Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 71 a 80 DI 1020

25/01/2016 Studio italiano svela i misteri dell'emicrania con e senza aura
Il segreto del mal di testa in una foto
Un'immagine svela la natura dell'emicrania. È ciò che hanno ottenuto i ricercatori della Seconda Università di Napoli guidati da Alessandro Tessitore. Il gruppo di ricerca ha osservato le immagini del disturbo grazie alla risonanza magnetica funzionale, scoprendo le caratteristiche particolari di due forme apparentemente simili di emicrania, quella senza e quella con aura. Entrambe, infatti, si contraddistinguono per un preciso funzionamento delle aree cerebrali visive.
Gioacchino Tedeschi, ... (Continua)
21/01/2016 14:22:00 Problemi di memoria e infiammazione, ma anche un aiuto alle cellule

Zucchero e cervello, relazione pericolosa
Troppo zucchero manda in tilt le cellule cerebrali. A scoprirlo è uno studio dell'Università Cattolica di Roma, secondo cui concentrazioni elevate di zucchero impediscono alle staminali del cervello di riprodursi. Ciò si traduce in una degenerazione dei processi di apprendimento e memoria e in una riduzione di efficacia del sistema di riparazione dei danni cerebrali.
Lo studio, pubblicato su Cell Reports, dimostra che gli animali sottoposti a una dieta ipocalorica, paragonabile a un regime ... (Continua)

20/01/2016 11:06:00 Rischio di alterazioni cerebrali in seguito ad abuso

Attenzione alla codeina, genera dipendenza ed eventi avversi
La codeina, sostanza presente in molte preparazioni pediatriche per la tosse, può provocare problemi anche gravi. Sul British Medical Journal è stato descritto il caso di una ragazza di 14 anni finita in stato confusionale per il consumo eccessivo di uno sciroppo per la tosse contenente codeina.
«La codeina è un antidolorifico ampiamente prescritto, oltre a essere un ingrediente di molte preparazioni pediatriche per lenire la tosse», afferma la coautrice Edina Moylett dell'Academic ... (Continua)

18/01/2016 09:27:00 Iniziano i test negli Stati Uniti e in Italia

Sindrome di Down curata dal Prozac
La sindrome di Down potrebbe aver trovato una cura, almeno in parte. Sulla rivista Mit Technology Review è apparsa la notizia dell'avvio a breve di una sperimentazione che verificherà l'efficacia della fluoxetina, il principio attivo del famoso antidepressivo Prozac. La sperimentazione verrà effettuata su bambini fra i 5 e i 10 anni, e secondo i ricercatori la fluoxetina dovrebbe contrastare il deterioramento dei neuroni causato dalla sindrome.
Allo studio parteciperanno 21 donne incinte di ... (Continua)

15/01/2016 17:06:32 È successo in Francia, altri 5 sono stati ricoverati in gravi condizioni

Una molecola per il Parkinson manda in coma un paziente
Una molecola in sperimentazione è probabilmente costata la vita a un uomo che partecipava a uno studio clinico di fase I vicino Rennes, in Francia. Il paziente si trova ora in uno stato di morte cerebrale, come annunciato dal ministro della Salute francese, Marisol Touraine. Altri 5 volontari sono stati ricoverati a Rennes «in condizioni neurologiche particolarmente gravi», spiegano le autorità sanitarie.
Allo studio partecipavano 8 soggetti. Era stato organizzato presso un'azienda ... (Continua)

12/01/2016 14:25:00 Messa a punto da ricercatori di Taiwan
Un'app traduce il pianto dei neonati
Sfiniti dopo una notte passata in bianco alla disperata ricerca di una ragione per il pianto ininterrotto del vostro bambino? Sappiate che da oggi un'app potrebbe aiutarvi nel difficile compito del neo-genitore.
Un gruppo di ricercatori del National Taiwan University Hospital Yunlun ha creato un'app denominata Infant Cries Translator che si prefigge l'obiettivo di tradurre il pianto dei neonati, suggerendo ai genitori cosa fare per eliminare la fonte del malessere.
La risposta dell'app ... (Continua)
11/01/2016 11:53:00 Dispositivo indossabile che facilita la riabilitazione

Il guanto che aiuta a superare l'ictus
Un guanto robotico intelligente e connesso alla rete che aiuta i pazienti nel processo di riabilitazione dopo un ictus. È ciò che ha messo a punto Hoyoung Ban, un ingegnere coreano di 38 anni.
Il guanto va indossato nel corso della riabilitazione e aiuta nell'esecuzione di vari compiti, come lanciare una palla o bere un bicchiere d'acqua, gesti semplici che si trasformano in imprese improbe per molti pazienti. Il sistema denominato Rapael, verifica le abilità del paziente, l’analisi e la ... (Continua)

05/01/2016 15:57:11 Tac e risonanze magnetiche non sembrano sufficientemente affidabili

Nuovi metodi per rilevare le commozioni cerebrali
È necessario trovare nuovi metodi per l’individuazione delle commozioni cerebrali. A rivelarlo è uno studio del Walter Reed National Medical Military Center, i cui ricercatori hanno esaminato le immagini relative ai cervelli di centinaia di soldati ai quali era stata diagnosticata una leggera commozione cerebrale.
Stando alle conclusioni dello studio, anche commozioni cerebrali di lieve entità possono provocare danni a lungo termine. In oltre la metà dei soggetti i ricercatori americani ... (Continua)

28/12/2015 14:35:00 Scoperto da ricercatori americani, viene prodotto dal fegato

Un ormone ci tiene lontani dai dolci
Un ormone ci salverà dai dolci. Lo promettono i ricercatori dell'Università dell'Iowa e dell'Università del Texas, che in due diversi studi pubblicati su Cell Metabolism hanno dimostrato l'esistenza di un ormone prodotto dal fegato che serve appunto a frenare i più golosi, mantenendo sotto controllo il livello degli zuccheri e di alcol nel sangue.
L'ormone si chiama FGF21 e quando è prodotto in grandi quantità riesce a ridurre in maniera considerevole il desiderio di zucchero e alcol. ... (Continua)

18/12/2015 15:24:00 Gli ormoni peggiorano gli effetti del diabete

Estrogeni e declino cognitivo nelle anziane diabetiche
Un livello elevato di estrogeni contribuisce ad amplificare gli effetti negativi del diabete di tipo 2 sul rischio di deterioramento cognitivo nelle donne più anziane. A dirlo è uno studio pubblicato su Diabetes Care da un team del Wake Forest Medical Center diretto da Mark Espeland.
Il primo autore della ricerca spiega: «L'effetto potrebbe dipendere dal ruolo giocato dagli estrogeni, somministrati dopo la menopausa, nella soppressione delle fonti energetiche non glucosio-dipendenti a ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale