Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 931 a 940 DI 1020

18/02/2004 
Lo stress cronico da bambini influisce su sviluppo cerebrale
Fino agli anni ‘80 molti studiosi ritenevano che la struttura del cervello fosse geneticamente determinata e già completa al momento della nascita del bambino. Non si teneva in debito conto non solo del ruolo dell’esperienza sulle strutture cerebrali in via di sviluppo, ma anche del ruolo attivo del bambino sul suo stesso sviluppo cerebrale tramite l’interazione con l’ambiente (Shore, 1997).
Una serie di ricerche effettuate su animali e l’utilizzo di nuove tecniche, non invasive, per ... (Continua)
23/01/2004 

Un’area del cervello determina l’impulso sessuale
La dimensione di un’area del cervello determina l’intensità dell’impulso sessuale.
Secondo un gruppo di ricercatori dell'Università Australiana di Melbourne, guidati da David Reutens, più sono grandi le dimensioni dell'amigdala, un’area del cervello 'annidata' nella sua parte più antica, quella da cui dipendono le emozioni, più è alta la probabilità che uno stimolo sessuale porti all'eccitamento e più intenso è l'impulso sessuale.
L’amigdala è un’area del cervello da tempo ... (Continua)

14/01/2004 
Merito di un gene marcia in più dell’uomo sulle scimmie
L’uomo in fondo non è molto diverso da uno scimpanzé, ma le caratteristiche specifiche di un gene sono state determinanti nel decretare la fortuna dell'uomo rispetto agli altri primati, grazie ad una corteccia cerebrale molto più sviluppata.
Gli studiosi dell’Howard Hughes Medical Institute (HHMI), in Usa, coordinati da Bruce Lahn, dell'universita' di Chicago hanno scoperto infatti la profonda differenza nella copia umana del gene in questione rispetto al gene presente negli altri ... (Continua)
07/01/2004 
Nuova scoperta sulle cause dell’Alzheimer
Dopo la notizia di poche settimane fa che rivelava che la risonanza magnetica è in gradi di predire il morbo di Alzheimer al 90%, una nuova scoperta consente di capire di più sui meccanismi che danno origine alla malattia, tanto che si dice che sia stata trovata la tessera mancante del 'mosaico' di eventi che la scatenano. Il morbo di Alzheimer è la forma piu' comune di demenza senile ed è una forma neurodegenerativa dovuta alla eccessiva morte dei neuroni della corteccia cerebrale. I suoi ... (Continua)
22/12/2003 
Gli antiretrovirali forse causano la lipodistrofia
Secondo un'ipotesi presentata da alcuni ricercatori olandesi sull'edizione del 22 novembre di The Lancet, la lipodistrofia potrebbe essere causata dagli effetti dei farmaci antiretrovirali su specifiche regioni del cervello.
Secondo il gruppo di medici di Amsterdam e Leiden, la ridistribuzione del grasso corporeo potrebbe essere causata dagli effetti dei farmaci antiretrovirali sul sistema nervoso autonomo, la rete subcosciente di neuroni che controlla l'attività degli organi e dei ... (Continua)
28/11/2003 

L’eccesso di attenzioni della mamma verso il bambino
Nonostante i molteplici libri sulla gravidanza, manuali di puericultura, e gli studi su come essere genitori ‘quasi perfetti’ (Bettelheim) o ‘sufficientemente buoni’ (Bowlby), la psicologia della maternità è ancora poco indagata.

L’eccessiva medicalizzazione dell’evento gravidanza e più ancora il parto ha sviato l’attenzione dal vissuto psicologico della donna che si prepara a diventare madre. Un vissuto che non sempre è lineare come amiamo pensare. Anche in assenza di una patologia ... (Continua)

27/11/2003 

Parodontite grave può aumentare il rischio di infarto
Avere dei problemi ai denti può minare lo stato di salute del nostro organismo.
La parodontite è un’insidiosa malattia delle gengive da tenere sott'occhio.
L’insufficiente igiene orale, la dentura in cattivo stato e in particolare le gengive inflammate sono fattori di rischio che possono favorire l’insorgere di malattie coronariche ( infarto del miocardio), il colpo apoplettico (infarto cerebrale) e i parti prematuri con peso inferiore alla norma. E questo il risultato dell’analisi ... (Continua)

26/11/2003 
Risonanza magnetica predice Alzheimer al 90%
Il morbo di Alzheimer è un processo degenerativo che, in modo lento e progressivo, provoca un declino progressivo e globale delle funzioni intellettive in quanto distrugge le cellule cerebrali di chi n’è colpito.
Da un po’ di tempo si sta ipotizzando l’uso della risonanza magnetica per la diagnosi del morbo di Alzheimer in quanto con tale strumento essa potrebbe essere effettuata decenni prima che si presentino i sintomi clinici.
La risonanza magnetica è in grado di visualizzare ... (Continua)
21/11/2003 
Farmaci innovativi per la cura dell’anoressia
Un gruppo di ricercatori camerti sta compiendo importanti passi in avanti nella cura della malattia.
Il trattamento farmacologico dell’anoressia è l’oggetto dell’interessante scoperta effettuata dal gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Maurizio Massi e del dott. Roberto Ciccocioppo del Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Medicina Sperimentale dell'Universita' di Camerino. Una piccola area del cervello denominata "bed nucleo della stria terminale" potrebbe avere un ruolo di ... (Continua)
20/11/2003 

Cos'è il diabete: i fattori di rischio e le regole d'oro
Il diabete (meglio definito come diabete mellito) è la più comune tra le malattie metaboliche ed è caratterizzata da una condizione di iperglicemia, in altre parole un aumento del glucosio nel sangue. In pratica, ci si ammala di diabete quando il corpo non è più capace di utilizzare lo zucchero presente nel sangue (glucosio) e lo accumula alzando la glicemia. In Italia una persona su tre sopra i 40 anni è a rischio diabete.

Diabete mellito di tipo 1
E’ caratterizzato ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale