Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 102

Risultati da 61 a 70 DI 102

07/12/2010 Al via uno studio per valutarne le azioni antiossidanti e antinfiammatorie

Distrofia di Duchenne, speranze da un derivato dalla soia
Al via la sperimentazione di un integratore derivato dalla soia. La prima fase, che partirà nei primi mesi del 2011, vedrà coinvolti 15 bambini deambulanti con diagnosi di Distrofia Muscolare di Duchenne (DMD), e saranno realizzate valutazioni cliniche e laboratoristiche complete.
La Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker (DMD e DMB) è una malattia genetica causata da un’alterazione del gene della distrofina localizzato sul cromosoma X. Nell’età adulta, la degenerazione muscolare ... (Continua)

15/11/2010 Usare le staminali per riparare i muscoli lesionati

Cavie da laboratorio con super-muscoli
Dei ricercatori dell'Università del Colorado hanno trapiantato cellule staminali in animali con lesioni muscolari e hanno creato dei topi “mister-muscolo”.
Sembra una notizia da ridere ma le implicazioni di questa scoperta potrebbero riguardare la messa a punto di farmaci per curare gravi malattie che causano danni alla muscolatura, come la distrofia. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine.
Quello che hanno fatto gli studiosi statunitensi, guidati ... (Continua)

08/10/2010 10:35:16 Studio italiano chiarisce i meccanismi molecolari che ci difendono dagli UVA

Una proteina ci protegge dai danni del sole
A difesa della pelle aggredita dai raggi ultravioletti, il nostro organismo mette in campo un vero e proprio esercito di geni che ci difendono dai rischi connessi all'esposizione, primo fra tutti il temibile melanoma.
Sono oltre 300 i geni coinvolti nella riparazione del Dna, a conferma di quanto questa azione sia complessa e fondamentale per la nostra sopravvivenza. Difetti nei geni responsabili per la riparazione delle lesioni causate da raggi UV sono all’origine di diverse malattie ... (Continua)

08/10/2010 Trattamento per ritardare l'effetto degenerativo della malattia
Distrofia di Duchenne, nuovi bersagli farmacologici
Battere la distrofia di Duchenne sul tempo. Una ricerca condotta da Pier Lorenzo Puri, ricercatore presso l’Istituto Telethon Dulbecco e l’IRCCS Fondazione Santa Lucia di Roma, ha chiarito ulteriormente i meccanismi con cui le cellule staminali presenti nei muscoli possono rigenerare nuovo tessuto in risposta a un danno.
Pubblicato sulla rivista Cell Stem Cell e sostenuto anche da Parent Project Onlus, lo studio ha individuato nuovi bersagli farmacologici da sfruttare per rinviare il più ... (Continua)
06/06/2010 Una guida per vincere l'inestetismo più odiato

Come sconfiggere la cellulite
La cellulite è una vera maledizione che colpisce milioni di donne e le induce ad imprese disperate pur di ottenere qualche piccola rivincita contro quella che appare come una condanna ineluttabile.
Innanzitutto qualche consiglio: abituarsi ad una dieta che privilegi la frutta, verdure, cereali e legumi per apportare quella dose di vitamine e fibre in grado di ostacolare la ritenzione di liquidi e favorire l'eliminazione delle scorie; bere due litri di acqua al giorno in modo da eliminare ... (Continua)

26/05/2010 Studio internazionale valuta l'efficacia di PRO044
Distrofia di Duchenne, si sperimenta un nuovo trattamento
Al via la sperimentazione di un nuovo farmaco per la Distrofia di Duchenne, il PRO044. Si tratta di uno studio clinico internazionale che potrebbe rivoluzionare la vita dei pazienti affetti da questa grave malattia genetica che colpisce i muscoli.
In collaborazione con altri due gruppi di ricerca, rispettivamente svedese e belga, i ricercatori guidati da Alessandra Ferlini proveranno a verificare direttamente su 12 pazienti – di cui 6 italiani – la sicurezza e l’efficacia di questo nuovo ... (Continua)
23/04/2010 Ricerca italiana evidenzia gli effetti positivi di una combinazione di farmaci
Un mix di farmaci contro la distrofia muscolare
Un mix di farmaci già in uso singolarmente sull'uomo potrebbe aiutare i pazienti malati di distrofia muscolare.
Un gruppo di ricercatori dell’IRCCS “E. Medea” – La Nostra Famiglia, in collaborazione con ricercatori dell’Università di Milano, dell’Azienda Ospedaliera L. Sacco e dell’IRCCS San Raffaele e coordinati dal Prof. Emilio Clementi, ha dimostrato infatti che un antinfiammatorio non steroideo e un farmaco della famiglia dei nitrati, se combinati, hanno efficacia terapeutica in un ... (Continua)
22/02/2010 Nfix alla base dello sviluppo genetico dell'individuo

Un solo gene coordina il passaggio da embrione a feto
Un gene "spegne" l'embrione e "accende" il feto. Lo hanno scoperto i ricercatori della Divisione di Medicina Rigenerativa, Cellule Staminali e Terapia Genica del San Raffaele e del Dipartimento di Biologia dell'Università degli Studi di Milano, in collaborazione con diverse Istituzioni nazionali ed internazionali, i quali hanno individuato come un singolo gene sia in grado di "spegnere" i geni dello sviluppo del muscolo scheletrico embrionale e di "accendere" quelli fetali, già simili a quelli ... (Continua)

05/02/2010 Un gene artificiale contro la distrofia muscolare di Duchenne
Distrofia muscolare, con “Jazz” una speranza per il futuro
La distrofia muscolare di Duchenne (Dmd) è una malattia genetica caratterizzata dalla perdita della distrofina, proteina che provvede alla corretta stabilità meccanica del muscolo durante la contrazione.
Questa grave patologia comporta la degenerazione del tessuto muscolare e provoca la progressiva e irreversibile perdita delle capacità motorie e respiratorie. Un bambino su tremila nasce affetto da Dmd a causa di mutazioni sul cromosoma X che alterano il gene della distrofina e, sebbene ... (Continua)
23/09/2009 La soluzione al problema è chirurgica

Come intervenire sulla ptosi infantile
Non sempre un bambino piccolo può spalancare gli occhi sul mondo. Può capitare, infatti, che una o entrambe le palpebre non funzionino a dovere e quindi non si sollevino completamente. Il disturbo si chiama ptosi congenita e colpisce il neonato dalla nascita.
«Purtroppo non esistono statistiche sull’incidenza del problema, ma si tratta di una condizione decisamente diffusa e rilevante», dice Francesco Bernardini, chirurgo oculoplastico che ha affrontato la ptosi congenita in diversi ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale