Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2660

Risultati da 931 a 940 DI 2660

05/02/2014 12:49:00 Ricerche dai risultati contraddittori

I FANS e il rischio di aborto
L'assunzione di anti-infiammatori non steroidei (FANS) durante la gravidanza non aumenterebbe il rischio di aborti spontanei. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista Canadian Medical Association Journal da un team della University of the Negev, in Israele.
I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 65mila donne fra i 15 e i 45 anni ricoverate in ospedale per partorire fra il 2003 e il 2009. Nel 90 per cento dei casi, le donne hanno avuto un bambino, mentre per il restante 10 per ... (Continua)

02/02/2014 10:38:56 Gli estratti della pianta ostacolano la replicazione dell'Hiv

Hiv sconfitto dai gerani
Una delle piante più diffuse sui balconi di mezzo mondo potrebbe rivelarsi un ottimo alleato nella lotta all'Hiv. Parliamo del geranio, in particolare della varietà Pelargonium sidoides, i cui estratti sembrerebbero in grado di ostacolare la diffusione dell'Hiv.
A studiarne le qualità sono stati i ricercatori tedeschi dell'Helmholtz Zentrum München, che hanno pubblicato su Plos One gli esiti del loro studio. Il coordinatore della ricerca Markus Helfer e i suoi colleghi hanno analizzato a ... (Continua)

31/01/2014 13:01:21 La riconoscibilità del farmaco come fattore essenziale

Farmaci generici e aderenza alla terapia
Nella buona riuscita di una terapia, un elemento molto importante è la continuità con cui vengono assunti i farmaci e quindi la completa aderenza alla cura. In questo senso, la prescrizione di un farmaco generico al posto di quello di marca, può creare confusione nel paziente e, non essendo più familiare e ‘riconoscibile’, rischia di non essere più assunto con la dovuta regolarità.
Il prof. Claudio Borghi, Ordinario di Medicina Interna al Sant'Orsola Malpighi di Bologna, sottolinea ... (Continua)

30/01/2014 12:24:30 Un derivato del Ddt associato a maggior rischio di insorgenza della malattia

Il Ddt aumenta il rischio di Alzheimer
Avere nel sangue un livello elevato di un derivato del Ddt è prefigurabile come fattore di rischio per l'insorgenza del morbo di Alzheimer. A dirlo è uno studio condotto dall'Environmental and Occupational Health Sciences Institute di Piscataway, in New Jersey, e pubblicato su Jama Neurology.
“L’Alzheimer è la malattia neurodegenerativa più comune al mondo, e i fattori di rischio della forma a esordio dopo i 60 anni non sono del tutto chiari, pur includendo motivi ambientali e legati allo ... (Continua)

30/01/2014 10:26:34 Un filler di ultima generazione migliora la zona degli occhi in modo soft

Bellezza, via borse e occhiaie con una punturina
Cerchi scuri attorno agli occhi, borse palpebrali, accentuazione del solco delle lacrime: le occhiaie sono uno dei problemi estetici più frequenti in giovani ed anziani, ma anche uno dei più difficili da trattare in campo estetico per via della delicatezza della zona interessata.
Una novità arriva dalla medicina estetica: si tratta del Radiesse, un filler di ultima generazione a base di idrossiapatite di calcio che è stato recentemente promosso per l'impiego su borse e occhiaie. A ... (Continua)

25/01/2014 11:06:35 Un consumo elevato può favorire il cancro al seno

L'acido folico può anche far male
L'acido folico è noto ormai da tempo come integratore che aiuta a prevenire i difetti del tubo neurale, in particolare la spina bifida. Una recente ricerca, tuttavia, mette in guardia le future mamme dai pericoli di un'assunzione esagerata di questa vitamina che appartiene al gruppo B.
Lo studio è stato pubblicato su Plos One da un team di ricerca dell'Università di Toronto guidato dal dott. Young-In Kim. Secondo le analisi, sarebbero sufficienti dosi superiori di 2,5 volte il fabbisogno ... (Continua)

25/01/2014 10:25:52 La droga riduce le capacità di beneficiare dei rapporti sociali

La cocaina non è social
Chi la assume lo fa anche per sentirsi più coinvolto e più apprezzato a livello sociale e mondano. Tuttavia, secondo una ricerca pubblicata su Pnas la cocaina avrebbe l'effetto opposto, ovvero ridurrebbe la capacità di ottenere gratificazione dai rapporti sociali che si intrattengono.
A dirlo è una ricerca dell'Università di Zurigo realizzata da Katrin H. Preller e dai suoi colleghi, che alla lunga lista di effetti negativi connessi con il consumo di questa droga – dalle difficoltà di ... (Continua)

24/01/2014 12:38:59 Effetti sui neuroni che cambiano il tipo di stimolo nervoso

La pigrizia modifica il cervello e fa male al cuore
Essere troppo pigri non conviene. Uno studio della Wayne State University School of Medicine di Detroit, in collaborazione con la Flinders University di Adelaide, in Australia, ha segnalato l'effetto negativo prodotto da un atteggiamento pigro in rapporto alla salute del cuore.
Nello specifico, pare che la mancanza di attività riesca a modificare i neuroni che regolano alcuni stimoli nervosi suscettibili di aumentare il rischio di patologie cardiovascolari.
Lo studio, pubblicato sul ... (Continua)

24/01/2014 09:32:55 La tecnica potrebbe consentire di evitare pericolosi interventi chirurgici

Il corpo come fonte di energia rinnovabile
Nell'era della ricerca nel campo delle energie rinnovabili fa impressione lo studio pubblicato su New Scientist da un team di ricercatori della University of Illinois. Sulla base di alcuni esperimenti effettuati su modello animale, i ricercatori sono riusciti a creare energia facendola derivare dai movimenti naturali del cuore, dei polmoni e del diaframma di maiali, pecore e mucche.
La stessa tecnica potrebbe essere applicata all'uomo, garantendo così ai pazienti operati per l'innesto di un ... (Continua)

23/01/2014 16:58:18 Più danni che vantaggi da un loro utilizzo

I farmaci contro la febbre aumentano il contagio
Assumere antipiretici per ridurre i fastidiosi sintomi legati alla febbre non è una buona idea. Almeno così pensano alcuni ricercatori della McMaster University che hanno pubblicato su Proceedings of the Royal Society B uno studio secondo cui il ricorso ai farmaci per la febbre come l'ibuprofene, il paracetamolo o l'aspirina provoca un aumento del numero di contagi.
Stando ai calcoli, sarebbero decine di migliaia i casi di influenza in più e più di un migliaio di morti per cause correlate ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale