Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 156

Risultati da 1 a 10 DI 156

21/06/2016 14:30:00 Individuate 44 varianti in grado di scatenare l'emicrania
I geni che fanno venire il mal di testa
L'emicrania può essere scatenata da alcune specifiche varianti genetiche. Un team dell'Institute of Health and Biomedical Innovation di Brisbane ha scoperto l'esistenza di ben 44 varianti di Dna implicate nei meccanismi di insorgenza del disturbo.
Lo studio, pubblicato su Nature, ha messo a confronto 8 milioni di varianti genetiche che appartengono a 60mila soggetti colpiti da emicrania con un gruppo di controllo costituito da 316mila soggetti che avevano partecipato a 22 diverse ricerche ... (Continua)
15/06/2016 15:12:00 Riduzione significativa delle ore di cefalea

Tev-48125, nuovo farmaco per l'emicrania cronica
Una nuova speranza per chi soffre di emicrania cronica. Si chiama Tev-48125, un nuovo farmaco che previene l'emicrania cronica che, in fase di sperimentazione, ha prodotto una riduzione significativa delle ore di cefalea, effetto che si è protratto per 3-7 giorni a seconda dei pazienti.
Marcelo Bigal, primo autore dello studio apparso su Neurology, commenta: «L'emicrania cronica viene definita come la comparsa di episodi di cefalea che si verificano almeno 15 giorni al mese».
La malattia ... (Continua)

18/04/2016 12:16:00 Legato anche all'insorgenza dell'emicrania

Epilessia infantile, il ruolo del gene PRRT2
Un team di ricerca ha chiarito i meccanismi che uniscono la mutazione del gene PRRT2, presente nelle sinapsi neuronali, ad alcune sindromi neurologiche, quali l’epilessia benigna infantile e l’emicrania.
Il gruppo di ricerca era guidato dal Prof. Fabio Benfenati dell'Università di Genova. Hanno partecipato scienziati del Centro di Synaptic Neuroscience and Technology dell’IIT-Istituto Italiano di Tecnologia, in collaborazione con la prof. Flavia Valtorta dell’Università Vita-Salute San ... (Continua)

29/03/2016 15:54:00 Il gene coinvolto codifica la sintesi del recettore della serotonina

Emicrania e colon irritabile, stessa origine genetica?
Un'origine genetica comune potrebbe spiegare l'insorgenza di due malattie molto diffuse, l'emicrania e la sindrome del colon irritabile. Ad avanzare la tesi è un team dell'Università di Istanbul, secondo cui la chiave risiederebbe nel gene che codifica la sintesi del recettore della serotonina, il neurotrasmettitore coinvolto nella regolazione del tono dell'umore.
Gli scienziati turchi hanno scoperto che entrambi i gruppi di pazienti mostrano un allele - ovvero una forma alternativa di uno ... (Continua)

27/03/2016 Disagi emotivi, insonnia e depressione i possibili fenomeni

Torna l'ora legale, i rischi per la salute
Un’ora in meno di riposo, innumerevoli disagi per la salute di milioni d’italiani. Lo spostamento delle lancette un’ora avanti alle 2.00 del mattino, col il ritorno all’ora legale in programma durante la notte fra sabato 26 e domenica 27 marzo, porterà, secondo gli esperti dell’Università La Sapienza di Roma, oltre 9 milioni di persone a provare un aumento del senso di fatica e dell’irritabilità, la comparsa di emicrania e insonnia.
Oltre il 15% della popolazione soffrirà quindi per alcuni ... (Continua)

14/03/2016 16:00:00 Le tre ore successive alla crisi sono fondamentali

Ictus, i primi sintomi non vanno trascurati
Tre ore per salvare la propria vita, per mantenere una certa qualità di vita. Una ricerca del Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles mostra l'importanza di intervenire subito dopo l'insorgenza dei primi sintomi riconducibili a un ictus.
Secondo gli scienziati americani, i più giovani danno poco peso ai sintomi avvertiti e rinviano di solito la richiesta di soccorso, aggravando così la loro condizione.
David Liebeskind, neurologo dell'ateneo americano, spiega: «Il trattamento ... (Continua)

04/03/2016 10:53:59 Un indesiderato compagno che approfitta degli squilibri ormonali

C'è anche il mal di testa da ciclo
Il mal di testa è un disturbo che coinvolge le donne più degli uomini. Fatto ormai consolidato e supportato anche dall’esperienza clinica dalla quale emerge come, in caso di emicrania, il sintomo nelle donne abbia un’incidenza tre volte maggiore rispetto agli uomini.
Ma non è solo questa la ragione per cui spesso si dice che “il mal di testa è donna”: l’altro motivo riguarda, infatti, la frequente comparsa del mal di testa in corrispondenza del ciclo mestruale.
Per milioni di donne ... (Continua)

19/02/2016 14:10:00 Trattamento sperimentale in corso al San Raffaele di Roma
Un vaccino per il mal di testa
Una cura rivoluzionaria per prevenire l’emicrania cronica di tipo specifico e selettivo. Se finora la profilassi del mal di testa è avvenuta con farmaci “riciclati”, cioè con trattamenti nati per altre malattie e casualmente rivelatisi efficaci anche per le cefalee, ora comincia una nuova era, attraverso l’uso di un anticorpo “intelligente”, costruito in laboratorio e che va a scovare e neutralizzare una sostanza fisiologica chiamata CGRP (Calcitonin Gene Related Peptide) il cui eccesso è ... (Continua)
25/01/2016 Studio italiano svela i misteri dell'emicrania con e senza aura
Il segreto del mal di testa in una foto
Un'immagine svela la natura dell'emicrania. È ciò che hanno ottenuto i ricercatori della Seconda Università di Napoli guidati da Alessandro Tessitore. Il gruppo di ricerca ha osservato le immagini del disturbo grazie alla risonanza magnetica funzionale, scoprendo le caratteristiche particolari di due forme apparentemente simili di emicrania, quella senza e quella con aura. Entrambe, infatti, si contraddistinguono per un preciso funzionamento delle aree cerebrali visive.
Gioacchino Tedeschi, ... (Continua)
19/01/2016 09:29:00 Riduzione dimostrata del numero di attacchi mensili

La cannabis fa bene al mal di testa
La cannabis potrebbe aiutare chi soffre di mal di testa ricorrenti. Lo dice uno studio pubblicato su Pharmacotherapy da un team dell'Università del Colorado coordinato dalla prof.ssa Laura Borgelt.
Gli scienziati hanno analizzato l'effetto della sostanza su 121 persone con mal di testa, 103 delle quali hanno beneficiato di una riduzione consistente degli attacchi mensili, passando da una media di 10,4 a 4,6.
La prof.ssa Borgelt spiega: «abbiamo registrato un miglioramento sostanziale nei ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale