Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 597

Risultati da 131 a 140 DI 597

07/07/2014 L'influenza di sifilide e altre infezioni

Le infezioni sessuali aumentano la probabilità di Hiv
Un soggetto affetto da malattia sessualmente trasmessa ha maggiore probabilità di contrarre un’infezione HIV. È questo il dato più importante emerso da uno studio longitudinale durato 25 anni e condotto a Roma presso l’Istituto San Gallicano.
La sifilide In particolare si è dimostrata capace di aumentare il rischio di infezione da HIV fino a oltre sette volte. Un aumento del rischio è stato dimostrato, in misura minore (circa 2 volte), anche per la gonorrea.
Alla luce di questi ... (Continua)

01/07/2014 14:15:00 Riduzione delle ore di riposo correlata anche con le malattie croniche

Rischio di obesità per i bambini che dormono poco
“I bambini non dovrebbero mai andare a dormire; si svegliano più vecchi di un giorno e senza che uno se ne accorga sono cresciuti”.
Per i sognatori e per gli amanti della poesia, James Matthew Barrie non aveva tutti i torti. Le teorie dello scrittore scozzese, noto per aver creato il personaggio di Peter Pan, probabilmente si sarebbero invece scontrate con quelle dei pediatri.
“Il sonno – spiega la Dottoressa Elvira Verduci, componente del Consiglio Direttivo della Società Italiana di ... (Continua)

30/06/2014 15:57:11 Ricerca britannica mette in guardia dall'uso di Dnp

Dimagrire ad ogni costo, ora anche gli insetticidi
Il desiderio di dimagrire e scolpire il proprio corpo è talmente grande in certi casi da mettere in pericolo la salute stessa. I ricercatori del National Poisons Information Service (Npis), il centro antiveleni britannico, hanno pubblicato sulla rivista Emergency Medicine un alert che ha come oggetto il Dnp, ovvero il 2,4-dinitrofenolo, un potente agente bruciagrassi.
Negli ultimi tre anni, secondo i dati emersi, il suo uso è decisamente aumentato fra i body-builder e fra chi in genere ... (Continua)

27/06/2014 11:56:00 Impegnarsi in attività intellettive riduce il rischio di Alzheimer

Un cervello attivo per allontanare la demenza
Ormai è assodato, per ridurre al minimo il rischio di insorgenza dell'Alzheimer e della demenza senile è necessario mantenersi attivi a livello cerebrale. Leggere libri, utilizzare il computer, partecipare ad attività sociali sono tutti strumenti in nostro possesso per rendere improbabile l'eventualità della malattia.
Ad affermarlo è anche uno studio della Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota, diretto dal dott. Prashanthi Vemuri e pubblicato su Jama Neurology.
«Si stima che negli Stati ... (Continua)

17/06/2014 10:26:00 Possibilità remota da tenere comunque in considerazione
La sindrome da impianto di cemento osseo
In alcuni casi di emiartroplastica dell'anca per la rottura del collo del femore si verifica una condizione definita Sindrome da impianto di cemento osseo (Bcis – Bone Cement Implantation Syndrome), evenienza rara che si manifesta in 1 caso su 2900 interventi ma che può essere altamente rischiosa.
Una ricerca pubblicata sul British Medical Journal da un team di scienziati diretti dal dott. Paul Rutter ha evidenziato il rischio di decesso o di danno grave dovuto alla sindrome in pazienti che ... (Continua)
05/06/2014 11:34:00 Approvato siltuximab, nuovo anticorpo anti-interleuchina-6

Nuovo farmaco per la malattia di Castleman
La forma multicentrica della malattia di Castleman (MCD) può essere ora combattuta con maggior efficacia grazie a siltuximab.
Il nuovo anticorpo monoclonale diretto contro l'interleuchina-6 (IL-6) è stato approvato dall'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, e dalla Fda americana. Le due approvazioni rappresentano un passo in avanti importante nel trattamento di questa forma della patologia non associata all'infezione da Hiv o da Herpes virus 8.
Il nuovo farmaco – commercializzato con il ... (Continua)

27/05/2014 14:43:56 Nei prossimi anni possibili mutazioni lo renderanno più resistente

L'Aids cambia pelle
La corsa contro il tempo degli scienziati alla ricerca di un vaccino per l'Hiv potrebbe fare presto i conti con un'evoluzione ancora più preoccupante del virus. Nei prossimi vent'anni, infatti, è possibile che si sviluppi una nuova pandemia di Aids grazie alla creazione di nuovi ceppi più resistenti ai farmaci che finiranno per annullare i progressi fatti finora in mancanza di altre fondamentali scoperte.
A lanciare l'allarme è il direttore del Wellcome Trust, un'importante fondazione di ... (Continua)

12/05/2014 12:21:47 A disposizione dei ricercatori nuovi sistemi per la riscrittura dei geni

La chirurgia genomica
Il futuro della ricerca medica è in larga parte legato alle conoscenze sul genoma umano, che via via si accumulano. La sfida in atto riguarda però la possibilità di incidere direttamente sul Dna modificando i geni all'interno di una singola cellula.
È il caso ad esempio dell'anemia falciforme, una grave malattia debilitante e spesso dall'esito infausto provocata dall'alterazione di una sola dei tre miliardi di paia di basi del Dna del paziente. I ricercatori sanno bene dove si trova l'errore ... (Continua)

10/05/2014 I musicisti di professione rischiano più degli altri di perderlo

Udito a rischio per chi suona
La musica è questione di orecchio, si sa. Tuttavia, a lungo andare può creare danni proprio all'apparato uditivo di chi suona per professione. Lo afferma uno studio pubblicato su Occupational & Environmental Medicine da un team di ricercatori del
Leibniz Institute for Prevention Research and Epidemiology di Brema.
Secondo il resoconto reso noto, i musicisti di professione avrebbero una probabilità quattro volte maggiore di perdere l'udito rispetto alla popolazione generale, oltre a un 57 ... (Continua)

15/04/2014 11:06:00 Si punta a creare mutazioni genetiche favorevoli nelle cellule T

La terapia genica per l'Hiv
Un team di ricercatori americani propone l'utilizzo della terapia genica per ostacolare la diffusione del virud Hiv. Secondo gli scienziati dell'Università della Pennsylvania guidati dal dott. Bruce Levine, si possono creare mutazioni genetiche favorevoli nelle cellule T in grado di curare pazienti affetti dall'infezione.
Lo studio, apparso sul New England Journal of Medicine, descrive la possibilità di modificare il genoma allo scopo di ricreare le condizioni esistenti in quella piccola ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale