Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1135

Risultati da 531 a 540 DI 1135

30/05/2013 Raccomandazioni troppo “generose” secondo una ricerca

Il rischio degli zuccheri aggiunti
I limiti indicati dalle autorità sanitarie internazionali relativi al consumo di zuccheri aggiunti sarebbero troppo alti. A sostenerlo è una ricerca pubblicata sul British Medical Journal da Aseem Malhotra, un cardiologo del Royal Free Hospital di Londra.
Secondo il medico, le raccomandazioni sono largamente influenzate dalla pressione della lobby delle aziende alimentari e rappresenterebbero perciò un rischio per la salute delle persone. Secondo l'Organizzazione mondiale della salute, ad ... (Continua)

29/05/2013 Aggiornata la linea guida da parte dell'Istituto superiore di sanità

I trattamenti più efficaci per la psoriasi
I derivati della vitamina D e i corticosteroidi sono i trattamenti topici più efficaci per la psoriasi a placche. Efficaci e sicuri anche i farmaci biotecnologici, ma, allo stato attuale, non è possibile affermare se ve ne sia uno migliore di un altro.
Sono questi alcuni dei ‘punti fermi’ con cui è stata aggiornata la Linea guida (Lg) sul trattamento della psoriasi nell’adulto, illustrata all’Istituto superiore di sanità.
Il documento, prodotto nell’ambito del Sistema nazionale linee ... (Continua)

22/05/2013 17:19:51 CD52 sembra invertire lo sviluppo della malattia

Una proteina ferma il diabete
Un team di ricerca australiano ha effettuato un’interessante scoperta in merito al diabete e ai processi che lo innescano. È stata infatti identificata una proteina che pare avere il potenziale di fermare o invertire lo sviluppo della patologia nelle fasi iniziali, prima che le cellule preposte alla produzione di insulina vadano distrutte.
La proteina, denominata CD52, potrebbe costituire la base per nuovi trattamenti atti a curare o prevenire non solo il diabete di tipo 1, ma anche altri ... (Continua)

17/05/2013 Ma rimangono i disturbi mentali, bronchiti croniche, enfisema

La marijuana allontana il diabete
La marijuana come alleato per la lotta al diabete e ai chili di troppo? Pare proprio di sì stando ai risultati di una ricerca americana pubblicata sull'American Journal of Medicine. Gli scienziati dell'Università del Nebraska, dell'Harvard School of Public Health e del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston hanno verificato che i fumatori abituali di marijuana ingurgitano 600 calorie giornaliere in più rispetto alla media, un dato che tuttavia non li pone a rischio sovrappeso proprio ... (Continua)

16/05/2013 Riduzione modesta ma statisticamente significativa del rischio di cancro

Multivitaminici e cancro, il rischio si riduce
Sono oltre 14.000 i medici americani, di età superiore ai 50 anni, che hanno partecipato volontariamente al Physicians’ Health Study II (PHS II), primo e unico trial clinico che, ad oggi, ha raccolto evidenze circa i benefici e il profilo di sicurezza correlati all’assunzione quotidiana e prolungata di un integratore alimentare multivitaminico-multiminerale. I partecipanti allo studio hanno assunto giornalmente, per oltre 11 anni, un integratore alimentare multivitaminico-multiminerale completo ... (Continua)

15/05/2013 Nella flora intestinale la risposta ai problemi di obesità e diabete
Un batterio che fa dimagrire
Dal Belgio arriva una ricerca che potrebbe rivoluzionare l'approccio ai problemi di peso delle persone. Si tratta di uno studio dell'Università Cattolica di Lovanio che ha scoperto le capacità “dietetiche” del batterio Akkermansia muciniphila, in grado di ridurre l'assorbimento del cibo.
Il batterio agisce modificando la struttura che avvolge l'intestino, aumentandone lo spessore, riuscendo così ad allontanare il cibo dai villi intestinali che assorbono le sostanze nutrienti. In un'analisi ... (Continua)
15/05/2013 La “conversione” delle cellule della cute che producono insulina

Una nuova arma contro il tumore del pancreas
Uno studio dell’Università degli Studi di Milano in uscita su PNAS scopre un metodo, sicuro e privo di rischi, per trasformare le cellule della cute in cellule che producono insulina, senza alterarne il DNA.
Straordinarie le potenzialità nella terapia del tumore al pancreas e del diabete. La prestigiosa rivista PNAS pubblica uno studio dell'Università di Milano che apre nuove prospettive di cura per i vari tipi di diabete e per il tumore del pancreas. La ricerca, finanziata da AIRC, MIUR e ... (Continua)

10/05/2013 La parkina fondamentale non solo nei meccanismi del Parkinson

L'importanza di un gene chiave per non invecchiare
Nei meccanismi che accelerano il processo naturale di invecchiamento rientra a pieno titolo il gene parkina. Già noto per il suo ruolo nell'insorgenza del Parkinson, il gene rappresenta una chiave di volta per comprendere più in profondità ciò che determina longevità o meno negli esseri umani.
Una ricerca dell'Università della California di Los Angeles si è occupata dell'argomento, pubblicando un resoconto sulle pagine di Proceedings of the National Academy ... (Continua)

30/04/2013 Studio sul ruolo della proteina PICK1

Una proteina causa diabete e problemi di crescita
La proteina PICK1 è probabilmente alla base di due problemi di salute ben distinti, il diabete e il deficit dell'ormone della crescita, che a sua volta provoca problemi di sviluppo nel bambino.
Lo dice uno studio dell'Università di Copenhagen pubblicato su Plos Biology, secondo cui i soggetti che soffrono di diabete o di deficit di ormone della crescita mostrano un problema di regolazione di alcuni ormoni, legati con ogni probabilità al funzionamento della proteina PICK1.
La proteina ... (Continua)

26/04/2013 Un dispositivo agisce sull'appetito del paziente

Nuova terapia per obesità e diabete
Due ricercatori dell'Imperial College di Londra stanno lavorando a un dispositivo che imita la risposta del nervo vago per influenzare il senso di appetito avvertito dai pazienti obesi o affetti da diabete.
I professori Christofer Toumazou e Stephen Bloom hanno ottenuto un finanziamento dal Consiglio europeo della ricerca e il progetto quadriennale sta già compiendo progressi. Finora hanno sviluppato una combinazione di ormoni usando glucagone e peptide 1 glucagone-simile (GLP-1), che ha un ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale