Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 75

Risultati da 21 a 30 DI 75

09/10/2014 14:21:40 Le aspettative di vita aumentano e l’età adulta porta nuove sfide

Fibrosi cistica, sempre più pazienti diventano madri
Cristina ha 36 anni, un bimbo di 5 e la fibrosi cistica. Nonostante la rara patologia lei non ha rinunciato alla maternità: ha sentito il desiderio, ne ha parlato con il proprio medico del Centro di riferimento per la fibrosi cistica del Policlinico Umberto I di Roma, e ha capito che poteva tentare.
“Non sono mai stata un'incosciente – racconta - Non volevo mettere a rischio la mia vita, ma le analisi dicevano che la condizione di partenza era buona. Ho fatto anche delle terapie preventive, ... (Continua)

29/05/2014 11:15:00 La tecnica mostra maggiore efficacia rispetto alle graffette

Meglio la sutura in caso di cesareo
Graffette metalliche o sutura? È la domanda che molti ginecologi e molte donne si pongono quando è il momento di affrontare un parto cesareo. Un team di studio del Lankenau Medical Center di Wynnewood, in Pennsylvania, ha realizzato un trial prospettico, randomizzato e controllato in base al quale la scelta della sutura emerge come quella da prediligere perché comporta meno rischi di complicazioni nella gestione della ferita.
Il team diretto da A. Dhanya Mackeen ha esaminato 746 donne ... (Continua)

28/05/2014 11:18:16 Studio segnala i possibili problemi di coagulazione nel feto

Dabigatran rischioso in gravidanza
L'anticoagulante dabigatran potrebbe costituire un serio rischio per le donne in attesa di un bambino. A dirlo è uno studio pubblicato su Obstetrics & Gynecology da un team dell'Università di Toronto guidato da Priya Bapat.
L'uso del farmaco potrebbe creare problemi al feto superando la barriera placentare e condizionandone la capacità di coagulazione del sangue. I medici canadesi hanno realizzato un esperimento di perfusione su sei placente ottenute da altrettante gravidanze a termine con ... (Continua)

08/04/2014 14:48:00 Il rischio è più basso con il parto naturale

Più allergie per i nati da cesareo
Il parto con taglio cesareo aumenta l'incidenza di allergie infantili. A confermarlo è la relazione presentata dal prof. Vito Leonardo Miniello nel corso del XVI Congresso Nazionale della Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (SIAIP).
La relazione svolta dal prof. Miniello prende in considerazione le recenti evidenze della letteratura scientifica internazionale relative al rischio elevato di sviluppare malattie allergiche riscontrato in bambini nati da parto ... (Continua)

25/02/2014 10:40:44 Alla campagna Choosing Wisely aderiscono anche i ginecologi

Le 5 pratiche da evitare in ginecologia
L'iniziativa Choosing Wisely ideata per ridurre le pratiche mediche troppo costose e inutili coinvolge anche i ginecologi dell'American College of Obstetricians and Gynecologists (Acog), che hanno stilato una lista di 5 pratiche diagnostico-terapeutiche da evitare.

1)Evitare la pianificazione delle induzioni al travaglio o dei parti cesarei senza l'esistenza di un'indicazione medica precisa prima della 39esima settimana di gestazione. Diverse ricerche dimostrano infatti che il parto ... (Continua)

17/02/2014 12:26:00 Nei tre mesi successivi il rischio è maggiore

Trombosi e gravidanza, nesso pericoloso
Il rischio di trombosi nelle donne che hanno partorito è molto alto nelle 12 settimane che seguono il parto. Lo studio è stato presentato nel corso dell'International Stroke Conference che si è tenuta di recente a San Diego.
La ricerca, condotta dagli scienziati del Weill Cornell Medical College di New York, ha analizzato i dati riguardanti quasi 1 milione e 700mila donne ricoverate in travaglio a termine in un ospedale della California fra il 2005 e il 2010.
Del campione, 1015 donne ... (Continua)

14/02/2014 09:40:19 Nate quattro gemelle alla 34esima settimana
Un parto da record
Al Papa Giovanni XXIII di Bergamo sono nate quattro gemelline: Giulia, Elisa, Giorgia e Giada hanno visto la luce fra le 9,32 e le 9,34, con un peso che varia fra un chilo e 670 grammi e i due chili.
Si tratta di un parto eccezionale, vista l’incidenza di gravidanze quadrigemine naturali, una su 730mila parti. Le piccole stanno bene e sono state fatte nascere con parto cesareo alla 34° settimana di gravidanza, altra circostanza non comune considerando che questo tipo di gravidanze non ... (Continua)
08/02/2014 Non ci sono però effetti negativi sulla salute del bambino

L’epidurale allunga il travaglio
Per molte donne è una benedizione, per altre uno strumento da evitare perché modifica l’esperienza naturale del parto. Parliamo dell’anestesia epidurale, che ormai da diversi anni fa parte del processo di ospedalizzazione delle donne in travaglio.
È opinione diffusa il fatto che l’epidurale allunghi la durata del travaglio. Ora una ricerca dell’Università della California di San Francisco ha determinato in due ore la misura di questo allungamento, grazie a uno studio coordinato dalla ... (Continua)

27/01/2014 10:14:11 Pro e contro secondo diverse ricerche

Il parto in casa è rischioso?
Per secoli le donne non hanno avuto scelta, dovevano partorire in casa, se una casa c'era. In età moderna il parto in casa è ormai relegato nella categoria delle scelte eccentriche e da molti è visto come un rischio inutile.
A dar manforte a questa visione è uno studio pubblicato sul Journal of Medical Ethics da ricercatori della Oxford University e dell'Università di Melbourne. Secondo lo studio la scelta di partorire in casa è certamente legittima, ma è presa il più delle volte senza avere ... (Continua)

23/01/2014 16:13:09 Assumerli in gravidanza aumenta il rischio di ipertensione polmonare persistente

Polmoni dei neonati a rischio con gli antidepressivi
Le donne incinte dovrebbero astenersi dall'assumere antidepressivi in gravidanza, anche nella fase finale. Stando ai dati di uno studio pubblicato sul British Medical Journal, infatti, i nati da mamme che assumevano antidepressivi Ssri, ovvero gli inibitori della ricaptazione della serotonina, mostravano un rischio maggiore di ipertensione polmonare persistente rispetto alla media.
Sophie Grigoriadis, direttore del Women’s Mood and Anxiety Clinic al Sunnybrook Health Sciences Centre di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale