Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1032

Risultati da 491 a 500 DI 1032

13/02/2013 Associazione positiva fra uso dell'integratore e rischio di autismo

L'acido folico previene l'autismo
Uno studio di ricercatori norvegesi ipotizza un'associazione positiva fra consumo di acido folico nelle prime settimane di gravidanza e rischio ridotto di autismo. Lo studio, coordinato dal dott. Pål Surén del Norwegian Institute of Public Health di Oslo, dimostra che una supplementazione di acido folico in epoca prenatale può ridurre il rischio di disturbi dello spettro autistico, oltre a ridurre quello di difetti del tubo neurale.
L'analisi si è avvalsa di un vasto campione di oltre 85 ... (Continua)

11/02/2013 Effetto protettivo garantito dal consumo dei vegetali

Frutta e verdura amiche dei reni
Che facciano bene si sa da tempo, ma che nello specifico frutta e verdura aiutino a preservare i reni da possibili malattie è oggetto di una nuova ricerca condotta da scienziati americani.
Secondo i medici del Texas A&M College of Medicine, la frutta e la verdura eserciterebbero un effetto protettivo rispetto a quelle malattie renali caratterizzate da una produzione eccessiva di acido, causata spesso da un'alimentazione squilibrata basata su proteine di origine animale e cereali.
I ... (Continua)

08/02/2013 Effetti nocivi anche sul peso

Rischio di diabete anche con le bibite senza zucchero
Uno studio francese svela l'amara verità, vale a dire che anche le bibite “light” aumentano il rischio di diabete. A dirlo sono i ricercatori dell'Inserm di Parigi, che hanno pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition il resoconto di un'analisi effettuata su 66 mila donne francesi seguite per 14 mesi e sottoposte ad esami del sangue e a un questionario sulle abitudini alimentari.
I medici hanno così potuto scoprire che le donne che bevevano bibite gassate zuccherate mostravano ... (Continua)

06/02/2013 Contaminazioni più frequenti fra i vegetali a foglia larga

Verdure come primo rischio di intossicazione
Al netto delle tante proprietà benefiche che le verdure esercitano sul nostro organismo, va segnalato il maggior rischio di intossicazione legato proprio a questa categoria di alimenti. A dirlo è una ricerca condotta dal Centro di controllo per le malattie di Atlanta pubblicata su Emerging Infectious Diseases.
Stando ai risultati dell'analisi, infatti, la prima causa di intossicazione alimentare è rappresentata dai vegetali a foglia larga come gli spinaci o l'insalata. Spiegano gli autori ... (Continua)

05/02/2013 Patologia caratterizzata da crisi ricorrenti e da forte malessere

La sindrome di Ménière
La sindrome di Ménière è un complesso di sintomi dovuto a un aumento della pressione dei fluidi dell'orecchio interno. Chi ne è affetto può andare incontro a crisi ricorrenti che si caratterizzano per un senso generale di malessere, nausea, vomito, acufeni, vertigini e fatica a mantenere la postura e l'autocontrollo.
La crisi è accompagnata inoltre da sudorazione e da nistagmi, ovvero dei movimenti a scatti incontrollati degli occhi. Le crisi sono episodiche e hanno una durata variabile dai ... (Continua)

05/02/2013 In molti casi le etichette mentono o sono evasive

Nella giungla degli alimenti senza zucchero
Se avete intenzione di acquistare alimenti senza zucchero, la vostra ricerca potrebbe rivelarsi più lunga del previsto. A dispetto della presenza di tanti prodotti che decantano la propria estraneità agli zuccheri aggiunti, in realtà le cose non stanno esattamente così.
A dirlo è un'inchiesta di Altroconsumo, che ha individuato 40 prodotti dalle etichette ingannevoli, procedendo a una denuncia presso l'Autorità garante della concorrenza e del mercato per pratiche commerciali ... (Continua)

01/02/2013 Effetto di prolungamento dell'intervallo Qt
Antidepressivi aumentano il rischio di aritmia ventricolare
Un tipo di antidepressivi può aumentare, seppur di poco, il rischio di aritmia ventricolare. A dirlo è uno studio coordinato dal dott. Victor M. Castro del Massachusetts General Hospital di Boston, che ha pubblicato gli esiti dell'analisi sul British Medical Journal.
Secondo i risultati dello studio, gli antidepressivi appartenenti alla classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Ssri) provocano un leggero prolungamento in sede di elettrocardiogramma dell'intervallo ... (Continua)
30/01/2013 Mangiare cibi con betacarotene e luteina svolge un ruolo protettivo

I carotenoidi prevengono la Sla
Per prevenire la Sla occorre mangiare cibi ricchi di betacarotene e luteina. A dirlo è uno studio apparso su Annals of Neurology, secondo cui i carotenoidi, cibi caratterizzati da una colorazione intensa data loro dagli antiossidanti sopra citati, eserciterebbero un effetto protettivo nei confronti della terribile malattia.
La patologia, nota anche come morbo di Gehrig e posta all'attenzione dell'opinione pubblica per il fatto di aver colpito calciatori e sportivi famosi, è di carattere ... (Continua)

28/01/2013 10:35:52 Migliori emozioni con frutta e verdura

Una mela per i giorni grigi
Mangiare frutta e verdura può donare maggior calma ai giovani rendendo più felice ed energica la loro vita quotidiana.
Questo è quanto concludono i ricercatori Tamlin Conner, Caroline Horwath e Bonnie Bianco del Dipartimento di Nutrizione Umana di Otago nello studio della relazione tra il consumo di cibo e le emozioni giornaliere.
Lo studio, pubblicato sul British Journal of Health Psychology è stato condotto su 281 giovani (con un'età media di 20 anni) che attraverso un diario ... (Continua)

24/01/2013 Rischio malnutrizione legato alla scarsità di risorse

La crisi pregiudica la dieta dei bambini
In tempo di crisi, i consumi calano e le scelte alimentari degli italiani si rivolgono più facilmente a cibi di scarsa qualità, gustosi, poco costosi ma ad elevata densità energetica, anche quando si tratta di bambini.
Quando le risorse economiche diminuiscono, cibi ricchi di grassi e zuccheri, snack e merendine e succhi di frutta zuccherati prendono il posto di alimenti più salutari, come cereali, pesce, frutta fresca e verdura.
A preoccupare i pediatri della Società Italiana di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale