Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3691

Risultati da 2441 a 2450 DI 3691

17/11/2009 10:17:47 L'ormone provoca anche effetti negativi, affermano ricercatori israeliani

Le due facce dell'ossitocina
Da ormone dell'amore, come spesso viene chiamata, a responsabile di comportamenti aggressivi. Sarebbe questa la doppia "personalità" dell'ossitocina, un ormone già noto per la sua capacità di predisporre l'individuo a sentimenti positivi quali fiducia e generosità.
Una nuova ricerca dell'Università israeliana di Haifa ha preso in esame proprio questo ormone e il suo grado di associabilità con i più diffusi comportamenti umani, scoprendone anche un lato negativo.
La ricercatrice a capo del ... (Continua)

17/11/2009 La ricerca genetica fornisce nuove risposte ai disagi di natura psichiatrica

No ad ansia e depressione disattivando un gene
Un nuovo gene è stato identificato e associato a stati depressivi, schizofrenia e disordini mentali di varia natura. Il gene, denominato PKCI/HINT1, è stato scoperto dai ricercatori dell'Università di Baltimora nello stato americano del Maryland e, una volta disattivato, indurrebbe comportamenti antidepressivi, riducendo di conseguenza i livelli di ansia presenti nell'individuo.
La ricercatrice a capo dello studio, Elisabeth Barbier, ha pubblicato il proprio studio sulla rivista BMC ... (Continua)

16/11/2009 Medici statunitensi trovano un legame fra igiene della bocca e capacità mentali

La cura dei denti fa bene al cervello
Chi avrebbe mai detto che la particolare insistenza delle mamme affinché i propri figli lavino i denti prima di andare a dormire avesse un effetto benefico sul cervello oltre che sull'igiene della bocca dei bambini?
Eppure, sembrerebbe proprio che esista una relazione fra la cura costante dei propri denti – il che comprende non solo un uso regolare dello spazzolino, ma anche visite frequenti dal dentista – e le capacità mentali di ognuno di noi. È il risultato di una ricerca americana ... (Continua)

16/11/2009 Equipe italiana indaga sulle dinamiche della corteccia cerebrale
Quando i neuroni si “rilassano”
Uno studio portato a termine da un gruppo di giovani ricercatori italiani svela una curiosa attività dei nostri neuroni, i quali tendono a una sorta di autoregolamentazione agendo in maniera simile al principio attivo della marijuana.
La corteccia cerebrale è il luogo in cui trovano spazio percezione sensoriale, inizio del movimento, memoria e altre funzioni cognitive che danno origine a comportamenti complessi. L’architettura della corteccia cerebrale consiste in sei strati in cui ... (Continua)
13/11/2009 L'osteoporosi nel mirino di nuovi farmaci
Nuove strategie per combattere le malattie demineralizzanti
Recenti acquisizioni nel campo della biologia cellulare e molecolare dell’osso hanno permesso di identificare nuovi target terapeutici per il trattamento delle malattie demineralizzanti, in particolare l’osteoporosi.
La scoperta del sistema RANK-RANKL, come regolatore essenziale della differenziazione osteoclastica, ha permesso lo sviluppo di un anticorpo umano, Denosumab, quale potente e specifico agente anti-riassorbitivo. Studi clinici di fase III dimostrano che questo nuovo approccio ... (Continua)
10/11/2009 09:50:04 Ricerca italiana scopre un legame fra cancro tiroideo e l'ambiente vulcanico

I vulcani come fattori di rischio dei tumori
Alla larga dai vulcani in attività. E non solo per non correre il pericolo di una nuova Pompei. L'allarme viene lanciato da una ricerca condotta dall'Università di Catania e dall'ospedale Garibaldi-Nesima e coordinato dalla dott.ssa Gabriella Pellegriti.
Secondo i medici siciliani, vi sarebbe una correlazione fra la vicinanza alle aree vulcaniche e la possibilità di ammalarsi di cancro alla tiroide.
Lo studio ha preso in esame un vasto campione di pazienti con diagnosi relative al ... (Continua)

10/11/2009 La proteina inibisce il desiderio di sostanze che creano dipendenza

Alcool e droghe si combattono con l'alfa-lattoalbumina
Oltre l’85% dei pazienti disintossicati dall’alcool presentano successive ricadute, anche se sottoposti a regime di ricovero e dimessi dopo la completa remissione dei sintomi di astinenza (1).
Fattore determinante delle ricadute sarebbe il ripresentarsi di fattori stressanti (2, 3). Anche l’esposizione a stimoli che sono stati regolarmente associati all’assunzione di alcool può provocare ricadute (4).
La dipendenza da alcool, come da droghe, è stata relazionata allo sviluppo di una ... (Continua)

09/11/2009 Come affrontare la SAD, depressione invernale

Contro la depressione autunnale fare il pieno di luce
Una tristezza eccessiva e una depressione crescente in autunno-inverno possono essere una vera e propria malattia. Si chiama SAD, ''Seasonal Affective Disorder'', acronimo che, paradossalmente, in inglese significa “triste”. Con l'accorciarsi delle giornate che si verifica con l'avvicinarsi dell'inverno, molte persone soffrono di un malessere dell'umore. Esperti statunitensi, che hanno studiato la patologia, consigliano, a chi ne è colpito, di trovare il modo di stare in posti dove c'è luce, ... (Continua)

03/11/2009 13:19:17 Assunti con regolarità, antiossidanti e coenzima Q10 migliorano l'epidermide

Un mix di trattamenti contro l’invecchiamento della pelle
Un recente studio scientifico confermerebbe l’utilità di una combinazione di minerali e antiossidanti per rallentare l'invecchiamento dell'epidermide.
Presenti in molti alimenti, gli antiossidanti sono fondamentali per il benessere della pelle. Fra questi ricordiamo la vitamina E, un importante antiossidante che contribuisce al mantenimento dell’integrità cellulare. In natura è presente in grandi quantità soprattutto in frutti oleosi, come le olive, le germe di grano e i semi. Lo zinco, ... (Continua)

03/11/2009 11:47:38 Essere in sovrappeso renderebbe più pericolosa l'influenza A

Il virus H1N1 e l'obesità
L'obesità potrebbe essere un fattore di rischio per i pazienti che contraggono l'H1N1. Gli ultimi casi accertati di persone che lottano per la vita in seguito all'influenza A fanno riflettere i medici su questo collegamento.
Non si conoscono ancora le cause, ma pare che l'incidenza della forma più grave del virus sia maggiore fra le persone con problemi di peso. Sono due i casi in particolare su cui riflettere: si tratta di una giovane donna di 25 anni e di un uomo di 44, entrambi di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328| 329| 330| 331| 332| 333| 334| 335| 336| 337| 338| 339| 340| 341| 342| 343| 344| 345| 346| 347| 348| 349| 350| 351| 352| 353| 354| 355| 356| 357| 358| 359| 360| 361| 362| 363| 364| 365| 366| 367| 368| 369| 370

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale