Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1032

Risultati da 141 a 150 DI 1032

17/06/2015 16:16:00 Entro 3 anni dovranno sparire da ogni prodotto industriale

Gli Usa mettono al bando i grassi idrogenati
Sui grassi idrogenati la Food and Drug Administration americana ha preso una posizione radicale. Andranno eliminati dalla lista degli ingredienti per il confezionamento di qualsiasi prodotto alimentare entro 3 anni.
I grassi idrogenati vengono utilizzati in gran quantità per produrre tutta una serie di alimenti, fra cui merendine, biscotti, cornetti, patatine e via dicendo. Diverse ricerche hanno sottolineato i rischi cardiovascolari connessi con il consumo di questi ingredienti. Uno studio ... (Continua)

16/06/2015 16:06:00 Gli alimenti che lo contengono in misura maggiore

La dieta dello iodio
La giusta dose di iodio è fondamentale per il nostro organismo. Per questo è importante conoscere gli alimenti che ne contengono la percentuale maggiore. La carenza iodica è un problema che colpisce 2 miliardi di persone in tutto il mondo, e un bambino su 5 nel nostro paese è a rischio gozzo.
Roberto Gastaldi, responsabile di Endocrinologia pediatrica presso l'Istituto Giannina Gaslini di Genova, spiega: “in estate suggeriamo di aumentare il consumo di pesce fresco di mare, soprattutto se ci ... (Continua)

16/06/2015 12:10:00 Un etto al giorno previene anche il rischio di ictus

Il cioccolato sconfigge l'infarto
Amanti del cioccolato, gioite! Secondo una recente ricerca pubblicata su Heart, il cosiddetto cibo degli dei sarebbe in grado di ridurre il rischio di infarto e di ictus. I dati, tratti dal vasto studio EPIC che sta scandagliando le abitudini alimentari degli europei, sono relativi a 21mila adulti che fanno parte di un sottogruppo di volontari della cittadina britannica di Norfolk.
Per 12 anni, i ricercatori hanno monitorato i volontari. Nel corso del follow up, il 14 per cento è stato ... (Continua)

15/06/2015 09:45:00 Una scarsa idratazione si riflette negativamente sull'umore

Bere poco rende tristi
Secondo un nuovo studio scientifico, essere leggermente disidratati può aumentare il rischio di influenzare negativamente il proprio stato d’animo. E dal momento che l’estate è alle porte ecco perché è necessario ancora una volta evidenziare l’importanza di restare ben idratati. Qualche bicchiere d’acqua in più può avere un impatto più che positivo sul nostro umore.
Alcuni ricercatori dell’Università della California hanno sottoposto a studio persone che normalmente bevono 2,5 litri di acqua ... (Continua)

12/06/2015 14:50:00 15 grammi al giorno per allontanare il rischio di morte precoce

Le proprietà benefiche delle noci
Bastano 15 grammi di noci al giorno per allontare il rischio di morte precoce. Lo dice uno studio della Maastricht University pubblicato sull'International Journal of Epidemiology.
Lo studio evidenzia le proprietà benefiche delle noci – e delle arachidi – nella prevenzione di malattie respiratorie come l'asma o l'enfisema, e di malattie neurodegenerative come la demenza senile. Inoltre, le noci aiuterebbero sia uomini che donne a ridurre il rischio cardiovascolare, quello di insorgenza del ... (Continua)

12/06/2015 09:49:00 I prodotti a basso indice glicemico sembrano aiutare

Una dieta per l'autismo
L'indice glicemico degli alimenti influenza l'intensità dei sintomi associati all'autismo. Lo dice uno studio pubblicato su Molecular Psychiatry da un team di ricercatori del Salk Institute for Biological Studies.
Secondo i ricercatori americani, un regime alimentare che preveda il consumo di alimenti a basso indice glicemico potrebbe alleviare i sintomi a carico dei soggetti colpiti da autismo. L'indice glicemico misura la velocità con la quale gli alimenti aumentano i livelli di glucosio ... (Continua)

08/06/2015 12:20:00 Associazione evidenziata da team cileno

L'aflatossina aumenta il rischio di cancro alla colecisti
Una ricerca pubblicata su Jama rivela un'associazione fra l'esposizione all'aflatossina e la possibilità di insorgenza di un cancro alla colecisti. A evidenziare il nesso è un lavoro della Pontificia Universidad Catolica de Chile di Santiago, che si è concentrato appunto su questo tipo di neoplasia, una delle principali cause di morte per cancro fra le donne in Sudamerica.
La ragione sta nel fatto che le aflatossine vengono prodotte dall'Aspergillus, un fungo che si trova soprattutto nelle ... (Continua)

28/05/2015 11:42:00 Ben più importanti fumo, alcol e sovrappeso

La tecnologia ha un ruolo minore nel mal di testa giovanile
Differentemente da quanto si credeva, fra gli stili di vita capaci di favorire l’insorgenza di mal di testa nei giovani non figurano l’uso di video-games o di media digitali.
Secondo una ricerca di Roberto Sangermani e colleghi del Dipartimento di Pediatria/Neonatologia dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano presentata al congresso di Stresa, i ragazzi che continuano a chattare su internet o a scambiarsi messaggini sul telefonino non rischiano di diventare emicranici. I fattori di ... (Continua)

28/05/2015 09:50:00 Bere più di 4 tazzine è pericoloso soprattutto per le donne incinte

Troppo caffè fa male
Il caffè è una bevanda dalle mille risorse, ma berne troppo fa male, soprattutto alle donne in gravidanza. Lo dice l'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) in uno studio realizzato sulle conseguenze per la salute derivanti dall'assunzione di caffeina.
Secondo gli esperti dell'Efsa, il limite raccomandato è di 400 milligrammi. Una tazzina di espresso contiene dai 70 ai 100 milligrammi di caffeina, pertanto sarebbe bene non andare oltre le 4 tazzine giornaliere. Nel caso delle ... (Continua)

22/05/2015 11:44:00 Presto in vendita un nuovo ausilio per chi ha perso un arto

Un braccio robotico per superare l'handicap
La perdita di un arto causa un'invalidità che pregiudica la qualità di vita di chi la subisce. Oggi però la ricerca medica offre risposte fino a poco tempo fa inimmaginabili.
I ricercatori del California Institute of Technology hanno messo a punto un nuovo dispositivo che consente a chi è paralizzato di muovere gli arti con il solo ausilio del pensiero.
Il nuovo arto robotico creato dagli scienziati americani ha la particolarità degli elettrodi inseriti nell'area del cervello ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale