Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1032

Risultati da 481 a 490 DI 1032

15/03/2013 Probabilità ridotte per chi consuma le bevande

Tè verde e caffè, uno scudo contro l'ictus
Bevendo caffè e tè verde si riduce del 20-30 per cento la possibilità di insorgenza dell'ictus. A dirlo è una ricerca giapponese realizzata dal Centro nazionale per le malattie cardiovascolari e cerebrali e pubblicata sulla rivista di settore Stroke.
I ricercatori nipponici hanno portato avanti un vasto studio su un campione di oltre 83 mila soggetti, dividendoli in due gruppi a seconda del consumo di caffè o di tè verde e seguendoli per 13 anni. Al netto di altri fattori di rischio, come il ... (Continua)

15/03/2013 In caso di depressione gli effetti collaterali sono piuttosto pesanti

Gli antipsicotici non migliorano la qualità della vita
Un lieve miglioramento dei sintomi depressivi contrasta con effetti collaterali importanti che riducono la qualità di vita complessiva dei pazienti. È quanto sintetizzato da una ricerca pubblicata su PLoS Medicine riguardo gli antipsicotici, che se da una parte agiscono sui sintomi causati dalla depressione producendo miglioramenti da piccoli a moderati, dall'altra provocano spesso aumento di peso e sedazione.
Lo studio è stato effettuato da un team della Metropolitan State University di St. ... (Continua)

13/03/2013 Come chiarirsi le idee prima di iscriversi in palestra

Sport e dimagrimento, i luoghi comuni
Sport e dimagrimento, un binomio che sembra inscindibile e che tuttavia è oggetto di una serie infinita di luoghi comuni senza alcun fondamento. Sarà meglio quindi fare un po' di chiarezza prima di cominciare o ricominciare a fare attività fisica.

1) Lo sport fa dimagrire: è quello che pensano tutti! Non è vero. Certo, praticare un'attività sportiva con regolarità aiuta a scolpire il corpo e non è poco. Aiuta anche a bruciare le calorie. Ma questo consumo energetico rappresenta solo una ... (Continua)

13/03/2013 Mangiare in modo distratto e i sensi di colpa minacciano la nostra alimentazione

Serenità e buona memoria per stare a dieta
Quando si sta a dieta la componente psicologica è fondamentale. Come afferma uno studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition, ricordare cosa si è mangiato aiuta a mangiare meno al pasto successivo.
I ricercatori, provenienti da diversi centri britannici, hanno analizzato 24 studi sull'argomento che avevano coinvolto sia persone in sovrappeso che soggetti senza problemi di linea: “anche se non è chiaro quale sia l'aspetto della memoria importante, la vividezza delle immagini ... (Continua)

12/03/2013 10:17:09 In Europa un boom di casi

Inquinamento e dermatite atopica pediatrica
Sotto i 5 anni la dermatite atopica colpisce quasi un bambino su due. Le cause possono essere varie – abitudini alimentari, l’assunzione di farmaci, abitudini voluttuarie o lavorative in caso degli adulti – ma l’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) valuta che circa un terzo delle malattie infantili dalla nascita a 18 anni nella Regione Europea possa essere attribuibile all’ambiente insalubre o insicuro che tende a gravare specie sui bambini al di sotto dei 5 anni, con picchi del 43%. ... (Continua)

12/03/2013 09:44:55 Limitiamo il consumo delle carni trattate a 20 grammi al giorno

Andateci piano con gli insaccati
Attenti agli insaccati che consumate: per ogni 50 grammi di carne lavorata al giorno c’è un aumento del 18% del rischio di mortalità.
Questo è il risultato di uno studio pubblicato su Bmc Medicine e condotto con circa 450.000 partecipanti dall'Istituto di medicina sociale e preventiva dell'Università di Zurigo con la collaborazione di ricercatori provenienti da tutta Europa.
"Stimiamo che il tre per cento di tutte le morti premature possa essere attribuito all'elevato consumo di carne ... (Continua)

08/03/2013 Le modifiche al regime alimentare vanno calibrate a seconda del soggetto

Dieta su misura per il diabete di tipo 2
In caso di diabete di tipo 2 è possibile stabilire un regime alimentare ideale che aiuti il paziente a ridurre la portata della malattia? Secondo una metanalisi pubblicata sull'American Journal of Clinical Nutrition, la risposta è no, ovvero la dieta migliore va considerata caso per caso, anche assecondando i gusti e le abitudini del soggetto.
La ricerca, condotta dal prof. Olubukola Ajala del Dipartimento di Endocrinologia dell'Università di Plymouth, ha esaminato una serie di studi ... (Continua)

28/02/2013 Per la prevenzione meglio ridurre il consumo di carni rosse

Tumore gastrico, chirurgia e radioterapia efficaci insieme
Quando si parla di tumore gastrico è sempre molto difficile individuare un possibile intervento che assicuri la miglior efficacia dal punto di vista terapeutico. Secondo uno studio pubblicato su Cancer dal Moffitt Cancer Center di Tampa, in Florida, il binomio intervento chirurgico-radioterapia mostra maggiore efficacia rispetto a un singolo trattamento.
I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a un periodo che va dal 2004 al 2008, individuando più di 5 mila pazienti sottoposti a ... (Continua)

21/02/2013 Legame indissolubile fra il cibo che mangiamo e il riposo notturno

Mangiare bene per dormire meglio
Andare a letto leggeri. Mai come in questo caso il suggerimento sembra appropriato, stando ai risultati di uno studio condotto dalla Perelman School of Medicine dell'Università della Pennsylvania sulle abitudini di vita degli americani, con particolare attenzione alla dieta seguita e alla qualità del sonno.
Il segreto per un buon riposo sta innanzitutto nella varietà del regime alimentare che seguiamo. Chi tralascia di consumare il giusto apporto di proteine, vitamine e di altri nutrienti ... (Continua)

14/02/2013 Rivisto il parametro relativo all'apporto giornaliero raccomandato

Zucchero, meglio consumarne di meno
Zuccheri e peso corporeo non vanno d'accordo, si sa. Tanto che l'Organizzazione mondiale della sanità ha di recente ridotto l'apporto giornaliero raccomandato, passando dal 15 al 10 per cento. Una metanalisi si è occupata di trovare una giustificazione scientifica a questo tipo di approccio, contestato come prevedibile dall'industria alimentare.
La ricerca è stata coordinata da Lisa Te Morenga dell'Università di Otago, in Nuova Zelanda, e pubblicata sul British Medical Journal. I ricercatori ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale