Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2780

Risultati da 2571 a 2580 DI 2780

04/03/2003 

Un gene rende le donne più vulnerabili a stress e ansia
Il cervello delle donne sopporta meno bene lo stress e l'ansia. Colpa della sua biochimica e piu' precisamente di un enzima, il Comt, prodotto in minore quantita' nel cervello del sesso femminile. E non basta: le donne che hanno una particolare forma del gene che produce l'enzima, sono ancora piu' vulnerabili alle preoccupazioni. La scoperta e' degli scienziati del National Institute on Alcohol Abuse and Alcoholism di Bethesda, nel Maryland, che hanno pubblicato lo studio sul Journal ... (Continua)

03/03/2003 

Per la cellulite la liposuzione superata dal laser
Liposuzione addio. Il futuro dei trattamenti anti-cellulite e' il laser. Una buona notizia per chi vuole migliorare il proprio corpo ma senza passare per la sala operatoria. A delineare le nuove frontiere della chirurgia estetica e' Giulio Basoccu, responsabile della divisione di Chirurgia estetica, plastica e ricostruttiva dell'Ini, l'Istituto neurotraumatologico italiano di Roma.
''Oggi il laser offre la possibilita' di 'bypassare' la sala operatoria per alcuni interventi chirurgici ... (Continua)

28/02/2003 

I geni del padre influenzano la durata della gravidanza
Secondo uno studio svedese, pubblicato dal British Medical Journal, sarebbero i geni paterni a determinare, incidendo sulla durata della gravidanza, il giorno della nascita del bambino e quindi il suo compleanno.
Annette Wind Olesen, dell'University of Aarhus, ha studiato due gruppi di donne che avevano avuto almeno due figli. Il primo gruppo era composto da quasi 11mila donne in cui la prima gravidanza era stata prolungata (oltre le 42 settimane). Il secondo gruppo da 3.500 donne in ... (Continua)

26/02/2003 
Scoperte cellule che diffondono il tumore in altri organi
E' colpa di alcune rare cellule tumorali se il cancro si moltiplica e si diffonde ad altri organi. Le cellule 'killer', che imitano le staminali nella loro capacita' di differenziarsi, sono state scoperte grazie a uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'Proceedings of the National Academy of Sciences'. Cellule di questo tipo erano gia' state identificate nella leucemia, ma e' la prima volta che vengono isolate in un tumore solido, in particolare in quello al seno.
Muhammad ... (Continua)
26/02/2003 
Farmaco preventivo anti-Aids protegge soggetti a rischio
Dosi ridotte di un farmaco anti-Aids, assunte in via preventiva, impediscono l'infezione del virus Hiv in persone ad alto rischio. L'esperimento e' stato condotto da alcuni ricercatori della John Hopkins University di Baltimora, che hanno provato a somministrare la nevirapina, uno dei farmaci del cocktail antiretrovirale, su un campione di 33 soggetti ''fortemente esposti al rischio di contagio per abitudini sessuali o perche' drogati''. E il risultato e' stato positivo: nessuno dei tre ... (Continua)
21/02/2003 
Un nuovo apparecchio per la diagnosi di tumori al seno
Si chiama 'Debi' e sfrutta i raggi X per individuare tumori al seno molto piu' piccoli di quelli rilevati dalle comuni mammografie. L'apparecchio, inventato dagli esperti dell'University College di Londra, svela la presenza di carcinomi di appena 4 mm di diametro, contro i 10-12 degli esami tradizionali. In futuro, si legge su New Scientist, potrebbe permettere di salvare molte vite.
Robert Speller e i suoi colleghi hanno scoperto che le cellule tumorali hanno un diverso effetto sui ... (Continua)
19/02/2003 

Più rischi per il cuore di genitori prolifici
Cattive notizie per i genitori piu' prolifici. Con il terzo figlio, infatti, si impenna per mamma e papa' il rischio di malattie cardiache. Il dato emerge da due vasti studi condotti dai ricercatori britannici, che allo stesso tempo tranquillizzano le coppie con due figli: queste risultano, infatti, meno esposte al pericolo di coronaropatie. Dopo il terzo bebe', invece, incominciano i guai: per le donne il 'pericolo cuore' aumenta del 30% con ogni figlio, mentre per gli uomini 'solo' del 12%. I ... (Continua)

19/02/2003 
Maggior rischio di infarto per donne con artrite reumatoide
Le donne che soffrono di artrite reumatoide potrebbero essere due volte piu' a rischio di infarto rispetto a quelle sane. Lo sostengono i ricercatori del Brigham and Women's Hospital di Boston, negli Stati Uniti, in uno studio pubblicato sulla rivista 'Circulation'.
Gli esperti americani hanno analizzato, per 20 anni, le condizioni di salute di 114mila persone, compresi 527 malati di artrite reumatoide. Secondo i loro risultati e' possibile ipotizzare un legame, per le donne, tra la ... (Continua)
19/02/2003 
Dieta mediterranea per combattere l'osteoporosi
Dieta mediterranea per combattere l'osteoporosi a tavola. A casa ma anche in mensa, dunque, la malattia va sconfitta a 'colpi' di ''bresaola con rughetta, pizza marinara con alici, pasta e fagioli, spaghetti alle cozze, insalata di polpo e calamari al pomodoro''.
A suggerire alle aziende di ''cominciare ad adeguarsi a questi piatti se vogliono contribuire alla lotta contro l'impoverimento delle ossa'' e' il Servizio prevenzione e protezione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), ... (Continua)
13/02/2003 
Assistendo il marito malato si rischia di più l'infarto
Cattive notizie per le donne che assistono mariti malati o con problemi di autonomia. Per loro, infatti, aumenta il rischio di subire un infarto. Un pericolo che resta invariato, invece, se a richiedere cure e attenzione sono altri parenti o persone al di fuori della famiglia. Lo rivela uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'American Journal of Preventive Medicine'. Ichiro Kawachi dell'Harvard School of Public Health (Boston), ha analizzato i dati, raccolti tra il 1992 e il ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale