pensione, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale