Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3164

Risultati da 2951 a 2960 DI 3164

17/01/2003 
Morbo di Chron: una malattia dalle cause incerte
Il morbo di Chron è una malattia diffusa e in aumento nei Paesi occidentali e colpisce soprattutto i giovani ed i soggetti di mezza età.
E’ una malattia infiammatoria che può interessare tutto l’intestino dando infiammazioni e ulcere ed è caratterizzato, nella maggior parte dei soggetti, da diarrea cronica, perdita di sangue con le feci e dolore addominale. La sua causa è tuttora sconosciuta e può interessare sia le bambine che le adolescenti. Le lesioni cutanee, di solito a livello ... (Continua)
16/01/2003 
Oltre all'evoluzione della specie c'è la ''ri-evoluzione''
Studi sul Dna hanno dimostrato per la prima volta l'esistenza della ''ri-evoluzione'', una teoria finora solamente ipotizzata e in contrasto con le leggi enunciate da Darwin. La scoperta potrebbe portare alla riscrittura della teoria dell'evoluzione della specie. Secondo gli specialisti della Brigham Young University di Provo nello Utah, alcune specie di insetti hanno in un primo momento perso la loro capacita' di volare, ma poi l'hanno sviluppata di nuovo a distanza di 50 milioni di ... (Continua)
16/01/2003 
Fecondazione in vitro a rischio sindrome Becwith-Wiedermann
Le tecniche di fecondazione in vitro possono trasmettere patologie genetiche, in particolare la sindrome di Beckwith-Wiedemann. E' quanto dimostrato dai ricercatori britannici dell'Universita' di Birmingham, che hanno studiato 149 bambini colpiti da questa malattia.
Gli specialisti ricordano che la sindrome di Beckwith-Wiedemann e' caratterizzata da eccessiva crescita, difetti della parete addominale, bassi livelli di glucosio nel sangue, anormalita' renali e aumentato rischio ... (Continua)
14/01/2003 

Tessuti cardiaci creati in laboratorio con cellule staminali
Grazie a cellule staminali embrionali, per la prima volta al mondo sono stati creati in laboratorio tessuti cardiaci umani. Ci sono riusciti i ricercatori del Technion-Israel Institute of Technology di Haifa, che hanno spiegato che ora questi tessuti serviranno ''per creare e testare nuovi farmaci, per la ricerca in campo genetico, per l'ingegneria dei tessuti e per misurare gli effetti degli agenti stressanti del cuore''. La ricerca e' stata pubblicata su Circulation.
''Le frontiere ... (Continua)

13/01/2003 
Cesareo previene il contagio dell'Herpes al bambino
Il taglio cesareo riduce dell'85%, nelle donne incinte portatrici del virus dell'Herpes genitale simplex (Hsv), il rischio di trasmissione al neonato. E' quanto emerge da uno studio americano, pubblicato sul Journal of American Medical Association (Jama).
I ricercatori dell'universita' di Washington, a Seattle, hanno valutato lo stato sierologico di 58.362 donne incinte, seguite dal 1982 al 1999. Al termine della gravidanza, il virus e' stato isolato in 202 pazienti. Circa il 5% delle ... (Continua)
13/01/2003 
Contro il cancro una molecola ripara Dna 'difettoso'
Create molecole che 'riparano' gli errori di lettura del Dna. Potranno essere utilizzate per prevenire malattie, come il cancro e l'atrofia muscolare, in cui alcune 'sviste' nella traduzione delle istruzioni contenute nei geni danno origine a proteine anomale. Le molecole riparatrici, sintetizzate da ricercatori statunitensi in uno studio pubblicato sulla rivista 'Nature Structural Biology', potranno essere utilizzate anche per 'aggiustare' proteine prodotte da geni difettosi.
Adrian R. ... (Continua)
09/01/2003 
Sì a ormoni in menopausa ma solo a bassi dosaggi
Al dosaggio piu' basso in commercio, e per il tempo minore possibile. Sono queste, in sintesi, le condicazioni che la Food and Drug Administration statunitense, pone affinché si possano usare le terapie ormonali per alleviare gli inconvenienti della menopausa, tra cui le vampate di calore, la secchezza vaginale e l'osteoporosi. ''La prima regola che le donne devono imparare - ha detto Mark McClellan della Fda nel corso di un'intervista con la stampa statunitense - e' che l'uso degli ormoni non ... (Continua)
08/01/2003 
Terapia ormonale protegge donne diabetiche da infarto
La terapia ormonale sostitutiva protegge il cuore delle donne diabetiche e riduce il rischio di infarti cardiaci. Ma l'effetto riguarda solo le donne che non sono state gia' vittima di recenti infarti cardiaci.
Infatti, uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'Circulation', rivela che, in quest'ultimo caso, la combinazione di estrogeni e progestinici sarebbe pericolosa perche' aumenterebbe le probabilita' che gli infarti si ripetano.
Assiamira Ferrara, MD, PhD, Division ... (Continua)
07/01/2003 
Effetti sul seno della terapia ormonale per la menopausa
La terapia ormonosostitutiva, che associa estrogeno e progestinici, provoca un aumento della densita' mammaria, anche se il legame di questa variazione con il rischio di carcinoma resta ancora incerto. Questa la conclusione di uno studio condotto da ricercatori americani dell'Universita' della California a Los Angeles. Gli specialisti hanno confrontato le mammografie eseguite in 571 donne (eta' compresa tra i 45 e i 64 anni) in menopausa arruolate nello studio ''Postmenopausal ... (Continua)
07/01/2003 

La 'pancetta' degli over 50 dipende da un gene
Altro che torroni, panettoni e 'abbuffate' natalizie. La tendenza ad ingrassare, una volta superata la boa degli 'anta', e' colpa di un gene, o meglio di una sua variante, responsabile della 'pancetta' tipica degli 'over 50'. Lo ha scoperto l'equipe di ricercatori italiani del Dipartimento assistenziale di Clinica medica dell'Universita' Federico II di Napoli, diretta dal professor Pasquale Strazzullo. Gli studiosi hanno infatti dimostrato che, chi presenta la variante denominata 'DD' del gene ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale