Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 344

Risultati da 131 a 140 DI 344

19/03/2013 Allergie in forte aumento, inquinamento e fumo di sigaretta i responsabili

Le allergie nei bambini, come prevenirle e riconoscerle
Piante e fiori rinascono, il polline si diffonde nell’aria, è arrivata la primavera!
Per molte persone, però, la stagione mite coincide con la comparsa delle allergie: starnuti, occhi arrossati, naso gocciolante, prurito, lacrimazione degli occhi, tosse continua sono i primi sintomi di una patologia che può condurre, in alcuni casi, a problemi respiratori più gravi, fino alla comparsa di asma.
“Le allergie – ha dichiarato Daniele Ghiglioni pediatra allergologo e dirigente dell’Azienda ... (Continua)

13/03/2013 Attenzione ai cambiamenti del clima

Per una pelle perfetta tutto l’anno
Come la storia del genere umano è segnata da un ciclo eterno di alternanza tra periodi propizi (le cosiddette età dell’oro) e periodi di decadenza, così lo stato di salute della pelle è soggetto alla ciclicità delle stagioni che possono risultare più o meno favorevoli alla cura di alcune patologie cutanee.
Vi sono, infatti, stagioni che coadiuvano il benessere della pelle e altre che lo danneggiano.
“In generale durante i mesi invernali l’epidermide sembra soffrire maggiormente”, ... (Continua)

28/02/2013 I consigli per prevenire le infezioni nei prematuri

I prematuri a rischio di infezioni
Nel mondo, sono circa 15 milioni i neonati che ogni anno nascono prematuri, più di un bambino su dieci. In Italia, il fenomeno è in crescita, con circa 45 mila bambini che vengono alla luce prima della 37ma settimana di età gestazionale: circa il 7% delle nascite complessive in un anno.
“Oggi il numero dei bambini prematuri che sopravvivono e che un tempo erano destinati a morire è in costante aumento - sottolinea Susanna Esposito, Direttore UOC Pediatria 1 Clinica, Università degli Studi di ... (Continua)

22/02/2013 Scoperto marcatore biologico che predice la gravità dei sintomi

Il raffreddore dipende dai telomeri
Vi chiedete perché mai durante l'inverno siete continuamente preda del raffreddore e dei suoi fastidiosi sintomi? Sappiate che non è sfortuna, dipende infatti dai vostri telomeri.
Uno studio della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, in Pennsylvania, si è infatti dedicato allo studio di un marcatore biologico che possa predire la capacità dell'organismo di combattere o meno il comune raffreddore. Secondo i ricercatori, tale marcatore esiste e compare nel nostro organismo all'incirca ... (Continua)

14/02/2013 Nessun effetto sull'infezione, ma può accorciare la durata del raffreddore

La vitamina C ha un effetto modesto sul raffreddore
Affidare alla vitamina C le nostre speranze di costruirci una sorta di immunità dal raffreddore è poco meno di un desiderio irrealizzabile. I benefici indotti da un'integrazione regolare di vitamina C sono infatti minimi, stando ai risultati emersi da una metanalisi della prestigiosa Cochrane Library.
La ricerca ha preso in esame un totale di 72 studi controllati verso placebo pubblicati a partire dal 1966. Per 31 degli studi analizzati vi sarebbero dei benefici riguardanti la durata dei ... (Continua)

11/02/2013 Associazione evidente invece con le infezioni

Lo stress da lavoro non causa il cancro
La stragrande maggioranza dei lavoratori può stare tranquilla. Lo stress prodotto dal proprio lavoro non influisce sulle possibilità di sviluppare un cancro nel corso della vita. A questa conclusione sono giunti i ricercatori del Finnish Institute of Occupational Health, che hanno pubblicato sul British Medical Journal l'esito di un'analisi sui fattori di esposizione ambientale legati all'insorgenza delle neoplasie.
Fra questi non pare trovare posto lo stress, al contrario del fumo o dei ... (Continua)

05/02/2013 La crisi non deve essere il pretesto per rinunciare alla festa

Carnevale, un momento importante per i bambini
Mascherarsi a Carnevale fa parte di un percorso di crescita importante per il bambino. A dirlo sono i pediatri italiani che, stando a una ricerca, pensano che la festa riesca a stimolare la fantasia e la tendenza all'aggregazione, riducendo il senso di isolamento e la sedentarietà dei piccoli.
Il pediatra Italo Farnetani ha sondato il terreno fra i suoi colleghi che nel complesso hanno in cura circa 80 mila ragazzi in tutta Italia. Una larga fetta di medici promuove la maschera, anche se c'è ... (Continua)

09/01/2013 Nesso fra consumo di bevande zuccherate e disturbi dell'umore

Maggior rischio di depressione con le bibite
Una recente ricerca americana sottolinea il maggior rischio di depressione associato al consumo delle bevande dolcificate. La ricerca, firmata da studiosi dei National Institutes of Health del Research Triangle Park in North Carolina, segnala in particolare il pericolo insito nel consumo delle bibite cosiddette “diet”, ovvero edulcorate con aspartame o altri dolcificanti.
Il primo autore dello studio, Honglei Chen, spiega: “le bevande dolcificate, il caffè e il tè sono comunemente consumate ... (Continua)

18/12/2012 I consigli dei pediatri per godersi le festività natalizie

Bambini all’aria aperta anche d’inverno
Chiusi in casa d’inverno per evitare malattie e contagi? Niente di più sbagliato. I bambini, all’aria aperta, corrono molto meno rischi infettivi di quando si trovano in locali chiusi. A sostenerlo è la Prof. ssa Susanna Esposito, Direttore della UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione Policlinico di Milano e Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP), che aggiunge: “Con l’arrivo delle temperature fredde, i genitori hanno paura di lasciare i figli all’aria aperta, ... (Continua)

14/12/2012 16:06:08 Il virus respiratorio sinciziale messo ko dall'umulone

La birra contro il raffreddore
Un componente del luppolo mette in seria difficoltà il virus respiratorio sinciziale umano e si propone come inedito agente antinfiammatorio. È la scoperta messa a punto da un team di ricerca giapponese della Sapporo Medical University, secondo cui l'umulone svolge un'azione protettiva mettendo al riparo l'organismo dal virus.
Il virus in questione è il principale agente eziologico della bronchiolite e della polmonite infantili. La bronchiolite è una patologia che colpisce i più piccoli, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale