Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 75

Risultati da 41 a 50 DI 75

04/04/2012 Si sono allungati i tempi del parto negli ultimi 50 anni

Il travaglio della vita moderna
Se la vita diventa sempre più difficile, lo specchio di quello che ci aspetta non può che essere rappresentato dalla difficoltà che abbiamo a nascere, e a far nascere. E non si tratta soltanto di problemi di concepimento, sempre più comuni, ma del parto in sé, che negli ultimi 50 anni ha costretto le donne a un travaglio più lungo in media di due ore.
A rivelarcelo è una ricerca americana dei prestigiosi National Institutes of Health, che ha messo a confronto i dati raccolti negli anni ... (Continua)

20/03/2012 14:36:10 Un test di 10 domande chiarisce cosa fare a proposito

Il padre può assistere al parto?
Papà in sala parto, si o no? Bisogna fare attenzione: la presenza del padre durante il parto potrebbe essere un rischio, per la salute del neonato e per la stabilità del nucleo familiare. «A volte il marito può portare in sala parto ansie e problematiche che dovrebbero essere estranee ad un momento così delicato, in cui c’è in gioco una vita fragilissima – sottolinea il prof. Riccardo Ingallina - E le conseguenze più gravi possono ricadere sul neonato, ma anche sulla mamma, in termini fisici e ... (Continua)

24/02/2012 13:19:56 Le gravidanze a rischio possono essere un fattore predisponente

Depressione post-parto più frequenti nelle donne over 40
Ha suscitato clamore nelle scorse settimane la nascita di un bambino di 7 chili, nella provincia cinese di Henan. ieri un’altra notizia: a Weihai, nella provincia di Shadong, è nato un bambino di 6 chili e 100 grammi. Il medico responsabile del parto ha dichiarato di non aver mai visto un neonato così grande e che, ciò nonostante, non ci sono stati problemi durante il parto.
«La notizia suscita sorpresa anche per noi specialisti rileva il Prof.Riccardo Ingallina, direttore del reparto di ... (Continua)

19/12/2011 11:52:03 Il rilassamento e la gestione del dolore

L’ipnosi durante il parto
L'ipnosi potrebbe rivelarsi la soluzione più semplice e meno invasiva nel limitare i dolori dovuti al parto. A sostenerlo è un gruppo di medici della britannica Central Lancashire University. Negli ospedali delle città di Blackburn e Burnley, i ricercatori inglesi, finanziati dal sistema sanitario britannico, insegneranno alle donne in attesa tecniche di auto-ipnosi da attuare al momento del parto. I ricercatori daranno lezioni sui modi più indicati per autoindurre uno stato di rilassatezza e ... (Continua)

13/06/2011 L'animale è dotato di geni umani

Una mucca transgenica che fa latte umano
Un surrogato del latte della mamma. È l'incredibile risultato che arriva dall'Argentina, dove i ricercatori del National Institute of AgroBusiness Technology hanno annunciato di aver clonato un cucciolo di mucca dotato di geni umani, grazie alla collaborazione con l'Università nazionale di San Martin.
Una volta raggiunta l'età adulta, la mucca produrrà latte umano. La notizia è stata rivelata al pubblico dal ricercatore Adrian Mutto e si affianca a quella proveniente dall'altra parte del ... (Continua)

16/02/2011 Il farmaco è sicuro anche durante la gravidanza

Sclerosi Multipla e terapia con interferone
Sembra che l'esposizione a Interferone, fino a quattro settimane dal concepimento, sia sicura.
È quanto emerge dal lavoro del gruppo di studio Sclerosi Multipla della Società italiana di Neurologia (Sin), coordinato dalla professoressa M.P. Amato, neurologa al dipartimento di Neurologia dell'Università di Firenze, che ha condotto una ricerca proprio per valutare l'andamento della gravidanza e le conseguenze per il feto dell'esposizione a Interferone, valutando anche il rischio di aborto ... (Continua)

01/09/2010 10:19:14 Un nuovo test predice la necessità o meno del parto cesareo

Quando il cesareo diventa indispensabile
Soluzione di cui a volte si abusa, il taglio cesareo si rivela in realtà necessario solo in determinati casi. Ad aiutare medici e mamme a capire quando è il momento di utilizzare la tecnica arriva un test ideato da un gruppo di ricercatori svedesi, che hanno annunciato la loro scoperta in un'intervista alla BBC.
Gli scienziati svedesi hanno utilizzato come parametro fondamentale il livello di acido lattico presente all'interno del liquido amniotico della partoriente. In coincidenza con un ... (Continua)

01/09/2010 Solo una piccola percentuale di ospedali garantisce l'analgesia epidurale

Parto, i vantaggi dell'epidurale
Nel nostro paese, partorire limitando i dolori è molto difficile. L'analgesia epidurale, infatti, che consente alla donna di vivere in piena normalità il travaglio, ma cancella i dolori del parto è garantita soltanto dal 16 per cento delle strutture ospedaliere pubbliche e convenzionate, a fronte del 90 per cento di richieste fra le partorienti.
A dispetto del ritardo nella sua applicazione, l'Italia si trova in realtà all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, come ricorda il prof. ... (Continua)

15/05/2009 

La depressione post-partum colpisce donne e uomini
La depressione post-parto normalmente colpisce le donne, ma ora si scopre che può riguardare anche gli uomini. Lo sostiene uno studio del Dr.Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di neuroscienze dell'ospedale Fatebenefratelli di Milano, che ha arruolato 120 neopapà italiani, con un'età media di 35 anni, un lavoro stabile e un grado di istruzione medio-alto.
I risultati dell'indagine hanno evidenziato, usando scale di valutazione scientificamente approvate, che il 5% del campione è ... (Continua)

03/12/2008 17:33:44 
Maggiore rischio d'asma per i bimbi nati col cesareo
I bambini venuti alla luce col parto cesareo sembrano avere una probabilità di soffrire d'asma entro i primi otto anni di vita dell'80% superiore a quella di chi è nato naturalmente.
Ad affermarlo è una ricerca olandese, coordinata dalla dott.ssa Caroline Roduit e pubblicata sulla rivista “Thorax”.
Il rischio asma è ancora più alto per quei neonati il cui padre o la cui madre è un soggetto allergico.
Lo studio scientifico olandese, svolto in collaborazione con l'ospedale pediatrico ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale