Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1020

Risultati da 941 a 950 DI 1020

13/11/2003 

Il cervello di uomini e donne quando si innamorano
Il cervello di uomini e donne reagisce diversamente di fronte all’innamoramento. E’ stato scoperto che quando ci si innamora, nel cervello si attivano le aree dell’energia e dell’euforia, ma mentre per l’uomo si attivano le zone del cervello legate al desiderio sessuale, il cervello femminile dà una risposta più romantica.
A rivelarlo è uno studio della Rutgers University di New Brunswick (New Jersey) durante il quale è stato utilizzato lo scanner cerebrale. E’ stato sottoposto a ... (Continua)

06/11/2003 

Rischiosi mercurio e metalli pesanti usati in odontoiatria
Mercurio e metalli pesanti. Perché un rischio il loro uso in Odontoiatria. Da tutto il mondo, ad Abano Terme, rispondendo all’invito dell'AIOB per discutere di un problema sempre più importante e cioè il mercurio e i metalli pesanti in Odontoiatria.

Perché è allarme mercurio quando il dentista pratica un’otturazione in amalgama?
La domanda è per il dottor Raimondo Pische, presidente dell’Accademia Internazionale di Odontoiatria Biologica.
L’allarme può derivare ... (Continua)

31/10/2003 
Chi ha mal di testa 'non batte ciglio'
Curiosa scoperta di un gruppo di ricercatori greci, secondo i quali chi ha uno sguardo troppo fisso, e non ’batte ciglio’, potrebbe significare che è semplicemente predisposto ad avere dei mal di testa. Gli studiosi hanno infatti scoperto che nei soggetti più inclini all’emicrania risulta alterata la chiusura rapida e momentanea delle palpebre, denominata in termini medici ’ammiccamento’. Secondo i ricercatori diretti dal dottor Theodoros Avramidis - come si legge sul sito Internet degli ... (Continua)
10/10/2003 

I musicisti hanno parti del cervello più sviluppate
Suonare uno strumento musicale aumenta il volume di alcune aree del cervello, in particolare quelle addette alla percezione acustica, oltre che di altre utilizzate per il controllo dei movimenti. Il fatto che questi 'ispessimenti' non si riscontrino nelle altre persone e che siano ancora più evidenti nei musicisti professionisti, non vuol dire che musicisti si nasce, ma come si suol dire “è la pratica che sviluppa l'organo”, in questo caso non l'orecchio (per fortuna) ma il cervello. Uno ... (Continua)

18/09/2003 
Il trattamento della leucemia mieloide cronica con Gliveec
La leucemia mieloide cronica colpisce 16 persone ogni milione all'anno nel mondo.E' una malattia mieloproliferativa, cioè una malattia che colpisce le cellule del midollo emopoietico da cui derivano i globuli bianchi, i globuli rossi e le piastrine. Alla base della malattia è un evento genetico che porta alla formazione del cromosoma Philadelphia (Ph), osservabile con metodiche adeguate nelle cellule midollari in pressoché tutti pazienti. Il cromosoma Ph è responsabile della malattia in quanto ... (Continua)
03/09/2003 
Scoperta la spia della demenza senile
Sarà forse possibile diagnosticare in maniera precoce la demenza senile per prevenire alcune delle complicazioni e in futuro il disturbo stesso, cioè disabilita' fisica e cerebrale negli anziani 'over-65'. Questo grazie alla scoperta del legame tra alcune alterazioni della sostanza bianca del cervello e i primi 'vuoti di memoria', i disturbi dell'equilibrio, del rallentamento dei movimenti e della depressione, tipici dell'invecchiamento fatta grazie ad uno studio europeo, coordinato dai ... (Continua)
04/08/2003 

Lo stress può spingere verso la tossicodipendenza
Esiste un legame a livello neurologico tra la situazione mentale di stress e il bisogno di cercare sollievo nell'alcol o nella droga. Il legame trova la causa dall'esistenza di una “memoria cellulare” che ricorda la sensazione positiva che l'organismo ha associato in occasioni precedenti al ricorso a sostanze che causano stordimento.
Si tratta dunque di un meccanismo neurologico che spinge chi è, o si sente, sotto stress a ricorrere a sostanze che creano tossicodipendenza o a continuare a ... (Continua)

31/07/2003 
E' femminile l'ormone che mantiene giovane il cervello
Un ormone difende le cellule nervose dagli attacchi di malattie degenerative come l'Alzheimer e la sclerosi multipla.
Si chiama 17b-estradiolo e si tratta di una sorta di elisir di giovinezza per il nostro cervello, ed è stato scoperto da uno studio italiano finanziato da Telethon.
La ricerca, pubblicata sulla rivista dell'Accademia americana delle Scienze, PNAS, apre la via alla possibilità di ottenere nuove generazioni di farmaci salva-neuroni utilizzando lo stesso meccanismo ... (Continua)
04/07/2003 
Negli ipertesi legame tra danni al cuore e ictus
Negli ipertesi esiste un legame tra danni cardiaci e danni cerebrali asintomatici. Per chi soffre infatti di ipertrofia ventricolare sinistra, il più grave tra i fattori di rischio cardiovascolare, è meglio stare attenti anche all'ictus.
L'ipertrofia ventricolare sinistra, infatti, e', in questi pazienti, anche un affidabile 'segnale' di un danno al cervello 'silente' che potrebbe trasformarsi, in futuro, in ictus. E' il risultato di uno studio italiano, pubblicato su 'Stroke', e ... (Continua)
29/05/2003 

Allattamento al seno batte danni da fumo in gravidanza
L'allattamento al seno annulla i danni al cervello provocati ai bambini dal fumo delle mamme nel corso della gravidanza. A sostenerlo, sulle pagine del Journal of Epidemiology and Community Health, sono i ricercatori dell'ospedale universitario di Groninga, in Olanda. Studiando 570 bimbi nati tra il 1975 e il 1978 da madri con il vizio, i ricercatori hanno verificato le prove scolastiche di matematica, linguaggio e lettura, una volta raggiunti i nove anni d'eta'. ''Solo i bambini le cui ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale