Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 191

Risultati da 21 a 30 DI 191

08/09/2015 12:27:00 Accumuli adiposi anche nel pancreas oltre che nel fegato

Anche il pancreas è grasso nei bambini obesi
Un bambino con fegato grasso su due presenta accumuli di grasso anche nel pancreas. Questi bambini corrono un rischio di sviluppare insulinoresistenza e, quindi, diabete, 5 volte superiore alla media.
È quanto emerge da uno studio del Bambino Gesù – il primo in campo pediatrico a dimostrare la correlazione tra obesità e pancreas grasso –pubblicato sulla rivista scientifica Clinical Endocrinology. «I risultati confermano ancora una volta l'importanza di una diagnosi precoce e la necessità di ... (Continua)

03/09/2015 16:18:09 Un solo donatore, due riceventi
Un fegato per due bambini
Erano entrambi in lista per un trapianto di fegato, entrambi in condizioni critiche. Una piccola bambina di 1 anno e un paziente più grande, di 16 anni, ricoverati ad agosto all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in attesa di un organo che tardava ad arrivare.
Poi finalmente l'annuncio di un donatore disponibile, la corsa per il prelievo dell'organo e la decisione di operarli insieme, provando a utilizzare lo stesso fegato per i due bambini: «Una scelta rischiosa dettata dall'urgenza delle ... (Continua)
20/07/2015 14:59:00 Anche una singola dose può essere fatale

Ecstasy, una roulette russa
Come ogni estate, quest’anno particolarmente torrida, i ragazzi vanno in vacanza per godersi il meritato riposo e divertirsi con spensieratezza, lasciandosi dietro tutti i problemi quotidiani. Purtroppo in alcuni casi una piacevole e rilassante serata trascorsa in discoteca può trasformarsi in tragedia.
La compagnia sbagliata, la trasgressione dalla vita quotidiana, la superficialità nella decisione di assumere una pastiglia per “sballarsi”, e spesso la mancanza di informazione portano a ... (Continua)

04/06/2015 10:08:00 Risultati interessanti da MEDI4736 e tremelimumab
Un'altra immunoterapia per il cancro al polmone
La combinazione di MEDI4736 e tremelimumab, due anticorpi monoclonali, ha mostrato un’attività clinica e una tollerabilità nei pazienti con carcinoma al polmone non a piccole cellule (NSCLC) in stadio avanzato.
A presentare i risultati durante il congresso ASCO di Chicago sono state le due case farmaceutiche AstraZeneca e MedImmune.
Nel complesso, i dati hanno indicato un’attività clinica con profili di sicurezza gestibili per l’anticorpo monoclonale MEDI4736 diretto contro il ligando 1 ... (Continua)
25/05/2015 10:45:00 Migliora l'azione della leptina

Antico rimedio cinese utile contro l'obesità
L'estratto di una varietà di vite cinese sarebbe in grado di contrastare l'obesità. Lo dice uno studio del Boston Children's Hospital e dell'Harvard Medical School pubblicato su Cell.
Il composto, chiamato Celastrol, avrebbe l'effetto di ridurre l'appetito e il peso corporeo del 45 per cento, almeno su modello murino. La sostanza agisce sul funzionamento della leptina, l'ormone prodotto dalle cellule del grasso che segnala al cervello in che momento l'organismo ha assunto l'energia di cui ha ... (Continua)

12/05/2015 16:03:00 Individuato nei giovani obesi l'accumulo della proteina-spia

L'obesità e il rischio Alzheimer già da adolescenti
Nuovo fattore di rischio per i bambini obesi. Non solo diabete, steatosi epatica, danni alla retina e cardiopatie: da grandi potrebbero sviluppare anche un deficit cognitivo progressivo fino ad arrivare alla demenza senile o all'Alzheimer.
Lo rivela uno studio condotto dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. I ricercatori hanno scoperto negli adolescenti obesi livelli elevati di una proteina, la beta 42 amiloide, coinvolta proprio nel ... (Continua)

24/04/2015 14:14:00 Effetti positivi anche dal pane alle alghe

Il peperoncino è amico del fegato
Può suonare strano, ma i cibi piccanti fanno bene al fegato. Secondo i risultati di uno studio belga della Vrije Universiteit di Bruxelles, infatti, il consumo quotidiano di capsaicina – il composto attivo del peperoncino – è associato a marcati effetti benefici sul fegato.
La ricerca, presentata nel corso dell'incontro della European Association for the Study of the Liver in corso a Vienna, rivela la capacità della sostanza di ridurre l'attività delle cellule stellate del fegato, quelle ... (Continua)

24/04/2015 12:33:45 Risultano efficaci in pazienti privi di alternative terapeutiche
Harvoni e Sovaldi, due farmaci per l'epatite C avanzata
Alcuni studi clinici rivelano l'efficacia dei fue farmaci Harvoni e Sovaldi per l'epatite C avanzata. I due medicinali prodotti da Gilead sono indicati per quei pazienti con malattia epatica in fase avanzata, ivi inclusi i pazienti con cirrosi scompensata, quelli con epatite C colestatica fibrosante (una rara e grave forma della malattia, che insorge dopo un trapianto di fegato) e quelli con ipertensione portale.
I dati saranno presentati al 50° Congresso annuale della European Association ... (Continua)
17/04/2015 09:43:00 Ricercatori italiani osservano dal vivo lo sviluppo della malattia
Una foto all'epatite B
Una tecnica rivoluzionaria di microscopia in vivo definita microscopia intravitale ha consentito, per la prima volta al mondo, di osservare dall’interno e in tempo reale come i linfociti circolanti riescano a fermarsi nei capillari del fegato e da lì a riconoscere e distruggere cellule infettate dal virus dell’epatite B, noto come HBV.
La tecnica è stata sviluppata nei laboratori di Luca G. Guidotti e Matteo Iannacone all’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.
Per visualizzare le varie ... (Continua)
18/03/2015 16:12:00 L'esposizione al metallo legato all'insorgenza della malattia
Il nickel aumenta il rischio di diabete
L'esposizione al nickel può aumentare il pericolo di insorgenza del diabete di tipo 2. Lo afferma uno studio pubblicato sull'International Journal of Epidemiology da un team coordinato da Xu Lin.
Il medico, che lavora all'Institute for Nutritional Sciences presso la Chinese Academy of Sciences di Shangai, spiega: “il nickel è utilizzato in settori industriali tra cui l'elettrodeposizione e la produzione di batterie in lega di nickel-cadmio, ma altre fonti di esposizione vengono dall'uso del ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale