Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1135

Risultati da 511 a 520 DI 1135

18/07/2013 Ricerca rivela la possibilità di sostituire la ginnastica con un farmaco

Allenarsi mangiando pillole
Parchi e piscine si svuoteranno e non faremo altro che ingurgitare pillole per stare in forma? È l'ipotesi, per alcuni versi inquietante, posta all'attenzione del pubblico da una ricerca internazionale a cui hanno partecipato l'Institut Pasteur di Lille, lo European Genomic Institute for Diabetes, che ha sede sempre nella città francese, e lo Scripps Research Insitute di Jupiter, in Florida.
Secondo i dati pubblicati su Nature Medicine, nel prossimo futuro l'uomo potrebbe beneficiare di un ... (Continua)

17/07/2013 16:18:55 Terapia personalizzata su smartphone

Un'app anche per il diabete
Ogni persona è diversa, diversa quindi dovrebbe essere la cura da seguire. È questo il principio su cui si basa il modello per la terapia personalizzata del trattamento del diabete di tipo 2 messo a punto da AMD – Associazione Medici Diabetologi.
Oggi questo algoritmo terapeutico, già fonte di ispirazione per l’analogo modello realizzato dall’IDF – International Diabetes Federation, l’organizzazione internazionale che raccoglie le società scientifiche e le associazioni di volontariato ... (Continua)

17/07/2013 Ricerca italiana svela uno dei segreti del diabete di tipo 2 nelle persone obese

Nuova scoperta su obesità e diabete
“Un’altra importante tappa nella conoscenza del rapporto tra genesi dell’obesità e insorgenza del diabete; ancora una volta un frutto della ricerca italiana”. Con queste parole Enzo Nisoli, Presidente della Società italiana dell’obesità (SIO), ha commentato la pubblicazione avvenuta la scorsa settimana sulla prestigiosa rivista Journal of Lipid Research dei risultati dell’ultimo studio del gruppo di Saverio Cinti, Direttore del Centro obesità dell’Università di Ancona.
Cinti ha scoperto il ... (Continua)

16/07/2013 13:31:38 L'abbassamento dipende dai livelli di base

L'esercizio fisico non sempre migliora la glicemia
Non è detto che fare jogging, nuotare o pedalare faccia bene al nostro livello di glicemia. In realtà, l'eventuale abbassamento dipende dal livello di partenza. Il prof. Thomas Solomon dell'Università di Copenhagen spiega: “anche se un'attività aerobica moderata può migliorare il controllo glicemico, gli individui con un’iperglicemia di base hanno maggiori probabilità di non trarre benefici dall’attività fisica”.
Sulla rivista Jama Internal Medicine, il medico continua: “l'esercizio fisico ... (Continua)

15/07/2013 16:28:30 Dieta perinatale tra i fattori di rischio per il diabete di tipo 1

Diabete, l'età migliore per dare i cibi solidi ai bambini
Nello sviluppo del diabete di tipo 1 in età neonatale un ruolo importante lo gioca la dieta alimentare a cui è sottoposto il bambino. A dirlo è una ricerca pubblicata su Jama Pediatrics da un team del Dipartimento di epidemiologia della Scuola di sanità pubblica dell'Università del Colorado.
Secondo quanto emerge dallo studio, l'età più sicura per introdurre nell'alimentazione del piccolo i cibi solidi allo scopo di prevenire il diabete di tipo 1 è fra i 4 e i 5 mesi. In quel momento, ... (Continua)

15/07/2013 Sintomi e fattori di rischio

Come evitare i calcoli biliari
La bile è un liquido prodotto dal fegato necessario per la digestione dei grassi. È composta da colesterolo, sali biliari, bilirubina e fosfolipidi ed è raccolta nella cistifellea. Quando la cistifellea si contrae, la bile si riversa nell'intestino per aiutare la digestione attraverso il coledoco.
Se il tasso di colesterolo, sali biliari e bilirubina è troppo alto, la bile può solidificarsi dando vita ai calcoli biliari.
I calcoli possono spostarsi nel coledoco impedendo il passaggio ... (Continua)

15/07/2013 Rischio più alto con il consumo delle bevande gassate

Le bibite gassate fanno venire i calcoli
Al di là dei loro effetti sulla linea, le bevande gassate minacciano di mettere in pericolo anche i nostri reni, promuovendo la formazione dei dolorosi calcoli. È quanto rivela uno studio pubblicato sul Clinical Journal of the American Society of Nephrology.
Il team di ricercatori diretto da Pietro Manuel Ferrero dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e da Gary Curhan dell'Università di Harvard ha analizzato il nesso fra consumo di alcuni tipi di bevande e l'incidenza dei calcoli ... (Continua)

05/07/2013 19:50:55 Dubbi sulla sicurezza degli incretino-mimetici
Terapia del diabete
Un’incretina è un ormone rilasciato in circolo dall’intestino in risposta all’assunzione di cibo. Questo tipo di ormoni contribuiscono a regolare le concentrazioni di zucchero (glucosio) nel sangue. Si ritiene generalmente che l’incretina più importante prodotta dall’intestino umano sia il GLP-1 (glucagon-like peptide-1). Un incretino-mimetico è un tipo di farmaco che mima l’azione dell’incretina naturale GLP-1. Un'inchiesta-denuncia pubblicata sul British Medical Journal sostiene che ... (Continua)
02/07/2013 11:32:45 La più comune delle disfunzioni sessuali maschili

Eiaculazione precoce
È la più comune delle disfunzioni sessuali maschili, essa, infatti, si manifesta con una prevalenza compresa tra il 22% e il 38% della popolazione sessualmente attiva.
A dispetto di ciò solo il 9% richiede un consulto.
È caratterizzata dal fatto che la persona non riesce ad attuare un controllo volontario cosicché eiacula prima che lo desideri.
L’assenza di controllo volontario sul riflesso eiaculatorio è spesso innescato dalla stessa strategia messa in atto dalla persona per ... (Continua)

27/06/2013 Spegnere il sistema immunitario per sconfiggere il diabete di tipo 1

Un vaccino per il diabete giovanile
Arriva un vaccino per battere il diabete, almeno quello di tipo 1. Uno studio della Stanford University School of Medicine si sta concentrando sulla realizzazione di un vaccino che agisca sul sistema immunitario allo scopo di disattivarne la reazione autoimmune alla base della patologia.
I risultati, pubblicati dal prof. Lawrence Steinman sulla rivista Science Translational Medicine, mostrano la possibile efficacia del trattamento per questo tipo di diabete insulino-dipendente che colpisce ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale