Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 806

Risultati da 351 a 360 DI 806

13/02/2013 Associazione positiva fra uso dell'integratore e rischio di autismo

L'acido folico previene l'autismo
Uno studio di ricercatori norvegesi ipotizza un'associazione positiva fra consumo di acido folico nelle prime settimane di gravidanza e rischio ridotto di autismo. Lo studio, coordinato dal dott. Pål Surén del Norwegian Institute of Public Health di Oslo, dimostra che una supplementazione di acido folico in epoca prenatale può ridurre il rischio di disturbi dello spettro autistico, oltre a ridurre quello di difetti del tubo neurale.
L'analisi si è avvalsa di un vasto campione di oltre 85 ... (Continua)

13/02/2013 Un prelievo di sangue determina le trisomie 18 e 13

Gravidanza, un test per le sindromi di Edwards e Patau
Basta un semplice prelievo di sangue in gravidanza per individuare nel feto due gravissime anomalie cromosomiche. Il Praenatest amplia il proprio spettro diagnostico e, oltre ad individuare la sindrome di Down nel nascituro, arriva oggi a determinare anche le sindromi di Edwads e Patau. “Oltre a determinare la trisomia 21, conosciuta come la sindrome di Down, questo esame assolutamente non invasivo riesce individuare anche la trisomia 18 (sindrome di Edwads) e la trisomia 13 (sindrome di ... (Continua)

06/02/2013 17:56:10 Associazione tra obesità paterna ed anomala metilazione del DNA nella prole
Obesità nei papà ed aumentato rischio di malattia nei figli
Lo studio, che è stato pubblicato il 6 febbraio sulla rivista BMC Medicine, dimostra per la prima volta nell'uomo che l'obesità paterna può alterare un meccanismo genetico nella generazione successiva, il che suggerisce che i fattori dello stile di vita di un padre può essere trasmesso ai suoi figli.
"Comprendere i rischi della attuale stile di vita occidentale per le generazioni future è importante", ha detto il biologo molecolare Adelheid Soubry, PhD, autore principale dello studio. "Lo ... (Continua)
05/02/2013 In molti casi le etichette mentono o sono evasive

Nella giungla degli alimenti senza zucchero
Se avete intenzione di acquistare alimenti senza zucchero, la vostra ricerca potrebbe rivelarsi più lunga del previsto. A dispetto della presenza di tanti prodotti che decantano la propria estraneità agli zuccheri aggiunti, in realtà le cose non stanno esattamente così.
A dirlo è un'inchiesta di Altroconsumo, che ha individuato 40 prodotti dalle etichette ingannevoli, procedendo a una denuncia presso l'Autorità garante della concorrenza e del mercato per pratiche commerciali ... (Continua)

01/02/2013 Supplementi di mio-inositolo ne prevengono l'insorgenza

Come prevenire il diabete gestazionale
Un supplemento giornaliero di mio-inositolo durante la gravidanza aiuta a ridurre il rischio di insorgenza del diabete gestazionale. A dirlo è una ricerca dell'Università di Messina che ha pubblicato sulla rivista Diabetes Care i risultati di un piccolo studio pilota al quale hanno partecipato 220 donne in gravidanza con una storia familiare di diabete di tipo 2.
Le donne sono state divise in due gruppi: il primo ha assunto mio-inositolo per due volte al giorno oltre all'acido folico ... (Continua)

17/01/2013 Lavorare oltre 40 ore alla settimana può provocare danni al feto

Gravidanza, lavorare troppo fa male
Uno studio condotto da alcuni ricercatori dell'Università di Rotterdam mette nero su bianco ciò che il buon senso comune aveva già intuito, ovvero che passare troppo tempo al lavoro durante la gravidanza può creare problemi al feto.
Secondo la ricerca realizzata su un totale di 4680 donne e pubblicata su Occupational and Environmental Medicine, a destare preoccupazione non è lo sforzo fisico in genere e il fatto di sollevare pesi, ma il fatto di rimanere in piedi per lungo tempo e lavorare ... (Continua)

08/01/2013 Ma le chemiochine CCL2 hanno un effetto protettivo

L'esposizione al mercurio mette a rischio i neonati
Sono tanti, troppi i bambini esposti durante la gravidanza a livelli di mercurio sopra la norma, 200 mila solo in Italia. A renderlo noto è uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Health dall'istituto Ehesp di Rennes, che ha stimato in 1,8 milioni i neonati europei alle prese con concentrazioni di mercurio esagerate.
I ricercatori francesi si sono basati sulle analisi di alcuni campioni di capelli di mamme e bambini di 17 paesi dell'Unione. Il limite di sicurezza imposto dai ... (Continua)

04/01/2013 Terapia di prima scelta in caso di calcolosi

La litotrissia per eliminare i calcoli renali
La calcolosi renale è una patologia molto diffusa di carattere lesivo nei confronti delle funzioni renali, sia che i calcoli si sviluppino nei reni sia nell'uretere. Negli ultimi decenni ci sono stati importanti evoluzioni per quanto concerne la terapia.
I calcoli si formano nel momento in cui i sali presenti all'interno dell'organismo non vengono diluiti in maniera adeguata. Quando la concentrazione di sali diviene troppo elevata si formano nelle vie urinarie dei cristalli, ovvero dei ... (Continua)

03/01/2013 Prima di nascere i bambini già cominciano a studiare il linguaggio

Imparare a parlare già nel pancione
Non è mai troppo presto. La fortunata trasmissione televisiva che insegnava a parlare, a leggere e a scrivere italiano negli anni '60 ha anche un suo contraltare “fisiologico”. Secondo una ricerca americana, infatti, i bambini comincerebbero a imparare la propria lingua già nel pancione della mamma.
Secondo gli scienziati dell'Institute for Learning & Brain Sciences della University of Washington, basterebbero addirittura poche ore di vita per consentire ai bebè di distinguere le parole ... (Continua)

27/12/2012 14:03:34 Tutti i segreti della Dioscorea

Una radice per contrastare il sovrappeso di origine ormonale
La dioscorea (Dioscorea villosa), nota anche come igname selvatico o wild yam, è una pianta appartenente alla famiglia delle Dioscoreacee; la sua forgia è lianiforme, il fusto, sottile e lanoso, può raggiungere i 12 m di lunghezza. È originaria del Messico, oggi diffusa in tutto il Sud America, i cui principi attivi più rilevanti sono contenuti nelle radici e nei tuberi.
Utilizzata sin dai tempi degli Aztechi per trattare molti disturbi femminili, dalla sindrome premestruale alla ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale