Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 767

Risultati da 301 a 310 DI 767

09/05/2012 18:51:00 Riconoscerla e curarla sono due momenti fondamentali per risolvere il problema

La Cleptomania è un disturbo psichico vero e proprio
Si tratta di un mancato controllo dell’impulso, una sorta di dipendenza non da una sostanza concreta tipicamente riconosciuta come da abuso, alcol, fumo di sigaretta, cannabis e altro; piuttosto la dipendenza da quella scarica di adrenalina che il rischio di essere scoperti nell’atto del rubare si può provare. È il rischio di correre un pericolo che determina la sensazione forte di attivazione interna che è quella ad essere la causa di dipendenza.
I sintomi per fare diagnosi di cleptomania ... (Continua)

03/05/2012 Quali cibi e quali stili di vita evitare

La cattiva alimentazione stimola il reflusso gastroesofageo
Anche in Italia il reflusso gastroesofageo colpisce sempre di più, circa il 20-25% della popolazione generale, favorito da cattive abitudini alimentari e stili di vita non salutari. Lo conferma una ricerca dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano svolta su un campione di circa 7000 soggetti di età superiore a 25 anni.
Il principale sintomo, la fastidiosa sensazione di bruciore localizzata nella parte medio-inferiore dello sterno, è causato dal contenuto dello stomaco che refluisce ... (Continua)

26/04/2012 La flora batterica orale dei fumatori è diversa e più pericolosa

I batteri fanno festa nella bocca di chi fuma
Non è solo una questione di alito, il fumo crea danni anche a bocca e denti facilitando la formazione di una flora batterica orale diversa e potenzialmente pericolosa. A dimostrarlo è una ricerca dell'Università dell'Ohio condotta dalla periodontologa Purnima Kumar, che ha analizzato una serie di campioni della superficie interna della bocca di 30 soggetti, divisi tra fumatori e non fumatori.
La dott.ssa ha raccolto i campioni a uno, due, quattro e sette giorni di distanza da una seduta di ... (Continua)

19/04/2012 12:12:33 Rete sociale e significato della vita

Religione, longevità e senso di soddisfazione della vita
Il canto corale impegna le persone mentalmente e fisicamente. Aggiungiamo che se questa esperienza avviene al servizio dello spirito può produrre anche un maggiore benessere e felicità.
Ellen Idler, professore di sociologia presso la Emory University afferma che il canto corale equilibra i corpi e le voci all'unisono e può essere molto importante per migliorare il benessere e la felicità.
Alcuni ricercatori asseriscono che le persone che frequentano regolarmente le funzioni religiose ... (Continua)

16/04/2012 10:05:03 La patologia favorita dalla presenza di determinate sostanze chimiche

Gli ftalati aumentano il rischio di diabete
Dopo esser stati messi sotto accusa per la loro influenza sulla gravidanza e sullo sviluppo del feto, gli ftalati vengono messi in relazione anche con l'insorgenza del diabete di tipo 2.
A rivelare l'associazione è un gruppo di studio dell'Università di Uppsala, in Svezia, secondo cui anche un'esposizione modesta e quindi un livello non elevato di ftalati nel sangue provoca un aumento del rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 del 50 per cento. La ... (Continua)

13/04/2012 Come evitare danni alle corde vocali per chi si sgola in classe

Un decalogo per la voce degli insegnanti
L'immagine dell'insegnante alle prese con una masnada di inferociti urlatori è una delle più tradizionali se si pensa alla scuola. Ebbene, ciò può provocare seri danni alle corde vocali del o della malcapitata di turno.
Le patologie che affliggono la nostra voce sono sempre più in aumento, soprattutto per coloro che sono costretti a utilizzarla quasi ininterrottamente per motivi di lavoro, come gli addetti ai call center, i venditori, gli istruttori di nuoto e di ginnastica ... (Continua)

02/04/2012 I risultati della sperimentazione su Pazopanib

Novità per il tumore alla vescica
Un farmaco molecolare, pazopanib, è in grado di ostacolare la formazione dei vasi sanguigni che alimentano il tumore della vescica, bloccandone la crescita e in alcuni casi anche riducendone la massa.
I risultati dello studio clinico di fase II sono presentati oggi da Andrea Necchi, oncologo della Struttura di Oncologia medica 2 dell’Istituto Nazionale dei Tumori e responsabile del trial, in occasione del prestigioso Meeting annuale dell’American Association for Cancer Research (AACR), la ... (Continua)

02/04/2012 Più attenti alla prevenzione riducendo i tempi di esposizione

Nel melanoma i piccoli rappresentano ‘l’anello debole’
Ripetuti eccessi di esposizione ai raggi solari durante l’infanzia triplicano il rischio di sviluppare il melanoma da adulti. I piccoli vanno difesi dal sole con adeguate protezioni, evitando sempre le ore centrali della giornata, soprattutto con l’arrivo della bella stagione. Alle “Nuove frontiere nel trattamento del melanoma” l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) dedica un convegno nazionale. La lotta contro questo tumore della pelle particolarmente aggressivo parte dalla ... (Continua)

31/03/2012 09:45:49 L’anosmia rende più fragili e ansiosi oltre che depressi

Senza l’olfatto aumenta l’insicurezza
Sebbene l’olfatto sia uno dei cinque sensi meno importanti nell’essere umano, la sua mancanza o il suo deficit, mette l’individuo in una condizione psicologica quantomeno spiacevole; una sua “diminutio” può più facilmente indurre stati ansiosi e alterazioni del tono dell’umore.
Nonostante che circa il venti per cento degli esseri umani soffra di questa patologia soltanto una piccola parte dà rilievo a tale disturbo.
Il sistema olfattivo ha grande importanza nelle scelte alimentari, nella ... (Continua)

21/03/2012 Nesso fra l'infiammazione della pelle e la dipendenza da fumo

Psoriasi, il caffè non c'entra, il fumo
Il caffè non può essere accusato di provocare la psoriasi. Lo afferma una ricerca del Brigham and Women's Hospital di Boston che ha preso in esame i dati provenienti dal Nurses' Health Study, una ricerca che ha preso in esame lo stato di salute di 80 mila infermiere americane.
Il team, guidato da Abrar Qureshi, ha esaminato i questionari compilati dalle volontarie in relazione al consumo di caffeina, evidenziando la mancanza di un nesso fra le due cose. “C'è inoltre un crescente corpo di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale