Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2780

Risultati da 941 a 950 DI 2780

06/09/2013 Le infezioni aumentano il rischio di aborto e di complicazioni

Clamidia e gonorrea rischiose in gravidanza
Le malattie sessualmente trasmissibili rappresentano una minaccia seria per le donne che intendono rimanere incinte o che lo sono già. Infezioni come la gonorrea e la clamidia, infatti, non solo aumentano il rischio di aborto spontaneo, ma anche quello di nascita prematura e di morte neonatale.
Il rischio insito nel contagio è messo in rilievo da una ricerca pubblicata sulla rivista Sexually Transmitted Infections e condotta dagli scienziati della University of New South Wales, in Australia. ... (Continua)

03/09/2013 16:59:02 Procedura che offre la speranza di concepire alle donne affette da cancro
Gravidanza da tessuto ovarico trapiantato nell'addome
Una donna è riuscita a divenire mamma dopo la tragica esperienza di un tumore alle ovaie. I medici di Melbourne sono riusciti per la prima volta al mondo ad ottenere una gravidanza da tessuto ovarico trapiantato nell'addome. La donna che ha ricevuto il trattamento ha 23 anni ed è ora incinta di due gemelli, ormai alla 25ma settimana di gestazione. In passato la paziente aveva subito l'asportazione delle ovaie a causa di un cancro e il tessuto ovarico era stato conservato e congelato prima che ... (Continua)
02/09/2013 18:01:26 Varianti genetiche identificano chi può beneficiare di una terapia preventiva
Prevenzione del cancro al seno
I farmaci tamoxifene e raloxifene vengono anche utilizzati per prevenire l'insorgenza del cancro al seno nelle donne a rischio. I primi geni predittivi dell’efficacia di questi due farmaci sono stati identificati grazie ad uno studio, finanziato dal National Institutes of Health e pubblicato su Cancer Discovery. La ricerca, frutto della collaborazione dei genetisti della Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, e del Centro Riken di Medicina Genomica di Tokyo, ha usato i dati e il Dna dei pazienti ... (Continua)
28/08/2013 21:04:18 Come migliorare il piacere sessuale

Training sessuale
Il training sessuale è un percorso strutturato che include la respirazione col diaframma, esercizi di rilassamento progressivo di tipo psicofisiologico e un set di esperienze bioenergetiche, precedute dagli esercizi di Kegel.

I primi aiutano la persona a rilassare l’intero corpo gli ultimi a rilassare e controllare i muscoli del pavimento pelvico.

I muscoli del pavimento pelvico sono muscoli che circondano la vagina, l’uretra ed il retto. Secondo Kegel alcune donne non provano ... (Continua)

09/08/2013 12:52:29 Terapia fortemente innovativa secondo la Fda

Serelaxina per lo scompenso cardiaco acuto
Basandosi sulle evidenze cliniche disponibili, la Fda americana ha definito serelaxina una “breakthrough therapy”, ovvero una terapia fortemente innovativa.
Le evidenze considerate “dimostrano un sostanziale miglioramento rispetto alle terapie attualmente disponibili”.
Lo studio a cui fa riferimento la Fda in particolare è Relax-Ahf, un trial di fase III che ha dimostrato una riduzione del 37 per cento della mortalità a 6 mesi da un episodio di scompenso cardiaco acuto rispetto ai ... (Continua)

09/08/2013 11:54:17 Analisi del sangue di elevata efficacia

Disponibile nuovo test per le anomalie del feto
Il Centro Diagnostico Italiano di Milano è il primo centro in Italia a rendere disponibile MaterniT21 Plus, un nuovo test genetico non invasivo che, con un semplice prelievo di sangue della madre e senza esporre il feto ad alcun rischio, è in grado di identificare le più comuni trisomie del feto (sindrome di Down, Sindrome di Edwards, Sindrome di Patau), le anomalie di numero dei cromosomi sessuali e il sesso del nascituro.
Rispetto ad altri test oggi disponibili, l’esame del CDI è l’unico ... (Continua)

08/08/2013 Le donne che hanno allattato risultano meno esposte al rischio

Alzheimer meno probabile per chi allatta al seno
Il rischio di insorgenza del morbo di Alzheimer diminuisce nelle donne che dopo il parto hanno potuto allattare al seno il proprio bambino. Ad avanzare l'ipotesi è una ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer da un gruppo di scienziati dell'Università di Cambridge.
Secondo la ricerca, a lunghi periodi di allattamento corrispondono riduzioni più significative del rischio di sviluppare la malattia neurodegenerativa. Secondo i ricercatori, la chiave risiederebbe in alcuni effetti biologici ... (Continua)

08/08/2013 Non è necessario rinunciare al sesso dopo aver subito una crisi cardiaca

Il piacere dopo l'infarto
Le donne che hanno subito un infarto si riapprocciano al sesso con un certo timore. Con una maggiore informazione, tuttavia, le cose potrebbero andare meglio, secondo quanto dice uno studio pubblicato sul Journal of the American Heart Association.
Emily Abramsohn, autrice dello studio e ricercatrice presso l'Università di Chicago, spiega: “chi sopravvive a un infarto del miocardio vede la sessualità come un aspetto importante della salute e della qualità della vita”. I ricercatori hanno ... (Continua)

31/07/2013 11:44:55 Aumenta anche il rischio di sviluppare neoplasie in altre sedi
Tumori e familiarità
Le preoccupazioni per la predisposizione genetica a determinati tumori hanno recentemente tenuto banco sulle pagine di cronaca dei media internazionali a partire dalle scelte dell’attrice Angiolina Jolie. Un grande studio con più di 23.000 partecipanti, condotto in Italia (dall’Istituto ‘Mario Negri’) e in Svizzera, pubblicato sulla rivista Annals of Oncology, oltre a confermare che avere una storia familiare di tumore tra i parenti di primo grado aumenta il rischio che altri membri della ... (Continua)
31/07/2013 10:30:07 Vasto studio conferma l’associazione fra le due patologie

I calcoli renali aumentano il rischio d’infarto
I calcoli renali sembrano aumentare il rischio di malattia coronarica e quindi di infarto. A dimostrarlo uno studio pubblicato nei giorni scorsi su Lancet, che ha coinvolto per vent’anni più di 242 mila persone sane, uomini e donne, tra i 25 e i 75. Quasi 20 mila hanno sviluppato nel corso degli anni calcoli renali e quasi 17 mila di loro sono andati incontro ad un infarto del miocardio, dimostrando quindi che il rischio di infarto in chi ha calcoli al rene aumenta di più del 50%, soprattutto ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale