Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 888

Risultati da 231 a 240 DI 888

11/07/2014 16:43:48 Studio segnala un aumento delle probabilità del 10 per cento

La vasectomia aumenta il rischio di cancro alla prostata
Chi decide di sottoporsi a vasectomia deve considerare il rischio maggiore di cancro alla prostata connesso con questa pratica. A dirlo è uno studio della Harvard Medical School pubblicato sul Journal of Clinical Oncology che ha coinvolto 50mila uomini fra i 40 e i 75 anni, dal 1986 al 2010.
L'aumento del rischio sarebbe pari al 10 per cento e fra l'altro riguarderebbe la forma più aggressiva della malattia. Il pericolo aumenta ancora se la vasectomia è stata praticata in giovane età, prima ... (Continua)

11/07/2014 15:31:46 Nesso fra il consumo del frutto e il piacere nelle donne

Il sesso migliora se mangi una mela
Mangiate il frutto del peccato, è proprio il caso di dirlo. Una curiosa ricerca pubblicata su Archives of Gynecology and Obstetrics segnala una possibile associazione tra il consumo di mele e la soddisfazione sessuale delle donne.
Lo studio condotto dai ricercatori dell'Ospedale Santa Chiara di Trento in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach ha analizzato la vita sessuale di oltre 700 donne fra i 18 e i 43 anni divise in due gruppi. Il primo ha mangiato una o due mele al giorno, ... (Continua)

07/07/2014 13:05:00 Il farmaco riduce i battiti cardiaci ma aumenta il rischio del disturbo

Fibrillazione atriale più probabile con ivabradina
L'ivabradina viene utilizzata per il trattamento dell'angina pectoris e la riduzione dei battiti cardiaci. Una ricerca inglese pubblicata su Heart segnala però il rischio di fibrillazione atriale (AF), più concreto rispetto a quello normale che è pari a 1 caso su 10mila.
Il dott. Ruairidh I. R. Martin, che lavora presso l’Istituto di Genetica Medica della Newcastle University e del Dipartimento di Cardiologia del Freeman Hospital di Newcastle, spiega: «l’ivabradina è stata approvata dall’EMA ... (Continua)

25/06/2014 10:35:00 L'efficacia del sodio ialuronato
L'acido ialuronico cura le affezioni otorinolaringoiatriche
L'acido ialuronico è una componente fondamentale dell'epitelio e riveste un ruolo importante nella clearance mucociliare delle vie aeree superiori, il meccanismo di difesa naturale grazie al quale le particelle contaminanti che introduciamo nell'organismo con la respirazione vengono intrappolate e filtrate dallo strato di muco che riveste l'epitelio stesso. Significativo, di conseguenza, è anche il contributo dell’acido ialuronico nei processi riparativi e di guarigione.
Sulla base di questi ... (Continua)
24/06/2014 11:49:00 Responsabile di un caso su 10 di ipertensione
L'iperaldosteronismo si può curare
Per molti anni si è pensato che l’iperaldosteronismo primitivo fosse una forma relativamente benigna di ipertensione, rara (<1%) e da sospettarsi solo in presenza di ipopotassiemia. Ora si sa che non è così: l’iperaldosteronismo primitivo, causato da un’eccessiva produzione di aldosterone, l’ormone prodotto dalle ghiandole surrenali che regola l’equilibrio idrosalino del nostro organismo, è relativamente frequente (8%-13% degli ipertesi) ed è caratterizzato da un’ aumentata frequenza dei ... (Continua)
20/06/2014 15:55:00 Ridurre i tassi di mortalità fra i pazienti ospedalizzati
Controllo dei parametri vitali previene gli eventi cardiaci
Per evitare o ridurre al minimo gli eventi cardiaci avversi fra i pazienti ospedalizzati è sufficiente effettuare un monitoraggio costante di pochi parametri vitali. A rivelarlo è uno studio presentato a Milano nel corso del 25° Smart (Simposio mostra anestesia rianimazione e terapia intensiva) da Rinaldo Bellomo, direttore della Intensive Care Research presso l'Austin Hospital di Melbourne.
Le complicanze fra i pazienti ospedalizzati possono anche essere molto gravi, ma nella maggior parte ... (Continua)
19/06/2014 14:55:00 Studio a lungo termine conferma il profilo di sicurezza e l'efficacia
Tossina botulinica sicura nell'utilizzo estetico
Più di 5mila sessioni di trattamenti con OnabotulinumtoxinA su oltre 200 pazienti per un periodo medio di circa 10 anni. È stato presentato a Milano, nell'ambito dell'incontro "Aiteb ospita la scienza", il primo studio al mondo di lungo periodo sull'utilizzo di OnabotulinumtoxinA in medicina estetica.
"Tra gli oltre 2.800 articoli pubblicati su riviste scientifiche e i quasi 80 trial clinici condotti, mancava uno studio di questo tipo che prendesse in considerazione il lungo termine. I ... (Continua)
18/06/2014 12:24:00 Attenzione agli sforzi eccessivi per i nostri occhi davanti al pc

Occhio al computer!
L'evoluzione della tecnologia ci facilita la vita, ma rappresenta una vera e propria minaccia per la salute dei nostri occhi. Passiamo ormai molte ore della giornata non solo davanti al pc per motivi di lavoro, ma anche con gli occhi fissi sui nostri nuovi “giocattoli” tecnologici, smartphone e tablet in primis, e su vecchie fiamme come la TV.
Uno studio dell'Università Keio di Tokyo pubblicato su Jama Ophthalmology, ha studiato gli effetti di un'esposizione prolungata agli schermi dei ... (Continua)

18/06/2014 11:24:00 Risultati del trial ATLAS nel cancro mammario ER-positivo
Cancro al seno, cura con tamoxifene valida anche per 10 anni
Attualmente il protocollo di trattamento "antiormonale" del tumore mammario positivo per i recettori estrogenici (ER-positivo) prevede che la terapia venga seguita per 5 anni. Questo periodo potrebbe essere prolungato di altri 5 anni in base ai risultati dello studio ATLAS pubblicati recentemente su Lancet, promosso dal Cancer Research e dal Medical Research Council inglesi. Nell'ambito dello studio sono state reclutate 12.894 donne con tumore mammario in fase precoce che avevano completato i ... (Continua)
13/06/2014 Indagine dell'Arpa sui campi elettromagnetici emessi dai portatili

La tecnologia riduce l'esposizione ai telefoni cellulari
L'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa) del Piemonte ha realizzato un nuovo studio sull'esposizione alle onde elettromagnetiche generate dai telefoni cellulari.
Grazie a questa indagine, che Arpa ha realizzato mettendo a punto uno specifico sistema di misura della potenza trasmessa dai telefoni mobili, è stato possibile quantificare le emissioni elettromagnetiche dei telefonini in funzione del tipo di rete utilizzata (2G o 3G) e delle condizioni di ricezione del ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale