Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1135

Risultati da 721 a 730 DI 1135

11/08/2011 Studio internazionale fornisce un contributo fondamentale per capirne le cause

Raddoppia il numero di geni associati alla sclerosi multipla
Uno studio multicentrico internazionale ha individuato 29 nuove varianti genetiche associate alla sclerosi multipla, fornendo un contributo chiave alla conoscenza dei meccanismi biologici di questa invalidante malattia neurologica.
La maggior parte dei geni individuati ha un ruolo nel sistema immunitario, confermando così la natura disimmune della malattia e chiarendo i meccanismi patogenetici implicati nello sviluppo della Sclerosi Multipla. La ricerca, che ha coinvolto scienziati ... (Continua)

11/08/2011 Perdita di volume cerebrale a causa di malattie e cattive abitudini

I fattori di rischio che invecchiano il cervello
Il nostro cervello si rimpicciolisce a causa di una serie di fattori di rischio cardiovascolari, dall'ipertensione all'obesità, dal fumo al diabete. A sostenerlo è una ricerca dell'Università della California pubblicata su Neurology.
Il coordinatore dello studio, il prof. Carlo Decarli, ricercatore presso il Dipartimento di Neurologia del Neuroscience Center della UC Davis, spiega: "questi fattori sembrano indurre il cervello a perdere volume, a sviluppare lesioni secondarie rispetto a ... (Continua)

29/07/2011 Aumento della pressione, cardiopatie e ictus nei soggetti sleep-apnoici

Sonno e Cardioprevenzione
Sono stati necessari anni prima che, sulla base di numerose evidenze cliniche e strumentali (polisonnografia), si consolidasse, nella mentalità medica e della gente comune, l’idea che il russamento non è soltanto un fastidioso e curioso rumore emesso da alcuni soggetti durante la respirazione nel sonno, bensì una condizione patologica.
Il russamento è un rumore provocato dalle vibrazioni del palato molle al passaggio di aria durante l’inspirazione. Il russamento è cioè espressione di una ... (Continua)

28/07/2011 Novità tecnologiche per l'analisi delle malattie cardiovascolari
L'arteriosclerosi studiata in 3D
A partire da immagini acquisite con la Tac (Tomografia assiale computerizzata), è possibile realizzare al computer una mappatura del flusso emodinamico su grande scala per comprendere i meccanismi alla base delle malattie cardiovascolari, come l’arteriosclerosi.
Si è giunti a questo risultato grazie a un gruppo di ricerca in collaborazione tra l’Istituto dei processi chimico fisici (Ipcf) e l’Istituto per le applicazioni del calcolo (Iac) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e ... (Continua)
18/07/2011 09:49:40 L'evoluzione della tecnica per perfezionare le cure

Tumori, radioterapia sempre più su misura
Come nel caso dei farmaci, anche la radioterapia evolve e si perfeziona, puntando alla personalizzazione della cura. La radioterapia in uso oggi può determinare la giusta dose di radiazione a seconda del soggetto e del tumore. Ogni neoplasia infatti ha una sua anatomia, e le attrezzature più moderne riescono a tener conto di questo aspetto oltre che della sua densità.
I raggi X sono quindi una risorsa anche per il futuro dell'oncologia, nonostante sia in definitiva il primo vero trattamento ... (Continua)

09/07/2011 Scoperto il meccanismo biologico alla base del piacere dato dal junk food

Gli endocannabinoidi rendono i cibi grassi una droga
Uno studio italo-americano ha scoperto il fondamentale ruolo degli endocannabinoidi nella gestione del desiderio di cibi grassi e ipercalorici. Lo studio, firmato dal prof. Daniele Piomelli dell'Istituto Italiano di Tecnologia e condotto in collaborazione con la University of California – Irvine e l’Albert Einstein College of Medicine of Yeshiva University, New York, svela i meccanismi biologici alla base del piacere legato al consumo di cibi grassi.
I ricercatori coinvolti in questo ... (Continua)

01/07/2011 Nell'infanzia le origini della pressione alta
L'ipertensione nei bambini
Le radici dell’ipertensione nell’età adulta affondano nell’infanzia. Infatti, si è riscontrato che la pressione arteriosa (PA) durante l’infanzia permane nell’età adulta. Ciò significa che i bambini con una PA elevata hanno più probabilità di diventare degli adulti ipertesi.
Sia ripetute misurazioni nell’identificazione di quei bambini con un’elevata PA, sia la valutazione di comorbidità (in particolare l’obesità) e della storia famigliare di disturbi cardiovascolari migliorano ... (Continua)
30/06/2011 Una microcapsula mette ko l'alitosi

La supermentina contro l'alito cattivo
Sembra cosa di poco conto rispetto a problemi di salute molto più seri, ma in realtà l'alitosi compromette il benessere soprattutto psicologico delle persone colpite, mettendo a rischio legami e rapporti sociali, e spingendo in alcuni casi il malcapitato a sviluppare comportamenti estremi.
Il disturbo è spesso legato a una cattiva igiene orale e alla presenza di carie, ma in altri casi ha a che fare con veri e propri disturbi della digestione, malattie renali, epatiche o diabete. In questi ... (Continua)

27/06/2011 Scoperta la funzione di IRS1 da ricercatori americani

Il gene che rende magri ma mette a rischio il cuore
Un team di ricerca statunitense ha individuato un gene legato a un accumulo di grassi inferiore al normale, ma che pare coinvolto anche nell'insorgenza di patologie cardiovascolari e del diabete di tipo 2.
Si tratta del gene IRS1, scoperto da ricercatori dell'Institute for Aging Research of Hebrew Senior Life guidati da Douglas Kiel e David Karasik. Gli scienziati hanno analizzato il patrimonio genetico di oltre 75 mila soggetti, scoprendo che le persone con il gene IRS1 mostrano una ... (Continua)

22/06/2011 Allo studio un dispositivo portatile per indurre il sonno

Una scossa elettrica per cancellare l'insonnia
Chi soffre di insonnia in un futuro non lontano potrebbe andare a letto con una macchinetta che lo aiuta ad addormentarsi, un dispositivo portatile che manda al cervello le ''onde'' giuste per indurre il sonno.
Alla ''macchina del sonno'' stanno lavorando ricercatori italiani coordinati da Luigi De Gennaro, docente di Psicologia alla Sapienza di Roma, e Paolo Maria Rossini, docente di Neurologia all'Università Cattolica di Roma insieme a ricercatori dell'Istituto di Neurologia del ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale