Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 186

Risultati da 101 a 110 DI 186

12/10/2011 Come evitare spiacevoli inconvenienti con gli alimenti

Le regole per conservare il cibo e non correre rischi
Mangiare bene, si sa, è un'attività fondamentale per la salute del nostro organismo. Tuttavia, c'è un passaggio precedente su cui bisogna riflettere e porre la massima attenzione, ovvero la corretta conservazione degli alimenti, per evitare che i cibi scelti perdano gusto, proprietà nutritive o peggio scatenino veri e propri disturbi fisici.
Per questo, è bene tenere a mente una serie di accorgimenti che mantengano inalterate le qualità dei prodotti acquistati una volta che li abbiamo ... (Continua)

10/10/2011 I cibi più indicati per evitare i segni del tempo

Una dieta a prova di rughe
L'elisir di giovinezza esiste, si trova nei cibi di tutti i giorni. Lo assicura la Coldiretti, che ha preparato una lista di alimenti fondamentali per la cura della nostra pelle e per contrastarne l'invecchiamento. Gli alimenti indicati dalla Coldiretti, infatti, proteggono l'organismo dai radicali liberi, che hanno fra gli altri effetti quello di partecipare alla formazione delle antiestetiche rughe.
La proliferazione dei radicali liberi è favorita dal fumo e dall'inquinamento ... (Continua)

15/07/2011 In presenza di varianti genetiche i farmaci mostrano meno efficacia

La risposta alla terapia del dolore dipende dal Dna
Il Dna e il patrimonio genetico influenzano anche la nostra percezione del dolore e in particolare la risposta ai farmaci che servono per calmarlo, come ad esempio la morfina.
I ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano, in collaborazione con l’Università Norvegese di Scienze e Tecnologia di Trondheim, analizzando il patrimonio genetico di oltre 1000 pazienti trattati con oppioidi, hanno identificato otto varianti del Dna in grado di spiegare, almeno in parte, come i pazienti ... (Continua)

13/07/2011 Un'integrazione di estratto di melassa riduce i grassi

La melassa contrasta l'obesità
Aggiungere estratto di melassa alla propria dieta potrebbe favorire la riduzione dei grassi e la perdita di peso corporeo. Lo afferma una sperimentazione australiana dell'Università La Trobe di Bundoora, i cui ricercatori illustreranno i dettagli dello studio nel corso del convegno annuale della Society for the Study of Ingestive Behavior.
Secondo i ricercatori per assicurarsi una riduzione dell'assorbimento calorico e una diminuzione della leptina, l'ormone prodotto dalle cellule adipose, ... (Continua)

21/03/2011 Il giusto riposo è fondamentale per la memorizzazione

Il sonno utile a riorganizzare le idee
Sbaglia chi ritiene sprecate le ore dedicate al sonno e sottratte all’attività diurna.
Anzi, per assicurarsi un cervello sempre giovane bisogna ricordare l'importanza di un giusto riposo, perché il sonno è alleato della memoria. Per stimolare questa funzione cognitiva e mantenere agile e scattante il cervello a lungo, i neuropsicologi raccomandano soprattutto un numero adeguato di ore di sonno che coadiuva il meccanismo dei ricordi, come precisa il dottor Giuseppe Alfredo Iannoccari, ... (Continua)

27/12/2010 In arrivo un farmaco a base di teobromina

Una sostanza nel cioccolato calma la tosse persistente
Il cioccolato può essere utile anche per la tosse. Secondo l'annuncio apparso sul Daily Telegraph riguardo l'immissione in commercio di un prodotto contro la tosse persistente, la teobromina, principio attivo della nuova medicina e molecola presente nel cioccolato, avrebbe un effetto calmante dell'infiammazione che causa la tosse.
Il prodotto, già in commercio in Corea del Sud, è frutto di una ricerca di qualche anno fa di studiosi dell'Imperial College di Londra, Peter Barnes e Maria ... (Continua)

02/11/2010 I rischi vanno valutati a lungo termine

Sottostimato il rischio cardiovascolare in Italia
Oltre l’85% della popolazione italiana tra i 35 e i 50 anni risulta essere a bassissimo rischio cardiovascolare per i prossimi 10 anni. Eppure semplicemente cambiando prospettiva e aumentando la valutazione dei rischi nel tempo la situazione si stravolge radicalmente.
Lo sostiene uno studio dell’Università Cattolica di Campobasso secondo il quale una grossa fetta della popolazione adulta rischia di essere tagliata fuori dalle strategie di prevenzione a causa di stime ancorate ad una ... (Continua)

26/10/2010 Possibili nuove terapie per le malattie respiratorie

Recettori per le sostanze amare nei polmoni
Se pensavate che i recettori per il gusto si trovassero solo sulla lingua e sul palato vi sbagliavate!
Sono stati individuati dei recettori per l'amaro anche nei polmoni. La scoperta ha sorpreso lo stesso gruppo di ricercatori che ne è l'artefice, ma dopo una fase iniziale di scetticismo il team dello pneumologo statunitense Stephen Liggett ha effettivamente dimostrato il funzionamento di tali recettori a livello della muscolatura liscia dei bronchi.
Lo studio è stato condotto ... (Continua)

15/10/2010 Il frutto è ricco di una sostanza che riduce la pressione sanguigna

Una fetta di cocomero per abbassare la pressione
Il problema sarà seguire i consigli dei ricercatori durante l'inverno. Stando ai risultati di uno studio americano, infatti, il cocomero avrebbe la capacità di ridurre la pressione sanguigna e di proteggere quindi chi lo consuma dalla preipertensione, una condizione potenzialmente pericolosa per la possibile insorgenza di malattie cardiache.
Gli scienziati della Florida State University hanno pubblicato gli esiti del loro studio sull'American Journal of Hypertension, sostenendo che la ... (Continua)

21/09/2010 10:20:56 Ricercatori “fotografano” la sede in cui si forma il meccanismo psicologico

Ecco dove nasce il senso di colpa
Anche la colpa ha una sua origine fisica. Un team di ricercatori italiani dell'IRCSS Fondazione Santa Lucia di Roma ha scoperto l'area del cervello in cui nasce il senso di colpa, che si mostra peraltro diviso in due tipi, “deontologico” e “altruistico”.
La prima categoria è connessa con il concetto di moralità e non causa conseguenze negative nei confronti degli altri, al contrario del secondo tipo di senso di colpa, per via del quale gli altri subiscono un danno che non è però associabile ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale