Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 81

Risultati da 1 a 10 DI 81

19/07/2016 11:01:00 Addestrati a segnalare alterazioni glicemiche preoccupanti

Diabete, i cani in soccorso dei bambini colpiti
Il cane è un amico prezioso per un bambino. Ancora di più per chi è affetto da diabete di tipo 1. Negli Stati Uniti, a Philadelphia, esiste un centro per l'addestramento di cani al riconoscimento delle alterazioni glicemiche tipiche della malattia.
«I cani vengono definiti "diabetes alert dogs" (Dad) e sono stati addestrati a segnalare un'alterazione della glicemia in pazienti affetti da diabete di tipo 1 (soprattutto episodi ipoglicemici, ma anche condizioni di iperglicemia) e quindi ... (Continua)

07/07/2016 16:54:00 Studio ne conferma le caratteristiche legate a un uso prolungato

Diabete, Pioglitazone sicuro ed efficace a lungo termine
Anche se assunto in maniera prolungata, il farmaco Pioglitazone per il trattamento del diabete di tipo 2 e per la steatoepatite non alcolica risulta sicuro ed efficace. A stabilirlo è uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine da un team dell'Università della Florida di Gainesville.
Il coordinatore della ricerca, il prof. Kenneth Cusi, spiega: «Pioglitazone, un antidiabetico di ultima generazione, aumenta la sensibilità periferica all'insulina e potrebbe ridurre le lesioni epatiche ... (Continua)

17/06/2016 11:31:00 Perdere peso aiuta i diabetici di tipo 2 a ridurre i rischi cardiovascolari

Diabete, dimagrire fa bene anche se si riprende peso
Dimagrire fa bene a tutti, in particolare ai pazienti affetti da diabete di tipo 2. Una ricerca condotta dalla Brown University e pubblicata su Diabetes Care svela infatti che perdere peso aiuta a controllare meglio glicemia e colesterolo, riducendo al contempo la pressione sanguigna. Ciò aiuterebbe a ridurre in maniera significativa il rischio di sviluppare patologie cardiache, anche nel caso in cui il peso venga recuperato nel giro di qualche anno.
Per giungere a tali conclusioni, i ... (Continua)

06/05/2016 14:30:00 Invertire l'ordine delle portate consente di ridurre il picco glicemico
Diabete, prima il secondo e la glicemia si abbassa
È sufficiente invertire l'ordine delle portate di un pranzo per ridurre il picco glicemico post-prandiale nei soggetti diabetici. Lo rivelano due studi dell'Università di Pisa presentati nel corso del Congresso nazionale della Società italiana di diabetologia di Rimini.
Un primo piatto proteico, seguito dalla pasta o dal pane, consente di ridurre il picco glicemico anche del 30 per cento, secondo gli esperti. Bisogna poi moderare al massimo il consumo di alimenti che innalzano la glicemia, ... (Continua)
05/05/2016 17:25:06 Dispositivo per eliminare il fastidio delle punture

Diabete, misurare la glicemia con la pipì
Evitare le punture per misurare il livello di glicemia. È l'obiettivo di alcuni ricercatori del Technological Institute di Chihuahua, in Messico, guidati da Carlos Bernal e Nancy Guerra.
Gli scienziati messicani hanno ideato uno strumento denominato GlucosAlarm, al momento in fase di sperimentazione sui pazienti. Alcuni pazienti diabetici hanno grandi problemi con la misurazione quotidiana della glicemia, soffrendo di ipersensibilità e di dolore alle dita per le continue ... (Continua)

08/04/2016 12:02:00 Il controllo della glicemia può essere raggiunto attraverso vari regimi

Diabete, non è necessario rinunciare ai carboidrati
Non è detto che la rinuncia completa ai carboidrati sia un fatto positivo per chi è diabetico. Lo dimostra uno studio pubblicato su Diabetic Medicine da un gruppo della Nelson Mandela Metropolitan University di Port Elizabeth, in Sud Africa. Stando ai dati, infatti, una dieta povera di carboidrati non pare diversa nei suoi esiti da un regime alimentare ad alto contenuto in termini di indicatori metabolici e di controllo glicemico. Il primo autore Hamish van Wyk spiega: «L'uso delle diete povere ... (Continua)

23/03/2016 17:45:00 Il suo consumo riduce le pericolose oscillazioni nei diabetici

L'olio d'oliva tiene la glicemia sotto controllo
Chi è diabetico lo sa bene. Il controllo costante dei livelli glicemici è un punto imprescindibile per ogni terapia. Per questo, la scoperta di un team di ricercatori della Società italiana di diabetologia è tanto importante. Gli scienziati, che hanno pubblicato su Diabetes Care i dettagli dell'analisi, hanno evidenziato la capacità dell'olio di oliva di mantenere costanti i livelli di glicemia dopo i pasti nei soggetti colpiti da diabete di tipo 1.
Lo studio ha coinvolto 13 pazienti affetti ... (Continua)

18/01/2016 17:40:00 Scoperto da ricercatori italiani e finlandesi

Diabete, ecco il gene che causa le complicanze gravi
Un team di ricercatori italiani e finlandesi ha scoperto l'esistenza di un gene la cui mutazione provoca gravi complicanze in caso di diabete. Nello specifico, gli scienziati hanno individuato l'alterazione del gene SLC19A3 del trasportatore hTHTR2 della vitamina B1 (tiamina) che protegge dallo sviluppo di retinopatia e nefropatia. La scoperta è stata appena pubblicata sulla prestigiosa rivista internazionale Diabetes.
La retinopatia è la prima causa di perdita della vista in età lavorativa ... (Continua)

14/12/2015 16:17:00 Trapianto di isole pancreatiche e pancreas artificiale

Nuove speranze per il diabete di tipo 1
Jack Stuart è un ragazzo di 15 anni. Non è diverso dai suoi compagni, gli piace sciare e giocare a basket, ma c'è sempre un pensiero nella sua mente. “Qualsiasi altro ragazzo deve soltanto pensare a come organizzare la giornata, io invece devo pensare al diabete”, spiega Jack, a cui è stato diagnosticato il diabete di tipo 1 quando aveva 5 anni.
Jack si sottopone a controlli regolari dei livelli di glucosio nel sangue e ogni giorno fa delle iniezioni di insulina, e anche se compie le stesse ... (Continua)

01/12/2015 11:55:00 Il trattamento ha un effetto paragonabile alla fotocoagulazione panretinica

Ranibizumab per la retinopatia diabetica
Un trattamento a base di ranibizumab in soggetti affetti da retinopatia diabetica proliferativa ha un effetto simile a quello garantito dalla fotocoagulazione panretinica.
A sostenerlo è uno studio apparso su Jama e presentato nel corso del Congresso annuale dell'American Academy of Ophthalmology. La retinopatia diabetica proliferativa è una delle principali cause di perdita della vista nei pazienti con diabete mellito. La terapia d'elezione è la fotocoagulazione laser ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale