Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 888

Risultati da 81 a 90 DI 888

23/10/2015 10:25:00 L'esposizione al fumo raddoppia il rischio di carie

Il fumo passivo fa male ai denti dei bambini
Oltre a far male alla salute generale dei bambini e non solo, il fumo passivo ha un effetto negativo specifico sui denti dei più piccoli. A rivelarlo è uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team di ricercatori giapponesi.
Lo studio ha analizzato i dati di 75mila bambini nati fra il 2004 e il 2010 e sottoposti a regolari controlli sanitari appena nati e poi a 4, 9, 18 mesi e 3 anni. Le mamme hanno invece compilato dei questionari sull'esposizione al fumo passivo dalla ... (Continua)

22/10/2015 14:35:00 Deficit cerebrali indotti curati con la metodica
La stimolazione magnetica transcranica per l'ictus
I pazienti colpiti da ictus che hanno sviluppato disabilità a un arto possono recuperare la libertà di movimento grazie alla stimolazione transcranica magnetica (Tms). Lo dice uno studio condotto su 30 soggetti stimolati attraverso campi magnetici applicati dall'esterno.
Il lavoro, firmato dagli scienziati del Georgetown University Medical Center, ha testato l'efficacia della Tms, una tecnica che prevede l'utilizzo di una sonda che stimola magneticamente alcune specifiche regioni della ... (Continua)
16/10/2015 11:17:17 Destrometorfano-chinidina riduce gli episodi di agitazione

Nuova associazione valida in caso di Alzheimer
L'associazione destrometorfano-chinidina si rivela efficace nel ridurre il numero e la gravità degli episodi di agitazione nei malati di Alzheimer. Lo rivela uno studio pubblicato su Jama su un campione di 220 pazienti.
Nei pazienti affetti da demenza, l'agitazione e l'aggressività sono eventualità molto comuni. La terapia utilizzata in prima linea, costituita da farmaci psicotropi, non garantisce risultati significativi, anche perché spesso ha una scarsa efficacia e tolleranza.
Jeffrey ... (Continua)

15/10/2015 17:37:55 Se non trattato adeguatamente può degenerare

Quando il dolore postoperatorio diventa cronico
Il dolore postoperatorio è da mettere in conto dopo un intervento chirurgico, ma va tenuto sotto controllo affinché non sfoci in dolore cronico. Può infatti avere numerosi effetti negativi: dalle conseguenze psicologiche all’aumento delle secrezioni gastrointestinali, dalla ritenzione urinaria alle complicanze polmonari.
Ne abbiamo parlato in questa lunga intervista con Antonio Corcione, neo presidente SIAARTI e direttore Anestesia e Rianimazione all’ospedale Monaldi di Napoli
Professore ... (Continua)

13/10/2015 14:32:00 Scoperta strategia per bloccare il tumore cerebrale infantile
Nuovi approcci per il medulloblastoma
C'è una nuova speranza per i bambini affetti da medulloblastoma, il più diffuso tra i tumori cerebrali infantili. Alcuni ricercatori dell'Università La Sapienza e dell'Istituto Pasteur di Roma hanno individuato una via molecolare attraverso la quale si propaga la neoplasia.
Al momento la terapia prevede l'asportazione chirurgica seguita da chemioterapia e radioterapia. Nonostante l'invasività dei trattamenti, la sopravvivenza non è altissima e spesso accompagnata da pesanti effetti ... (Continua)
06/10/2015 09:47:00 Ciò che c'è da sapere sulle vaccinazioni

I vero/falso sui vaccini
Sempre più persone si fanno incantare dalle sirene delle campagne anti-vaccinali. A lanciare l'allarme è l'Istituto superiore di sanità, secondo cui la percentuale di vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B è scesa al di sotto del 95 per cento, e quella per morbillo, rosolia e parotite sotto all'86 per cento.
“Se non si ha più la cosiddetta 'immunità di gregge' - ricorda Walter Ricciardi, presidente dell'Iss - aumenta il rischio che bambini non vaccinati si ammalino, ... (Continua)

30/09/2015 11:29:00 Effetto positivo associato al suo consumo

La birra difende il cuore delle donne
Una donna che beve birra gode di un effetto preventivo sul rischio cardiovascolare. Lo dice una ricerca dell'Università di Gothenburg pubblicata sullo Scandinavian Journal of Primary Health Care.
Lo studio, realizzato su un campione di 1.500 donne, ha evidenziato una riduzione del rischio di infarto pari al 30 per cento con il consumo settimanale di una o due birre.
La ricerca è in realtà tuttora in corso perché è stata programmata per coprire un arco temporale molto lungo, 50 anni. I ... (Continua)

25/09/2015 15:17:00 I dubbi di uno degli scopritori della malattia

Sindrome di Brugada, davvero si può guarire?
Dalla sindrome di Brugada si può guarire. Lo sostiene uno studio realizzato dal medico che ha dato il nome alla sindrome, Josep Brugada (insieme al fratello Pedro), e dall'italiano Carlo Pappone.
I due team hanno pubblicato su Circulation gli esiti del loro lavoro, che ha portato alla messa a punto di una tecnica che consente di eliminare la patologia.
La sindrome di Brugada è una grave malattia genetica che può portare a morte improvvisa. La condizione è responsabile di circa il 15-20 ... (Continua)

23/09/2015 14:17:00 I 5 rimedi per evitarlo
Con l'autunno arriva il mal di testa da cervicale
L’autunno è arrivato, il relax estivo è un lontano ricordo e i ritmi quotidiani sono tornati quelli di sempre. Il lavoro e la routine creano spesso una situazione stressante per l’organismo, soprattutto nelle settimane che segnano l’inizio della stagione autunnale, quando anche le giornate si accorciano e le temperature iniziano a calare. Con le tante ore trascorse davanti al computer e l’agenda piena di scadenze e impegni, i muscoli si contraggono ed ecco comparire il mal di testa “da ... (Continua)
21/09/2015 15:31:00 Il rischio cardiovascolare non aumenta

Sesso dopo un infarto, si può fare
Un infarto non deve significare la fine della propria vita sessuale. I ricercatori della Ulm University, in Germania, ne sono convinti, tanto che hanno pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology i dettagli di uno studio sull'argomento.
I medici tedeschi hanno seguito oltre 500 sopravvissuti a un attacco di cuore, prendendo in considerazione i dati riguardanti la frequenza dei rapporti sessuali e quelli di eventuali altri problemi cardiaci. Si sono concentrati in particolare ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale