Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 611

Risultati da 251 a 260 DI 611

01/02/2013 Supplementi di mio-inositolo ne prevengono l'insorgenza

Come prevenire il diabete gestazionale
Un supplemento giornaliero di mio-inositolo durante la gravidanza aiuta a ridurre il rischio di insorgenza del diabete gestazionale. A dirlo è una ricerca dell'Università di Messina che ha pubblicato sulla rivista Diabetes Care i risultati di un piccolo studio pilota al quale hanno partecipato 220 donne in gravidanza con una storia familiare di diabete di tipo 2.
Le donne sono state divise in due gruppi: il primo ha assunto mio-inositolo per due volte al giorno oltre all'acido folico ... (Continua)

31/01/2013 In sperimentazione la molecola tivantinib
Un nuovo farmaco per il tumore del fegato
È stato arruolato il primo paziente per uno studio di fase III su tivantinib, molecola ideata per contrastare il carcinoma epatocellulare (HCC). Tivantinib è un inibitore selettivo del recettore tirosin chinasico MET.
METIV-HCC è il nome dello studio clinico randomizzato, in doppio cieco, controllato con
placebo, in cui tivantinib verrà somministrato a pazienti con HCC inoperabile già pretrattati, con MET iperespresso. L'endpoint primario è la sopravvivenza globale (OS), mentre quello ... (Continua)
22/01/2013 Scoperte nel DNA umano strutture a quadrupla elica

A 60 anni di distanza la doppia elica “raddoppia”
Gli scienziati James Watson e Francis Crick vinsero il premio Nobel grazie all’articolo, pubblicato sulla rivista Nature nel 1953, in cui dimostravano che i due filamenti da cui è composto il DNA erano disposti a formare una doppia elica. Oggi, a 60 anni di distanza, la ricercatrice italiana Giulia Biffi, che lavora all'università di Cambridge, ha dimostrato che nelle cellule umane il DNA può anche disporsi a “quadrupla elica”. Negli ultimi anni diversi studi condotti in vitro avevano ... (Continua)

14/01/2013 17:22:35 Aspetti del sequenziamento del Dna alla portata di tutti

La rivoluzione genomica e la medicina “fai-da-te”
Nel 2003 è stato completato il sequenziamento del genoma umano: in poche parole è stato letto tutto il DNA che caratterizza la specie umana. Il costo per portare a termine quella che allora fu una vera e propria impresa si aggirò intorno ai 2,7 miliardi di dollari. Oggi a quasi 10 anni di distanza il progresso delle tecniche di analisi ha portato ad un abbattimento drastico dei costi tanto che non sembra lontano l'obiettivo di “leggere” l'intero DNA di un singolo individuo spendendo solo 1000 ... (Continua)

14/01/2013 I batteri responsabili dell'infezione hanno un odore particolare
Scoprire un'infezione polmonare dal respiro
Non solo i tumori, anche le infezioni potranno essere scovate grazie al respiro. A prefigurarlo è una ricerca dell'Università del Vermont, negli Stati Uniti, che ha analizzato il particolare “odore” dei batteri responsabili di un'infezione polmonare su modello murino.
I batteri alla base delle infezioni polmonari, infatti, hanno un odore specifico che potrebbe consentire ai medici di mettere in campo una diagnosi nel giro di pochi minuti invece di aspettare per giorni o settimane i risultati ... (Continua)
19/12/2012 Una tecnica aiuta a risolvere il problema

Allergia agli antitumorali, come desensibilizzarsi
Una diagnosi di tumore è di per sé fonte di angoscia per i soggetti colpiti, quando a questa si aggiunge l'impossibilità di effettuare la terapia farmacologica più adatta a causa di un'allergia ai medicinali, la situazione diventa insostenibile.
In questo caso, tuttavia, il rimedio esiste, si tratta della desensibilizzazione, una tecnica che consente ai pazienti la prosecuzione della terapia prescelta dall'oncologo.
Intervistato dal Corriere della Sera, il prof. Floriano Bonifazi - ... (Continua)

18/12/2012 Il problema dell'alimentazione nei nati prematuri
La nutrizione parenterale in terapia intensiva neonatale
Sono circa 15 milioni i bambini nel mondo che ogni anno nascono prematuri. In Europa, uno ogni dieci. Solo in Italia si parla di 45.000 bambini che nascono prima della 37esima settimana di gestazione, ossia quasi il 7% rispetto di tutte le nascite. Di tutti i nati prematuri nel nostro paese ogni anno, circa 5.000 hanno alla nascita un peso inferiore a 1,5 kg e 1.000 inferiore addirittura al chilo. La nascita pretermine costituisce la principale causa diretta di mortalità neonatale. Nel 75% dei ... (Continua)
17/12/2012 Iniezioni di acido ialuronico innestano il processo di ringiovanimento

La pelle ringiovanisce grazie alla pressione cellulare
Anche la perdita di elasticità della pelle ha i giorni o gli anni contati. A prometterlo è una ricerca condotta dalla University of Michigan Medical School, che ha sottoposto 21 soggetti di oltre 70 anni a una sperimentazione per testare l'efficacia di iniezioni di acido ialuronico allo scopo di innestare un processo di ringiovanimento dell'epidermide.
Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology. A distanza di quattro mesi dall'intervento, i fibroblasti, ovvero le ... (Continua)

13/12/2012 Effetti sul cervello prima che sulla pancia

Il junk food ci mette di malumore e ci rende stupidi
Il cosiddetto cibo spazzatura può soddisfare qualche voglia improvvisa, ma di certo non ci rende felici oltre che poco intelligenti e grassi. Secondo una ricerca dell'Università di Montreal pubblicata sull'International Journal of Obesity, il junk food può produrre modificazioni di tipo cerebrale che possono a loro volta causare depressione.
Uno dei ricercatori che hanno partecipato alla ricerca, Stephanie Fulton, spiega: “lavorando sui topi abbiamo scoperto che la neurochimica degli animali ... (Continua)

05/12/2012 Tendenza ad ubriacarsi spiegata su base genetica

Lo sballo alcolico legato a un gene
I ragazzi che cercano la sbornia ad ogni costo potrebbero essere influenzati anche dai geni. Una ricerca degli scienziati del King's College di Londra ha scoperto il motivo per cui molti giovani ingeriscono grandi quantità di alcool nel giro di poche ore all'unico scopo di ubriacarsi.
Secondo i risultati dello studio pubblicato su Pnas, una delle cause scatenanti è legata all'azione del gene Rasgrf-2, un gene già collegato alla dipendenza da alcool che sembra moltiplicare i livelli di una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale