Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 806

Risultati da 201 a 210 DI 806

28/06/2014 Una gravidanza dopo i 33 anni aumenta le probabilità di una lunga vita

Donne più longeve se diventano mamme più tardi
Non tutto il male vien per nuocere. Secondo uno studio della Boston University School of Medicine, infatti, le donne che faticano a rimanere incinte, o quelle che scelgono consapevolmente di avere un figlio in età matura, hanno una maggiore probabilità di vivere più a lungo della media.
Lo studio, pubblicato sulla rivista Menopause, rivela che le donne che hanno un bambino dopo i 33 anni mostrano una possibilità più alta di essere più longeve rispetto a quelle che rimangono incinte ... (Continua)

27/06/2014 14:34:28 La Rigenerazione Cellulare bSBS per trattare la calvizie

Una nuova cura per l'alopecia
La perdita dei capelli, sia nell'uomo che nella donna, può essere ricondotta a varie e diverse patologie connesse tra di loro. La più comune è l'alopecia che trova le sue principali cause nel testosterone, fra i maggiori nemici dei follicoli piliferi, e nella Prostaglandina PGD2, ritenuta dai massimi esperti del settore la causa reale della calvizie, in quanto capace di provocare non solo l’assottigliamento veloce dei follicoli ma anche l'atrofia totale del bulbo pilifero, arrivando addirittura ... (Continua)

25/06/2014 Aumenta anche il rischio di ritardi mentali

Allarme pesticidi, causano l'autismo
L'esposizione a pesticidi durante la gravidanza rende più probabile l'insorgenza dell'autismo. Lo dice uno studio dell'Istituto Uc Davis Mind della California firmato dalla ricercatrice Irva Hertz Picciotto.
Il contatto con i pesticidi esporrebbe i feti a un maggior rischio anche di ritardo mentale, stando alle conclusioni della scienziata americana. Lo studio, pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives, mostra che l'associazione più evidente si verifica se l'esposizione ... (Continua)

12/06/2014 Nesso fra la presenza di nei sulla pelle e insorgenza del tumore

I nei favoriscono il cancro al seno
Anche i nei come fattore di rischio per il cancro al seno. È quanto suggeriscono due ricerche pubblicate su Plos Medicine da team indipendenti. Il primo, americano, ha ricavato i propri dati dal Nurses' Health Study, un vasto studio prospettico che ha coinvolto oltre 70mila infermiere statunitensi di età compresa fra i 40 e i 65 anni valutandone la salute complessiva.
Le donne hanno risposto anche a delle domande sul numero dei nei di diametro superiore ai 3 millimetri presenti sulle ... (Continua)

09/06/2014 15:54:00 Una carenza della sostanza rallenta lo sviluppo mentale del bambino

Rischio di ritardo mentale con deficit di iodio
Donne incinte, attente allo iodio! Come se non bastassero tutte le innumerevoli precauzioni da rispettare durante la gestazione, le donne ora sono messe sull'avviso anche per ciò che riguarda lo iodio, la cui carenza potrebbe causare un rallentamento dello sviluppo mentale del bambino.
A lanciare l'allarme è l'American Academy of Pediatrics, i cui esperti hanno evidenziato sulla rivista Pediatrics l'esigenza di un'integrazione di iodio nella dieta della donna in stato interessante.
«La ... (Continua)

06/06/2014 12:34:00 Un terzo di chi va in palestra denuncia smagliature e problemi della pelle

Troppi anabolizzanti provocano smagliature
Le palestre finiscono di nuovo sotto accusa. Soprattutto quelle che distribuiscono anabolizzanti ai propri clienti senza controllo sugli effetti. A metterle nel mirino sono le ultime ricerche dei dermatologi sugli effetti che provocano tali sostanze.
Secondo uno studio della dermatologa Elisabetta Sorbellini, in forza allo Studio Rinaldi di Milano e specializzata nell’utilizzo dei laser, nell’ultimo anno sono aumentati del 34% gli uomini frequentatori di palestre che hanno segnalato ... (Continua)

05/06/2014 11:34:00 Approvato siltuximab, nuovo anticorpo anti-interleuchina-6

Nuovo farmaco per la malattia di Castleman
La forma multicentrica della malattia di Castleman (MCD) può essere ora combattuta con maggior efficacia grazie a siltuximab.
Il nuovo anticorpo monoclonale diretto contro l'interleuchina-6 (IL-6) è stato approvato dall'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, e dalla Fda americana. Le due approvazioni rappresentano un passo in avanti importante nel trattamento di questa forma della patologia non associata all'infezione da Hiv o da Herpes virus 8.
Il nuovo farmaco – commercializzato con il ... (Continua)

05/06/2014 Nuove formulazioni per migliorare l'assorbimento dei farmaci

In arrivo nuove cure per l'acne
Dall'acne si può guarire. Ne è convinto il dott. Vincenzo Bettoli, che lavora presso l'Azienda ospedaliera Universitaria Arcispedale S. Anna di Ferrara ed è intervenuto all'XI simposio primaverile della European academy of dermatology and venereology (Eadv) che si è tenuto a Belgrado dal 22 al 25 maggio.
«Nei prossimi anni ci saranno novità interessanti nel campo dei farmaci per l'acne», spiega Bettoli, «per quanto riguarda i prodotti ad uso topico, gel e creme per intenderci, si stanno ... (Continua)

29/05/2014 12:54:28 Il più costoso ondansetron non risulta più efficace

Nausea in gravidanza, metoclopramide è l'opzione migliore
Nel trattamento delle nausee mattutine il farmaco metoclopramide non risulta inferiore al più costoso e più prescritto dai ginecologi ondansetron. A scoprirlo è un gruppo di ricerca dell'Università di Malaya a Kuala Lumpur, in Malesia.
Il team, diretto dal ginecologo Mohamed Norazam Abas, ha pubblicato sulla rivista Obstetrics & Gynecology gli esiti di uno studio comparativo: «circa il 70-85% delle gestanti soffrono di nausea e vomito, sintomi che talvolta possono diventare talmente intensi ... (Continua)

28/05/2014 11:18:16 Studio segnala i possibili problemi di coagulazione nel feto

Dabigatran rischioso in gravidanza
L'anticoagulante dabigatran potrebbe costituire un serio rischio per le donne in attesa di un bambino. A dirlo è uno studio pubblicato su Obstetrics & Gynecology da un team dell'Università di Toronto guidato da Priya Bapat.
L'uso del farmaco potrebbe creare problemi al feto superando la barriera placentare e condizionandone la capacità di coagulazione del sangue. I medici canadesi hanno realizzato un esperimento di perfusione su sei placente ottenute da altrettante gravidanze a termine con ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale