Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1135

Risultati da 201 a 210 DI 1135

13/05/2015 17:33:00 Dimostrata l’influenza del C-peptide nell’insorgenza dell’osteoporosi

Una proteina lega osteoporosi e diabete
Uno studio recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Osteoporosis International ha descritto per la prima volta al mondo, in donne non diabetiche, la correlazione tra la quantità di C-peptide presente nel sangue e la tendenza all’osteoporosi.
Lo studio, che potrebbe indicare la giusta strategia per la prevenzione della malattia, è stato coordinato dal dottor Carmine Gazzaruso, responsabile del Servizio di endocrinologia e diabetologia dell’Istituto Clinico Beato Matteo, ... (Continua)

12/05/2015 16:03:00 Individuato nei giovani obesi l'accumulo della proteina-spia

L'obesità e il rischio Alzheimer già da adolescenti
Nuovo fattore di rischio per i bambini obesi. Non solo diabete, steatosi epatica, danni alla retina e cardiopatie: da grandi potrebbero sviluppare anche un deficit cognitivo progressivo fino ad arrivare alla demenza senile o all'Alzheimer.
Lo rivela uno studio condotto dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. I ricercatori hanno scoperto negli adolescenti obesi livelli elevati di una proteina, la beta 42 amiloide, coinvolta proprio nel ... (Continua)

12/05/2015 10:00:00 Fondamentale per prevenire le malattie cardiovascolari e del metabolismo

Sindrome Metabolica, come riconoscere i fattori di rischio
Con il termine Sindrome Metabolica indichiamo una serie di alterazioni che, se presenti contemporaneamente, possono essere molto rischiose per la salute. È importante sottolineare che non si tratta di una vera e propria malattia ma piuttosto di uno stadio di pre malattia che, se trascurato, può condurre all'insorgenza di gravi patologie cardiovascolari, al diabete e ad altre disfunzioni del metabolismo. Per questo motivo riconoscere per tempo la Sindrome Metabolica significa a tutti gli effetti ... (Continua)

11/05/2015 09:33:00 Le cure rischiano di essere inefficaci se si è in sovrappeso

L’obesità può far perdere i capelli
Chili di troppo? Capelli in meno. L’equazione è più che mai attendibile e non va assolutamente sottovalutata. Il sovrappeso grave, o obesità, infatti, non è solo uno dei maggiori fattori di rischio per lo sviluppo di molte patologie croniche, quali malattie cardiache e respiratorie, diabete, ipertensione e alcune forme di cancro, ma può anche spianare la strada a malattie della pelle e provocare una importante caduta dei capelli.
A lanciare l’allarme è il Dott. Fabio Rinaldi, presidente ... (Continua)

07/05/2015 15:36:00 Sembra efficace sui bambini ad alto rischio

Insulina come forma di prevenzione per il diabete di tipo 1
I bambini ad alto rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 potrebbero beneficiare dell'assunzione preventiva di insulina orale. Lo dicono i risultati di uno studio pubblicato su Jama da un team della Technische Universität di Dresda.
Ezio Bonifacio, coordinatore dello studio, commenta: “risultati che aprono la strada a un trial di fase 3 per determinare se l'insulina orale può prevenire il diabete di tipo 1 nei bambini ad alto rischio. Il diabete di tipo 1 può essere riscontrato anche in ... (Continua)

04/05/2015 12:01:00 Ampia analisi rivela il nesso profondo tra i due fenomeni

La sedentarietà è l'anticamera del diabete
C'è un rapporto diretto e significativo tra la sedentarietà e il diabete. A confermarlo è un'ampia analisi pubblicata sul New England Journal of Medicine, il Diabetes Prevention Program (Dpp), edito per la prima volta nel 2002.
Lo studio aveva come obiettivo quello di fare chiarezza sul nesso fra le modificazioni allo stile di vita e la comparsa della malattia. La nuova versione è stata pubblicata su Diabetologia ed è firmata dalla prof.ssa Bonny Rockette-Wagner del Dipartimento di ... (Continua)

30/04/2015 17:49:00 Il pericolo aumenta soprattutto in premenopausa

Pesticidi e rischio cardiovascolare nelle donne
Anche i pesticidi aumentano il rischio cardiovascolare femminile nel periodo della premenopausa. Lo dice uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism da un team dell'Universidade de Porto.
La ricerca ha esaminato gli effetti di un'esposizione agli agenti chimici policlorurati analoghi al Dicloro-difenil-tricloroetano, meglio noto come Ddt. “Il composto è stato il primo insetticida moderno, ma è vietato in molti paesi dal 1970 a causa di possibili effetti ... (Continua)

28/04/2015 11:09:00 Il farmaco garantisce sicurezza cardiovascolare
Aloglipitin, nuova terapia per il diabete
Ulteriore conferma del profilo di sicurezza cardiovascolare per alogliptin, primo farmaco della classe dei DPP-4 inibitori ad aver dimostrato evidenze di sicurezza cardiovascolare in
pazienti con diabete di tipo 2 e recente sindrome coronarica acuta.
Lo ha annunciato la casa farmaceutica Takeda dopo la valutazione dello studio EXAMINE da parte dei membri del Endocrinologic and Metabolic Drugs Advisory Committee (EMDAC) della Food and Drug Administration (FDA).
Sulla base dei dati ... (Continua)
27/04/2015 16:05:00 La proteina p66 distrugge le cellule beta del pancreas

L'olio di palma apre le porte al diabete
Meglio evitare come la peste l'olio di palma. Uno studio italiano mostra la capacità di una delle proteine sintetizzate dall'olio – la p66 – di distruggere le cellule beta del pancreas, quelle preposte alla produzione di insulina.
Il risultato è una predisposizione al diabete, dal momento che l'insulina è un ormone essenziale per tenere sotto controllo la glicemia. A scoprire l'effetto prodotto da questo olio ormai molto diffuso nell'industria alimentare è un team di ricerca dell'Università ... (Continua)

24/04/2015 10:13:00 Rispetto agli altri ipoglicemizzanti orali come sulfaniluree e meglitinide
Diabete, per la monoterapia meglio metformina
La metformina come monoterapia per il diabete di tipo 2 si è rivelata più efficace e per più tempo rispetto ad altri farmaci ipoglicemizzanti come le sulfaniluree o meglitinide. Lo ha rivelato uno studio pubblicato su BMJ Open Diabetes Research and Care da un team dell'Università di Göteborg.
L'utilizzo di sulfaniluree e della meglitinide fa aumentare il rischio di dover passare a un altro farmaco o di dover aggiungerne uno al trattamento. Nils Ekström, coordinatore dello studio, spiega: “a ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale