Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 223

Risultati da 111 a 120 DI 223

26/09/2012 I sintomi della depressione dall'infanzia alla vecchiaia

La depressione, riconoscerla per curarla
Quante volte nel linguaggio comune diciamo di essere un po' "depressi" per indicare uno stato transitorio di malinconia? Ma la depressione nel senso clinico del termine è un disturbo dell'umore che deve perdurare da almeno due settimane e che ha una sintomatologia ben precisa.
Purtroppo, nonostante la depressione sia un disagio comune molte forme depressive, soprattutto nei bambini e negli anziani, non vengono diagnosticate e trattate adeguatamente ma vengono confuse con altre problematiche: ... (Continua)

25/09/2012 Nei fumatori la durata del sonno profondo è più breve

Chi fuma dorme male e poco
Spegnete le sigarette per sempre. È il messaggio lanciato da uno studio tedesco pubblicato su Addiction Biology che ha analizzato gli effetti del fumo sulla qualità del sonno dei partecipanti. Lo studio ha coinvolto più di 1000 fumatori e più di 1200 non fumatori, prendendone in esame le abitudini. Stando ai dati, il 28,1 per cento dei fumatori mostra disturbi del sonno, contro il 19,1 dei non fumatori. Il 17 per cento di chi fuma, inoltre, dorme meno di 6 ore per notte, rispetto al 7 per cento ... (Continua)

07/08/2012 Studio scientifico conferma la convinzione popolare

Il miele, un toccasana per la tosse
Per aiutare i bambini alle prese con la tosse a dormire meglio potrebbe essere utile un buon cucchiaio di miele prima di metterli a letto. A confermare la bontà di una pratica consolidata a livello popolare è uno studio scientifico della Penn State University pubblicato su Pediatrics.
Stando ai risultati della ricerca, la tosse viene ridimensionata nella frequenza degli attacchi e nella sua gravità. I bambini riescono così a dormire meglio, grazie a una sostanza assolutamente priva di ... (Continua)

11/07/2012 12:17:05 Aria condizionata e viaggi mettono sotto stress la schiena

Come godersi l’estate senza rimetterci la schiena
La quota più rilevante di chi soffre di mal di schiena non presenta patologie vere e proprie, ma “subisce” situazioni indirette, e prevalentemente legate a errori di stili di vita. E non è certo d’estate il periodo migliore per “rimettersi in riga”, anzi. Il rischio è proprio quello di sottovalutare il problema e magari rovinarsi le vacanze.
Per chi ha già sofferto o soffre di mal di schiena, un cambio repentino di abitudini quotidiane in casa, in ufficio, in auto, oppure semplicemente a ... (Continua)

12/06/2012 17:16:12 Almeno 7 ore sono necessarie per il nostro benessere

Più probabile un ictus se si dorme poco
Dalla conferenza annuale Sleep 2012 arriva un avvertimento sulle nostre abitudini notturne. È necessario dormire dalle 7 alle 9 ore a notte per mantenere il benessere del nostro organismo ed evitare un innalzamento del rischio di ictus.
Uno studio americano ha indagato infatti sulle abitudini di circa 5000 persone dai 45 anni in su, scoprendo che chi riesce a dormire solo 6 ore a notte vede alzarsi il rischio di ictus in maniera significativa.
Gli scienziati statunitensi hanno ... (Continua)

07/06/2012 I rimedi farmacologici e alternativi per il mal d'auto

Cinetosi, spesso la causa è ereditaria
La cinetosi, comunemente conosciuta come “mal d’auto o mal di viaggio”, è un disturbo tipico del viaggiatore che colpisce soprattutto i bambini, ma che non risparmia gli adulti. Malessere generale, sudorazione fredda, pallore, sonnolenza, mal di testa, nausea e vomito sono i sintomi più comuni di un male insidioso, che può seriamente compromettere l’esito della vacanza. La causa va ricercata in una ipersensibilità del sistema vestibolare, organo deputato al mantenimento dell'equilibrio, e i ... (Continua)

05/06/2012 11:44:38 Acqua, salmone e frutta i segreti dell'atleta ideale

Le 7 regole d'oro degli sportivi
Si avvicinano i grandi eventi sportivi dell'estate, e la gente inizia ad avere il desiderio di allenarsi di più, oltre ad ammirare le prestazioni dei nostri atleti azzurri.
Secondo il Professor Enrico Arcelli, Medico sportivo e Dietologo, già Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze dello Sport, Nutrizione e Salute dell’Università di Milano che ha seguito diversi sportivi lungo la sua carriera, “è bene sfruttare l’onda sportiva che normalmente segue queste importanti ... (Continua)

03/05/2012 Quali cibi e quali stili di vita evitare

La cattiva alimentazione stimola il reflusso gastroesofageo
Anche in Italia il reflusso gastroesofageo colpisce sempre di più, circa il 20-25% della popolazione generale, favorito da cattive abitudini alimentari e stili di vita non salutari. Lo conferma una ricerca dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano svolta su un campione di circa 7000 soggetti di età superiore a 25 anni.
Il principale sintomo, la fastidiosa sensazione di bruciore localizzata nella parte medio-inferiore dello sterno, è causato dal contenuto dello stomaco che refluisce ... (Continua)

11/04/2012 11:16:22 Basta un’applicazione i-Phone per decidere quali sogni produrre

È possibile scegliere cosa sognare!
Freud e i sogni ricchi di significati sono ormai desueti, oggi si può decidere il sogno da sognare grazie ad un’applicazione del telefono.
Il suo funzionamento è semplice si sceglie il momento del risveglio, le scene che si desiderano sognare e caricarli sul proprio telefono che verrà a questo punto posto vicino al cuscino del sognatore.
Si possono scegliere varie situazioni da quelle più bucoliche già previste ad altre che verranno.
Il professor Richard Wiseman dell'Università ... (Continua)

10/04/2012 17:13:13 Stimoli ambientali diversi sarebbero responsabili delle variazioni

I ritmi circadiani non dipendono solo dalla luce
La Drosophila melanogaster è un tipico moscerino della frutta e viene utilizzato già da molto tempo per studiare i ritmi circadiani, ossia le variazioni durante il giorno di alcune sostanze endocrine dell’organismo, dal momento che la genetica sulla quale questi ritmi si basano è identica a partire dagli insetti fino all’essere umano.
Una recentissima ricerca basata sulle correlazioni esistenti fra ritmi circadiani e i comportamenti di questo moscerino nel suo habitat naturale ha prodotto la ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale