Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2780

Risultati da 251 a 260 DI 2780

30/09/2015 15:13:00 Più sicure, con materiale performante e microchip
Una nuova generazione di protesi al seno
Più tecnologiche, più sicure e più performanti. Sono una novità per l’Italia le protesi al seno con carta d’identità incorporata Motiva.
“Queste protesi di nuova generazione sono le prime a contenere un microchip che racchiude una carta d’identità che il medico potrà 'leggere' grazie a un apposito scanner. Si evita così il cartellino di riconoscimento cartaceo che, in precedenza, si consegnava alla paziente perché lo conservasse, con tutti i limiti che questo sistema presentava. Ma le novità ... (Continua)
30/09/2015 11:29:00 Effetto positivo associato al suo consumo

La birra difende il cuore delle donne
Una donna che beve birra gode di un effetto preventivo sul rischio cardiovascolare. Lo dice una ricerca dell'Università di Gothenburg pubblicata sullo Scandinavian Journal of Primary Health Care.
Lo studio, realizzato su un campione di 1.500 donne, ha evidenziato una riduzione del rischio di infarto pari al 30 per cento con il consumo settimanale di una o due birre.
La ricerca è in realtà tuttora in corso perché è stata programmata per coprire un arco temporale molto lungo, 50 anni. I ... (Continua)

30/09/2015 11:16:00 Simile all'infarto il tasso di mortalità
Occhio alla sindrome da crepacuore
Non c'è niente di benigno nella sindrome da crepacuore o di takotsubo. Lo ha scoperto un gruppo di ricerca internazionale a cui ha partecipato anche un team dell'Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico A. Gemelli di Roma.
La cardiomiopatia da stress – questo il suo nome tecnico - può arrivare a tassi di mortalità simili a quelli dei pazienti ricoverati in ospedale per infarto (5%).
La scoperta è frutto di uno studio senza precedenti appena pubblicato sul prestigioso “New ... (Continua)
22/09/2015 11:04:00 Terapie inefficaci se non si fanno controlli nel tempo con il pettine stretto
Allarme pidocchi, i consigli per debellarli
Un grattacapo di nome pidocchio. Con l'inizio delle scuole si ripropone uno degli incubi ricorrenti di bambini e genitori.
Piccolo parassita di colore bianco-grigiastro della lunghezza di pochi millimetri, che si attacca al capello deponendovi le uova, il pediculis humanus capitis vive succhiando il sangue dal cuoio capelluto.
Quando cade dai capelli, muore dopo 48-72 ore, mentre le uova possono rimanere vitali per una decina di giorni. Un problema, questo, che persiste tutto l’anno. ... (Continua)
21/09/2015 17:40:23 Mentre la birra aumenta il rischio di artrite

Il vino previene l'artrosi
Bere vino in maniera moderata potrebbe scongiurare l'insorgenza dell'artrosi del ginocchio. Lo rivelano i ricercatori della Nottingham University in uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis Research Therapy.
Nella stessa ricerca si afferma invece che la birra possiede l'effetto di aumentare il rischio di artrite. Gli scienziati hanno analizzato le abitudini alcoliche di 2mila uomini e donne fra i 45 e gli 86 anni che soffrono di artrosi del ginocchio o artrite dell'anca.
I dati sono ... (Continua)

21/09/2015 15:31:00 Il rischio cardiovascolare non aumenta

Sesso dopo un infarto, si può fare
Un infarto non deve significare la fine della propria vita sessuale. I ricercatori della Ulm University, in Germania, ne sono convinti, tanto che hanno pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology i dettagli di uno studio sull'argomento.
I medici tedeschi hanno seguito oltre 500 sopravvissuti a un attacco di cuore, prendendo in considerazione i dati riguardanti la frequenza dei rapporti sessuali e quelli di eventuali altri problemi cardiaci. Si sono concentrati in particolare ... (Continua)

21/09/2015 11:52:53 Ricercatori tedeschi svelano il legame

Obesità e tumore del cervello, un nesso
Ci sarebbe un nesso fra l'obesità e le probabilità di insorgenza del meningioma. Si tratta di un tumore cerebrale particolare, che si sviluppa al di fuori della massa cerebrale, nel rivestimento che viene definito “dura madre”.
A sostenere il collegamento fra i chili di troppo e il cancro è un'équipe di scienziati dell'Università di Regensburg, in Germania, che ha realizzato una metanalisi pubblicata su Neurology. Il lavoro prende in considerazione l'associazione fra obesità, livello di ... (Continua)

18/09/2015 15:20:00 Un valido alleato soprattutto per le donne

Il pesce aiuta a prevenire la depressione
Mangiare pesce aiuta a tenere lontana la depressione. Lo dicono i risultati di una metanalisi pubblicata sul Journal of Epidemiology and Community Health da Dongfeng Zhang dell'Università Qingdao, in Cina.
“Diverse ricerche svolte in precedenza hanno provato a esaminare i possibili legami tra dieta e depressione, ma con risultati inconcludenti”, spiegano i ricercatori. Gli scienziati cinesi hanno scartabellato tutti gli studi sull'argomento prodotti fra il 2001 e il 2014, valutando il nesso ... (Continua)

16/09/2015 12:35:00 6 mesi in più nelle pazienti con recettori ormonali positivi

Tumore al seno, Fulvestrant aumenta la sopravvivenza
Annunciati nuovi dati sull'efficacia del farmaco Fulvestrant per la cura del tumore del seno.
FIRST, lo studio di fase II in aperto, randomizzato, multicentrico, ha confrontato gli effetti della terapia di prima linea con fulvestrant 500 mg, rispetto ad anastrozolo, un inibitore dell’aromatasi, nelle donne in post-menopausa con tumore al seno in fase avanzata, positivo al recettore degli estrogeni (ER+).
Lo studio, pubblicato sulla più importante rivista scientifica del settore, il ... (Continua)

16/09/2015 10:14:00 Mettono a rischio la salute materna e la crescita del feto
I problemi cardiaci in gravidanza
Soltanto l'1,3 per cento delle donne incinte è affetto da disturbi cardiaci come la fibrillazione atriale o il flutter atriale (Afl). Tuttavia, in questi casi a rischiare non è solo la madre, ma anche il feto, che andrà incontro con maggiore probabilità a una crescita bassa.
A sostenerlo è uno studio dell'Hamad Medical Corporation di Doha, in Qatar, che ha analizzato su JACC: Clinical Electrophysiology i dati di oltre 1.000 donne iscritte al Registro internazionale sulla gravidanza e le ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale