Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3164

Risultati da 1941 a 1950 DI 3164

13/10/2010 Ricerca sviluppa una molecola sintetica in grado di disattivare Stat3
Tumore al fegato, una molecola spegne il gene responsabile
Alla base della sopravvivenza di un gruppo di cellule tumorali del fegato c'è l'oncogene Stat3, che stando ai risultati di una ricerca americana potrebbe essere disattivato attraverso una nuova molecola.
I ricercatori della Ohio State University hanno infatti messo a punto una molecola sintetica con il nome provvisorio di Llll12 che sarebbe in grado di spegnere il gene incriminato e sembrerebbe efficace anche contro altri tipi di cancro, fra cui quello del seno e quello del pancreas. La ... (Continua)
12/10/2010 Tendenza ad ingrassare e “geografia” del grasso sono una questione genetica

Il fisico delle donne dipende dai geni
Genetica come rifugio per l'auto-assoluzione. Due diversi studi, infatti, puntano il dito contro i geni per spiegare le caratteristiche che sottintendono alla formazione del fisico umano, in particolare di quello femminile.
Secondo la prima ricerca pubblicata su Nature Genetics, sarebbero 13 i geni responsabili della forma fisica, e quindi dell'appartenenza alla categoria delle top model o delle donne comuni sempre alle prese con problemi di linea. Leggendo i dati della ricerca, è quasi ... (Continua)

08/10/2010 10:35:16 Studio italiano chiarisce i meccanismi molecolari che ci difendono dagli UVA

Una proteina ci protegge dai danni del sole
A difesa della pelle aggredita dai raggi ultravioletti, il nostro organismo mette in campo un vero e proprio esercito di geni che ci difendono dai rischi connessi all'esposizione, primo fra tutti il temibile melanoma.
Sono oltre 300 i geni coinvolti nella riparazione del Dna, a conferma di quanto questa azione sia complessa e fondamentale per la nostra sopravvivenza. Difetti nei geni responsabili per la riparazione delle lesioni causate da raggi UV sono all’origine di diverse malattie ... (Continua)

08/10/2010 Trattamento per ritardare l'effetto degenerativo della malattia
Distrofia di Duchenne, nuovi bersagli farmacologici
Battere la distrofia di Duchenne sul tempo. Una ricerca condotta da Pier Lorenzo Puri, ricercatore presso l’Istituto Telethon Dulbecco e l’IRCCS Fondazione Santa Lucia di Roma, ha chiarito ulteriormente i meccanismi con cui le cellule staminali presenti nei muscoli possono rigenerare nuovo tessuto in risposta a un danno.
Pubblicato sulla rivista Cell Stem Cell e sostenuto anche da Parent Project Onlus, lo studio ha individuato nuovi bersagli farmacologici da sfruttare per rinviare il più ... (Continua)
07/10/2010 Bassi livelli dell'ormone favoriscono l'insorgenza della patologia
Testosterone fattore di rischio per l'Alzheimer
Il testosterone, l'ormone sessuale maschile, è associato all'Alzheimer. Nello specifico, una sua carenza prolungata nel tempo faciliterebbe lo sviluppo della malattia. A sostenerlo è uno studio condotto dall'Università di Hong Kong, che si è basato sull'analisi di un gruppo di 153 uomini a partire dai 55 anni a cui non era stata diagnosticata la malattia, ma che ne mostravano i primissimi sintomi, come perdite di memoria occasionali e lievi problemi cognitivi.
Passato un anno, 10 soggetti ... (Continua)
07/10/2010 Le armi della prevenzione
Le vene blu sulle gambe
D’accordo gli esperti: ci si preoccupa principalmente del fattore estetico.
E si ignora così che i primi antiestetici segni sulle gambe
possono essere l’anticamera
di patologie anche gravi
e portare al ricovero in ospedale.
In agguato, addirittura, l’embolia polmonare.
Ecco le armi della prevenzione:
corretto stile di vita, flavonoidi micronizzati
e calze elastiche.





Intervista a
Claudio Allegra

Presidente della Union ... (Continua)
06/10/2010 Scoperta italiana sulle malattie del fegato

Fegato malato, le staminali lo riparano
In coincidenza con un fegato in difficoltà, intervengono le cellule staminali del midollo osseo che, attraverso il plasma, accorrono per curare l'organo compromesso da patologie gravi o quando una sezione di tessuto epatico viene asportata a causa di un tumore o di altre lesioni.
Le cellule staminali del midollo osseo intervengono quando quelle proprie del fegato non riescono più a garantire l'autorigenerazione dell'organo. È una scoperta dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma a ... (Continua)

05/10/2010 I dati indicano una prevalenza degli uomini nell'aumento del peso medio

Obesità sempre più maschile
Uomini sempre più grassi. È questo il senso dei dati forniti a margine della presentazione di Obesity Day, due giornate di sensibilizzazione sul tema dell'obesità che si terranno il 10 e l'11 ottobre prossimi.
Stando ai numeri presentati dal prof. Fatati, presidente dell'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), “gli obesi erano 19 su 100 all'inizio del secolo, molto al di sotto delle coetanee che arrivavano al 24%”. La situazione si è completamente capovolta; le donne ... (Continua)

05/10/2010 Una miscela di aminoacidi combatte l'invecchiamento

Il segreto di una vita lunga
L'ambizione di ogni scienziato, quella di trovare l'elisir di lunga vita. Uno studio italiano sembra essersi avvicinato alla meta, grazie a un lavoro coordinato dal prof. Enzo Nisoli, della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Milano.
La ricerca, che sarà pubblicata domani sulla prestigiosa rivista Cell Metabolism, si basa sullo studio degli aminoacidi a catena ramificata (BCAA), alla base di un composto destinato a incidere sulla qualità e soprattutto sulla ... (Continua)

05/10/2010 L'emopessina associata a maggiori possibilità di sopravvivenza in caso di sepsi

Sepsi, una proteina per guarire
Una ricerca sui meccanismi coinvolti nella sepsi grave ha concluso che il gruppo eme libero, un componente dell'emoglobina contenente ferro e altri atomi, gioca un ruolo chiave nell'evoluzione della malattia. La ricerca ha anche svelato il potenziale terapeutico di una molecola naturale che si nutre del gruppo eme. I risultati sono stati pubblicati nella rivista "Science Translational Medicine". La sepsi grave è solitamente causata da reazioni fisiologiche incontrollate a un'infezione, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale