Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1032

Risultati da 661 a 670 DI 1032

23/06/2011 Il frutto associato alla prevenzione di malattie degenerative delle ossa

Mirtilli ottimi anche per le ossa
Oltre a produrre benefici sui livelli di colesterolo e contro le infezioni urinarie, i mirtilli vengono ora associati a un migliore sviluppo osseo.
A farlo è una ricerca americana dell'Arkansas Children's Nutrition Center di Little Rock, che evidenzia il ruolo svolto dai polifenoli contenuti nei mirtilli per una crescita ossea corretta che sia in grado di prevenire temibili patologie a carico delle ossa, come l'osteoporosi ad ... (Continua)

14/06/2011 Come non rinunciare del tutto a un po' di fitness

Allenamenti mirati per diabetici
L'attività sportiva di chi soffre di diabete non è mai stata ben vista dai medici. Nonostante i riconoscimenti che attribuiscono evidenti utilità alla pratica agonistica, viene dato ancora poco spazio a un simile impegno e ciò per diverse ragioni.
Le ripercussioni metaboliche possono essere gravi qualora i soggetti afflitti da patologia non interpretino con regolare metodicità i precetti dietetici e farmacologici consigliati durante il tempo dedicato allo sport. Un diabetico ben ... (Continua)

14/06/2011 Le regole fondamentali per tenere alla larga il batterio

Rischio Escherichia coli, come evitarlo
Da qualche giorno è sulla bocca di tutti e in Germania sta diventando un vero e proprio incubo, con decine di morti e migliaia di ricoveri. Si tratta dell'Escherichia coli, un batterio che normalmente vive all’interno dell’intestino umano ove si riproduce a una temperatura di 37 gradi. Oltre a essere il responsabile di circa l’80 per cento di infezioni delle vie urinarie, è particolarmente temibile per i neonati. Infatti, proprio questo batterio (in particolare i ceppi che contengono il ... (Continua)

13/06/2011 Registrati effetti inibitori del rischio di trombosi

Alcol amico del cuore se il consumo è moderato
Consumare alcol in maniera regolare e moderata aiuta a proteggersi dal rischio di trombosi, aumenta il colesterolo buono e combatte l'ipertensione. Inoltre, secondo un recente studio firmato da due ricercatori italiani sulle pagine di The Lancet, Roberto Ferrari e Claudio Rapezzi, chi consuma vino segue una dieta in genere più equilibrata e salutare di chi preferisce la birra.
Sull'argomento del bere responsabile si sono confrontati 15 università, 6 enti di ricerca e 32 gruppi impegnati a ... (Continua)

13/06/2011 Ricerca svela l'impatto del disturbo sulla qualità di vita

La qualità di vita nei pazienti ADHD
Presentati i risultati di una ricerca sulla compromissione della qualità di vita nei pazienti affetti da ADHD. A Berlino, nel corso del “3° Congresso Internazionale ADHD – Dall’infanzia all’età adulta”, è stata presentata un'indagine condotta in 6 paesi (Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Regno Unito) che ha arruolato 2.500 persone tra adulti e bambini di genitori affetti da ADHD.
La parte italiana della ricerca è stata seguita dal Dott. Renato Donfrancesco Coordinatore del ... (Continua)

06/06/2011 Memoria dichiarativa verbale messa in crisi dal consumo di alcool

L'alcool compromette la memoria a lungo termine
Una ricerca associa il consumo di alcool a un'involuzione nella capacità di apprendere e memorizzare informazioni verbali a lungo termine. Lo studio, presentato nella rivista Alcoholism: Clinical & Experimental Research, mostra come il nostro ippocampo è particolarmente sensibile alla neurotossicità dell'alcol durante il suo sviluppo.
Gli esperti dicono che l'ippocampo è fondamentale per lo sviluppo dell'apprendimento e della memoria. Indagando sul bere compulsivo degli studenti ... (Continua)

03/06/2011 Il frutto ne abbassa i livelli agendo sul fegato

I benefici dei mirtilli per il colesterolo
Il colesterolo può essere tenuto sotto controllo grazie ai mirtilli. A dimostrarlo è una ricerca di Wallace Yokoyama, un chimico del Dipartimento dell'Agricoltura statunitense, che ne ha pubblicato gli esiti su Agricultural Research.
Grazie a una tecnica denominata RT-PCR, che analizza l'espressione dei geni in un tessuto, l'esperto è riuscito a verificare a quali geni con esattezza si associa la diminuzione del colesterolo. Commenta Yokoyama: “i risultati dell'analisi suggeriscono che ... (Continua)

27/05/2011 Ricerca svela l'esistenza di una variante più insidiosa

Arriva il colesterolo ultra-cattivo
Non bastasse il colesterolo a turbare i sogni di molti, alle prese con analisi del sangue che diventano fonte di ansia incontrollata, arriva ora la notizia di una forma ancora più pericolosa. Il solo nome è già piuttosto inquietante, Mgmin-LDL, ma sono le sue caratteristiche a preoccupare di più gli esperti.
Secondo l'équipe di ricercatori dell'Università di Warwick che lo ha scoperto, Mgmin-LDL mostra zuccheri legati più piccoli della forma tradizionale, e quindi una maggior facilità di ... (Continua)

27/05/2011 Ancora preferibile l'approccio chirurgico rispetto a radio e chemio
Tumori della laringe, soluzione chirurgica
I tumori faringo-laringei rappresentano il 10% circa di tutte le neoplasie maligne negli uomini e il 4% nelle donne. Solo in Italia ogni anno si contano circa 5.000 nuovi casi di carcinoma laringeo tra gli uomini e 500 tra le donne. E purtroppo, nonostante gli sforzi della ricerca, la soluzione definitiva non è stata ancora trovata. In Europa però la mortalità è in calo, mentre le cifre che arrivano dagli Stati Uniti sono in assoluta controtendenza. Un controsenso che ha una spiegazione per ... (Continua)
19/05/2011 Il caffè potrebbe ridurre il rischio di tumore alla prostata, afferma studio

Un caffè per allontanare il cancro alla prostata
Appassionati del caffè, gioite. Secondo una ricerca della Harvard School of Public Health, un consumo elevato di caffè riduce il rischio di sviluppare un cancro della prostata. Stando ai risultati, chi beve 6 o più tazzine di caffè al giorno vede abbassarsi del 60 per cento le possibilità di ammalarsi, mentre da 1 a 3 tazzine il rischio è comunque inferiore del 30 per cento. L'aspetto interessante è che l'effetto si manifesterebbe anche con il caffè decaffeinato, suggerendo quindi che questa ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale