Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 806

Risultati da 251 a 260 DI 806

05/02/2014 12:49:00 Ricerche dai risultati contraddittori

I FANS e il rischio di aborto
L'assunzione di anti-infiammatori non steroidei (FANS) durante la gravidanza non aumenterebbe il rischio di aborti spontanei. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista Canadian Medical Association Journal da un team della University of the Negev, in Israele.
I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 65mila donne fra i 15 e i 45 anni ricoverate in ospedale per partorire fra il 2003 e il 2009. Nel 90 per cento dei casi, le donne hanno avuto un bambino, mentre per il restante 10 per ... (Continua)

04/02/2014 12:06:00 Risultati sorprendenti da una ricerca americana

Meno malformazioni del feto se la donna ha più di 35 anni
Il buon senso comune e indagini precedenti inducevano a pensare che le donne con più di 35 anni in attesa di un bambino corressero un rischio di malformazioni del feto maggiore delle altre. Non è così, secondo una ricerca della Washington University di St. Louis presentata nella riunione annuale della Society for Maternal-Fetal Medicine a New Orleans.
La ricerca conferma il rischio maggiore di anomalie cromosomiche, prima fra tutte la sindrome di Down, ma allo stesso tempo smentisce la ... (Continua)

31/01/2014 12:14:00 Una vera dipendenza lega i consumatori alla sostanza

La caffeina è una droga
Bere caffè è come drogarsi. Almeno dal punto di vista della dipendenza che viene a crearsi col tempo. A dirlo è uno studio dell'American University di Washington, dai cui risultati è emerso che una riduzione del consumo della sostanza nei consumatori abituali provoca vere e proprie crisi di astinenza.
La dott.ssa Laura Juliano, coordinatrice dello studio pubblicato sul Journal of Caffeine Research, spiega: “gli effetti negativi della caffeina non sono spesso riconosciuti come tali, perché si ... (Continua)

31/01/2014 11:09:00 Maggior rischio di insorgenza della malattia nella prima infanzia

I prematuri rischiano l'asma
Chi nasce prima del termine corre un rischio maggiore di asma rispetto ai coetanei nati a termine. A dirlo è uno studio del Maastricht University Medical Centre pubblicato su Plos Medicine. Secondo lo studio firmato da Jasper Been e dai suoi colleghi, il rischio di insorgenza dell'asma e di disturbi legati al raffreddamento durante l'infanzia è strettamente legato alla tempistica relativa alla nascita del bambino.
Gli scienziati belgi hanno effettuato una revisione di 30 studi che hanno ... (Continua)

31/01/2014 10:00:41 I bambini più paffuti rischiano maggiormente di diventare adulti obesi

L'obesità va all'asilo
Forse era un collegamento naturale da fare, ma ora è stato provato scientificamente. I bambini più cicciottelli che vanno all'asilo saranno probabilmente gli adulti obesi di domani. Per la precisione, rischiano quattro volte di più degli altri di avere problemi di peso.
A dirlo è una ricerca della Emory's University di Atlanta, i cui medici hanno pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine i risultati di uno studio su un campione di bambini nati fra il 1998 e il 1999.
Gli ... (Continua)

30/01/2014 14:42:10 Attesa di oltre 18 mesi in media fra una gravidanza e l'altra

Dopo la pillola la seconda gravidanza è più dura
Le donne che scelgono la pillola o dispositivi intrauterini come la spirale come sistema contraccettivo dopo la prima gravidanza devono poi attendere in media 18 mesi da quando decidono di avere il secondo figlio. Si tratta di un'attesa significativamente maggiore rispetto ad altri sistemi come il preservativo o gli spermicidi.
A dirlo è una ricerca apparsa sull'American Journal of Obstetrics and Gynecology a firma di ricercatori dell'Università della California di San Francisco. La dott.ssa ... (Continua)

28/01/2014 10:19:49 Analisi del primo e del secondo globulo polare

Un doppio screening genetico combatte l'orologio biologico
Portare indietro le lancette dell'orologio biologico di 10 anni è possibile quando si parla di ovociti. Abbinando lo screening genetico sul primo e sul secondo globulo polare, per le donne 40enni è possibile poter affrontare il desiderio di una maternità con una maggiore serenità.
Questa doppia analisi aumenta infatti le percentuali di successo, arrivando a sfiorare un tasso del 50 per cento, “quasi come se si avesse a che fare con ovociti di una trentenne”, osserva Michael Jemec, ... (Continua)

27/01/2014 10:14:11 Pro e contro secondo diverse ricerche

Il parto in casa è rischioso?
Per secoli le donne non hanno avuto scelta, dovevano partorire in casa, se una casa c'era. In età moderna il parto in casa è ormai relegato nella categoria delle scelte eccentriche e da molti è visto come un rischio inutile.
A dar manforte a questa visione è uno studio pubblicato sul Journal of Medical Ethics da ricercatori della Oxford University e dell'Università di Melbourne. Secondo lo studio la scelta di partorire in casa è certamente legittima, ma è presa il più delle volte senza avere ... (Continua)

25/01/2014 11:06:35 Un consumo elevato può favorire il cancro al seno

L'acido folico può anche far male
L'acido folico è noto ormai da tempo come integratore che aiuta a prevenire i difetti del tubo neurale, in particolare la spina bifida. Una recente ricerca, tuttavia, mette in guardia le future mamme dai pericoli di un'assunzione esagerata di questa vitamina che appartiene al gruppo B.
Lo studio è stato pubblicato su Plos One da un team di ricerca dell'Università di Toronto guidato dal dott. Young-In Kim. Secondo le analisi, sarebbero sufficienti dosi superiori di 2,5 volte il fabbisogno ... (Continua)

23/01/2014 16:13:09 Assumerli in gravidanza aumenta il rischio di ipertensione polmonare persistente

Polmoni dei neonati a rischio con gli antidepressivi
Le donne incinte dovrebbero astenersi dall'assumere antidepressivi in gravidanza, anche nella fase finale. Stando ai dati di uno studio pubblicato sul British Medical Journal, infatti, i nati da mamme che assumevano antidepressivi Ssri, ovvero gli inibitori della ricaptazione della serotonina, mostravano un rischio maggiore di ipertensione polmonare persistente rispetto alla media.
Sophie Grigoriadis, direttore del Women’s Mood and Anxiety Clinic al Sunnybrook Health Sciences Centre di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale