Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 888

Risultati da 471 a 480 DI 888

12/01/2012 12:45:59 Il responsabile della maggiore aggressività della malattia

Scoperto nuovo marcatore per la Leucemia Linfatica Cronica
Utilizzando tecniche nuove di sequenziamento del DNA è stato possibile descrivere le mutazioni somatiche che esistono nella leucemia linfatica cronica. Il cosiddetto “splicing” del pre-Rna messsagero sarebbe il responsabile di un processo cellulare fondamentale nel determinare la malattia.
A dimostrarlo è stato uno studio effettuato da uno degli Istituti di Harvard a Boston (USA) la cui responsabile è Catherine J. Wu. La scienziata ha individuato in 91 pazienti 9 geni in cui erano ... (Continua)

11/01/2012 Pochi banali esercizi durante il giorno prevengono alcune cefalee

Combattere il mal di testa in modo semplice e pratico
La cefalea muscolo-tensiva è una delle più frequenti forme di mal di testa, che si può combattere e prevenire attraverso l’applicazione di piccoli esercizi facili da eseguire, purché espletati più volte al giorno. Molti soggetti, infatti tendono a somatizzare le loro tensioni nelle spalle, assumendo per molto tempo posture che finiscono per danneggiare sia la colonna vertebrale, sia i muscoli, sia i tendini. Si tratta di applicare moduli posturali che possono essere eseguiti in qualsiasi ... (Continua)

11/01/2012 Approvato dalla Commissione Europea per una terapia combinata

Tumore dell’ovaio, bevacizumab più chemio
Approvato dalla Commissione Europea il farmaco bevacizumab per il tumore ovarico. Il medicinale è indicato per la terapia in combinazione con chemioterapia standard (carboplatino e paclitaxel) nel trattamento di prima linea, dopo la chirurgia, per le donne affette da carcinoma ovarico in stadio avanzato.
Il farmaco ha dimostrato in vari studi la sua efficacia. I risultati dello studio di Fase III OCEANS, ad esempio, forniscono evidenza scientifica a supporto del ruolo potenziale di ... (Continua)

10/01/2012 14:04:01 La reazione emotiva alla perdita di una persona cara può essere drammatica

Si può reagire al lutto anche con un infarto

Quando muore una persona cara, la reazione di chi resta può raggiungere picchi di grande gravità. La disperazione e le emozioni legate alla perdita possono attivare meccanismi psicofisiologici tali da compromettere alcune funzionalità vitali.
La pressione arteriosa, la frequenza cardiaca possono aumentare fino a slatentizzare scompensi a carico di organi essenziali per la vita, come il cuore.
Classicamente una forte emozione scatena questo tipo di reazioni fisiologiche che seppure ... (Continua)

05/01/2012 Le risposte alla cardio-tossicità dei farmaci

Come ridurre gli effetti della chemio
L'evoluzione dei farmaci e delle terapie antitumorali non conosce sosta e i successi testimoniati dall'allungamento complessivo della vita media dei pazienti ne è la riprova. Tuttavia il conto che l'organismo nel suo complesso deve pagare per questi progressi non è irrilevante.
In molti casi, infatti, i pazienti devono addirittura sospendere i trattamenti per problemi cardiaci, ma gli esperti sottolineano l'importanza dell'ecocardiografia per una valutazione anticipata dei possibili ... (Continua)

29/12/2011 Rischio di infezione alle vie respiratorie con una scarsa igiene orale

Problemi ai polmoni se non ti lavi i denti
Mai andare a letto senza essersi lavati i denti. L'igiene orale non solo scongiura carie e alitosi, ma previene anche possibili infezioni delle vie respiratorie. Dopo essere stata associata a potenziali disturbi di natura cardiovascolare, la scarsa igiene orale è imputata dell'insorgenza di malattie polmonari.
L'allarme viene lanciato dalla Dental Health Foundation che cita una ricerca della Yale University School of Medicine diretta da Joshi Samit. Secondo ... (Continua)

29/12/2011 I vantaggi di una recisione ritardata

Tagliare il cordone ombelicale? Non c'è fretta
Meglio aspettare qualche minuto prima di separare madre e figlio uniti dal cordone ombelicale. Lo dice una ricerca svedese delle Università di Uppsala e di Umea pubblicata sul British Medical Journal.
Lo studio, condotto su un campione di 400 bambini nati a termine dopo gravidanze senza problemi rilevanti, conclude che la recisione affrettata del cordone ombelicale può impedire al bimbo di beneficiare degli ultimi nutrienti materni, in particolare il ferro.
La ricerca ha diviso le ... (Continua)

22/12/2011 13:41:05 L’andamento del disturbo acustico valutato attraverso le note scritte

Dalle opere di Beethoven un’analisi della sua sordità
Un interessante studio retrospettivo effettuato sugli spartiti del grande compositore ha evidenziato la correlazione esistente tra l’andamento del disturbo acustico di cui soffriva Beethoven e le sue opere.
In altre parole è emerso che egli prediligeva note di una determinata lunghezza d’onda, rispetto ad altre fino a quando la sua sordità non è stata assoluta. Finché il suo udito gli consentiva di sentire la sua musica oltre che internamente anche esternamente rispetto alla sua possibilità ... (Continua)

07/12/2011 Una lista di alimenti che contrastano l'ingiallimento

Cosa mangiare per avere denti bianchi
Chi non desidera avere i denti bianchi? Prima di ricorrere alle tecniche di sbiancamento però sarebbe bene provare la via dell'alimentazione. Sono molti infatti i cibi che determinano un ingiallimento dei denti, ma allo stesso tempo ce ne sono altri che favoriscono il mantenimento di una dentatura bianca e sana.
Gli esperti americani del Wake Forest Baptist Medical Center suggeriscono infatti il consumo di frutta e verdura, in particolare mele, sedano, cavolfiori, tutti prodotti che ... (Continua)

06/12/2011 10:35:13 Allo studio un esame specifico che indichi una predisposizione genetica
La componente genetica nelle malattie cardiovascolari
L'insorgenza di eventi cardiovascolari avversi è determinata da un complesso di fattori all'interno dei quali è senz'altro di fondamentale importanza lo stile di vita. Tuttavia, vi è anche una componente genetica e nel giro di qualche anno potrebbero essere disponibili dei test che rivelino le maggiori o minori probabilità di incorrere in un ictus o in un infarto.
A preannunciare questa eventualità è uno studio italiano diretto da Andrea Mezzetti dell'Università Gabriele D'Annunzio di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale