Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 27

Risultati da 1 a 10 DI 27

29/03/2016 17:23:00 Aumenta la capacità di lettura dei bambini

Dislessia curata con la stimolazione cerebrale
La dislessia potrebbe essere trattata con la stimolazione cerebrale non invasiva. A dimostrarlo è una tecnica sperimentata dai ricercatori di Neuropsichiatria Infantile dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in collaborazione con il Laboratorio di Stimolazione Cerebrale della Fondazione Santa Lucia.
È la prima volta che si tenta questa strada per i pazienti affetti dal disturbo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Restorative, Neurology and Neuroscience.
La dislessia è ... (Continua)

06/07/2015 14:52:00 Difficoltà di coordinazione per chi fa fatica a leggere

La dislessia comporta anche problemi di movimento
Chi è dislessico non deve fare i conti soltanto con i problemi di lettura, ma anche con una certa difficoltà a compiere movimenti ritmici e coordinati. Lo dice uno studio del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Milano-Bicocca pubblicato su Human Movement Science.
Dai risultati emerge anche che nei bambini colpiti da dislessia evolutiva la durata relativa di scrittura di ciascuna singola lettera che compone una parola non è costante ma varia in funzione della dimensione e velocità ... (Continua)

29/05/2015 11:52:00 Scoperta italiana sull'azione della sinapsina III
Il ruolo di un gene nella schizofrenia
Un team di ricerca italiano ha messo in luce le alterazioni che colpiscono uno dei geni chiave per lo sviluppo del cervello, la sinapsina III. Il lavoro, coordinato da Fabio Benfenati e Laura Cancedda, ha evidenziato la possibile influenza di tali modificazioni nei difetti a carico della corteccia cerebrale.
Nei neuroni in cui la sinapsina III non è presente si manifestano difetti di migrazione e orientamento, oltre a modificazioni morfologiche che potrebbero costituire la base dell'alterata ... (Continua)
28/05/2015 14:43:00 Ruolo chiave di un gene mutato

Quando la dislessia è dovuta ai geni
Un marcatore genetico per aiutare la diagnosi precoce della dislessia. Un recente studio condotto da Guido Marco Cicchini dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) di Pisa e Maria Concetta Morrone dell’Università di Pisa ha rivelato un’associazione tra un particolare tipo di dislessia causata dall’alterazione di un gene, il DCDC2, e un disturbo specifico della visione.
“Ad oggi la dislessia è diagnosticata solo quando si evidenzia un ritardo ... (Continua)

05/12/2014 11:06:00 Niente strumenti tecnologici per salvaguardare la postura

Una camera vecchio stile per dormire meglio
Per dormire bene e salvaguardare schiena e collo dovreste operare una sorta di bonifica della camera da letto. A dirlo sono i chiropratici inglesi che suggeriscono appunto di eliminare dalla camera ogni possibile distrazione tecnologica, affinché una volta a letto si possa riposare nel migliore dei modi.
È ormai un'abitudine molto diffusa quella di guardare i film a letto con il tablet o comunque di giocare o navigare con lo smartphone fino a tarda notte. Al di là degli effetti negativi sul ... (Continua)

30/05/2014 17:00:00 Procedure inutili nei bimbi con problemi agli occhi

Le pratiche da evitare in oftalmologia pediatrica
Anche gli esperti di oftalmologia pediatrica hanno contribuito al progetto Choosing Wisely emanando una lista di cinque procedure da evitare nello svolgimento della loro professione che al contrario sono molto diffuse.
Eccole:

1) nei bambini asintomatici non prescrivere occhiali deboli da lettura. Una lieve ipermetropia è comune nei bambini, che dispongono comunque di un'elevata capacità accomodativa. Se gli occhiali sono inferiori alle due diottrie e gli occhi non si incrociano, ... (Continua)

29/05/2014 12:00:00 Ricerca italiana ne individua alcune

Le aree del cervello coinvolte nella dislessia acquisita
Un team di ricercatori italiani ha scoperto le aree interessate alla dislessia acquisita. Con questo termine ci si riferisce a quei disturbi nella lettura che si presentano in seguito a un danno cerebrale e che pertanto peggiorano le normali abilità di lettura di cui un tempo si poteva beneficiare.
A compiere la scoperta è un team di scienziati dell'Università di Milano-Bicocca coordinato dal neuropsicologo Claudio Luzzatti.
Lo studio ha esaminato per la prima volta i correlati ... (Continua)

22/11/2013 12:37:55 I vantaggi di leggere un e-book per chi è dislessico

La dislessia curata con il tablet
La tecnologia porta con sé vantaggi di vario tipo, oltre allo stravolgimento delle abitudini. Se i libri di carta e inchiostro diventeranno sempre più un cimelio per bibliofili, la colpa o il merito sarà degli e-book, i libri in formato elettronico da leggere sui vari dispositivi che impazzano oggi, in particolare i tablet.
Ma questa nuova tendenza potrebbe rappresentare una grande opportunità per categorie speciali di lettori, i dislessici. Secondo una ricerca dello Smithsonian Center di ... (Continua)

01/07/2013 Acidi grassi Omega-3 nella difficoltà di lettura e apprendimento

Lettura e omega-3
Gli acidi grassi polinsaturi a lunga catena sono essenziali per lo sviluppo del cervello e per la salute fisica: questi acidi non vengono prodotti dall'uomo, ma ne è ricco il pesce, le noci, le uova.
E’ stato notato che bambini con difficoltà di apprendimento e lettura beneficiavano di un’alimentazione ricca in Omega-3.
Alcuni ricercatori inglesi della Oxford University hanno effettuato uno studio su un campione rappresentativo di 493 studenti con età compresa tra i 7 ed i 9 anni ... (Continua)

18/03/2013 Impatto positivo anche sulla capacità di ricerca visiva

I videogiochi migliorano la capacità di lettura
La capacità di scovare con lo sguardo elementi specifici nella confusione può essere migliorata grazie ai videogiochi. A dirlo è un nuovo studio dell'Università di Toronto che ha studiato l'influenza dei videogames sulle qualità visive dei soggetti che giocano con regolarità.
La ricerca mostra come i giocatori incalliti siano più abili nella ricerca visuale rispetto alla media. L'effetto è stato dimostrato anche grazie a una full immersion di videogiochi della durata di dieci ore, alla fine ... (Continua)

  1|2|3

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale