Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 20

Risultati da 1 a 10 DI 20

12/05/2016 16:48:00 Un piano per abbattere le infezioni

Citomegalovirus in gravidanza
Il Citomegalovirus colpisce duramente circa 800 bambini italiani ogni anno. Le piccole vittime subiscono gravi disabilità permanenti. Ciò potrebbe essere evitato grazie a uno screening prima e durante la gravidanza.
L'Amcli - Associazione microbiologi clinici italiani - intende sensibilizzare l'opinione pubblica e le autorità sanitarie sulla necessità di un'attività preventiva nei riguardi dell'infezione.
Maria Paola Landini, direttore di Microbiologia al Policlinico universitario S. ... (Continua)

11/02/2016 17:20:00 Associazione evidente fra le infezioni croniche e il declino cognitivo

Le infezioni virali stimolano l'invecchiamento cerebrale
L'invecchiamento cerebrale negli anziani può essere rallentato grazie alla prevenzione delle infezioni virali come l'herpes o il citomegalovirus. A sostenerlo è uno studio pubblicato su Alzheimer’s Disease and Associated Disorders da un team della University of Pittsburgh School of Medicine.
Il coordinatore della ricerca Vishwajit Nimgaonkar ha scoperto un'associazione fra le infezioni croniche da herpes genitale, citomegalovirus e toxoplasma, e il declino cognitivo nell'anziano.
Per ... (Continua)

24/11/2015 15:49:00 Modificherebbe l'attività dei geni preposti alla nostra difesa

La solitudine indebolisce il sistema immunitario
Fa' di te stesso un'isola. Mai suggerimento letterario fu più pericoloso. Secondo uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, la solitudine avrebbe come effetto di indebolire il sistema immunitario attraverso un'alterazione dei geni che dovrebbero difenderci dalle aggressioni esterne.
Gli esperti dell'Università di Chicago guidati dal prof. John Cacioppo hanno osservato l'attività dei leucociti, cellule immunitarie che in condizioni di solitudine mostrano ... (Continua)

12/08/2015 Scoperto un modo per prevenire il citomegalovirus

Sconfitto il citomegalovirus
Finalmente le mamme non devono più temere il citomegalovirus perchè i ricercatori dell'ospedale Sant'Anna di Torino e dalla Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia hanno scoperto come prevenire nelle donne incinte l'infezione del virus. Gli scienziati hanno dimostrato che una donna incinta bene informata sulle norme igieniche è in grado di evitare l’infezione durante la gravidanza e, quindi, di non infettare il suo bambino; dopo aver identificato, all’inizio della gestazione, le donne ... (Continua)

12/06/2014 10:25:00 La gestione delle linfoadenopatie in età pediatrica

Nuove linee guida per i linfonodi ingrossati nei bambini
Il tessuto linfatico è rappresentato nel bambino in modo più rilevante che nell’adulto. Fisiologicamente, infatti, il tessuto linfoide aumenta progressivamente dalla nascita fino a raggiungere un picco intorno agli 8-11 anni con successiva involuzione dalla pubertà in poi.
Le linfoadenopatie, cioè le alterazioni dei linfonodi per dimensione, numero e consistenza, nella maggior parte dei casi hanno origine infettiva e si risolvono spontaneamente nel giro di 4-6 settimane. L’origine può ... (Continua)

13/09/2013 Funziona sulle scimmie un vaccino americano

Il vaccino che eradica l’Hiv
Chissà che non sia finalmente la volta buona. Un gruppo di ricerca della Oregon Health and Science University ha annunciato di esser riuscito ad eradicare il virus Siv (l’equivalente per le scimmie dell’Hiv umano) da 16 macachi rhesus infetti.
Lo studio, pubblicato su Nature, si è concentrato su una forma estremamente aggressiva del virus denominata SIVmac239, più letale dell’Hiv di 100 volte. “Abbiamo usato criteri molto rigidi per fare questa sperimentazione. Alla fine nel corpo delle ... (Continua)

20/06/2013 11:23:27 Possibile associazione fra l'infezione e la comparsa del declino cognitivo

Il citomegalovirus favorisce l'Alzheimer
Un virus potrebbe favorire la comparsa del morbo di Alzheimer. Lo dice una ricerca del Rush University Alzheimer's Disease Center di Chicago, che ha proposto un'associazione fra il citomegalovirus (CMV) e l'insorgenza della patologia neurologica.
I ricercatori, che hanno pubblicato il lavoro su The Journal of Infectious Diseases, hanno scoperto che nei pazienti in cui erano presenti risposte immunitarie volte a combattere il CMV spesso si manifestavano anche i segni della malattia di ... (Continua)

27/03/2013 Nesso fra il virus dell'herpes e deficit di memoria e capacità logiche

L'herpes e i problemi cognitivi
Il virus che provoca l'herpes labiale potrebbe causare anche problemi cognitivi. A dirlo è una ricerca del Columbia University Medical Center di New York pubblicata su Neurology. Secondo i risultati dello studio, le persone con alti livelli di infezione nel sangue, dovuti all'esposizione negli anni a vari patogeni quali l'herpes simplex, mostrano una maggiore suscettibilità ai problemi cognitivi rispetto a quei soggetti che hanno valori nella norma.
Il nesso trovato dai ricercatori era ... (Continua)

24/01/2011 Ricerca apre però la via per nuovi tipi di vaccini infantili

Un virus causa la perdita di udito nei neonati
La sordità infantile potrebbe essere causata da un virus contratto dalla madre durante la gravidanza. È quanto afferma uno studio pubblicato sugli Archivi di Otolaringologia, secondo cui la perdita di udito che colpisce una certa percentuale di neonati ogni anno sarebbe associata alla presenza del citomegalovirus (Cmv), un virus di cui la madre potrebbe essere portatrice sana inconsapevole.
Ciononostante, una ricerca belga sottolinea anche la capacità dei feti di auto-proteggersi fin dal ... (Continua)

14/10/2010 Raltegravir inibisce la riproduzione del virus

Herpes, un farmaco per l'Aids potrebbe sconfiggerlo
Il virus dell'herpes potrebbe essere curato con un farmaco utilizzato comunemente per l'Aids. Alla conclusione è arrivato un team di ricercatori europei che hanno scoperto le insolite proprietà del medicinale raltegravir, commercializzato con il nome di Isentress.
Sulla base di questa scoperta, si potrebbe sviluppare una nuova sostanza specifica per combattere l'intera famiglia degli herpesvirus.
Guidati dall'Istituto di ricerca in biomedicina (IRB Barcellona) in Spagna, i ricercatori ... (Continua)

  1|2

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale