Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 597

Risultati da 281 a 290 DI 597

27/01/2012 09:16:37 Benefico effetto sulla pressione da tre tazze di tè

Il tè nero contro l'ipertensione
Tre tazze di tè nero e la pressione si abbassa. Lo assicura uno studio realizzato dalla School of Medicine and Pharmacology della University of Western Australia di Perth, che ha dimostrato come un consumo costante nel tempo influisca in maniera positiva sui livelli pressori.
La ricerca, pubblicata su Archives of Internal Medicine, ha analizzato 95 persone che all'inizio della sperimentazione mostravano una pressione arteriosa massima fra i 115 e i 150 mmHg. Il campione è stato suddiviso in ... (Continua)

25/01/2012 I risultati del consorzio europeo “GISHEAL” coordinato dal San Raffaele

Scoperti nuovi marcatori di resistenza naturale all’Aids
Nuovi marcatori genetici associati al controllo spontaneo della progressione di malattia in persone con infezione da virus HIV. È questa la ricerca coordinata da Guido Poli, professore di Patologia Generale e Immunologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele e responsabile dell’Unità di immunopatogenesi dell'AIDS presso l’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele, pubblicata sulla prestigiosa rivista Journal of Infectious Diseases.
Lo studio è stato condotto da un consorzio ... (Continua)

20/01/2012 15:42:49 Nasce la prima task-force per individuare i virus causa di tumori solidi

Gli agenti infettivi e i tumori
È al via una ricerca multicentrica che coinvolge l’Università di Padova, Istituto Pascale di Napoli, IRCCS Burlo e ICGEB di Trieste, Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia, Università di Ferrara, Istituto Nazionale Tumori e Multimedica Castellanza di Milano, Ospedale di Ancona, Azienda Ospedaliera di Pordenone e, appunto, IRCCS Aviano.
«Il 15% dei tumori - spiega Umberto Tirelli, responsabile dell'Oncologia Medica del CRO e coordinatore del Gruppo insieme a Paolo Pedrazzoli, del ... (Continua)

17/01/2012 12:33:20 Non sempre la prostata può esserne la causa

I problemi urinari negli uomini
È importante riconoscere la causa di disturbi urinari fastidiosi negli uomini che spesso, forse troppo, sono ricondotti a disfunzioni della prostata, specialmente dopo una certa età.
In realtà oltre a questa possibilità ne esistono altre che pochi prendono in considerazione almeno nelle prime fasi dell’indagine diagnostica. Ci sono molti altri fattori che possono indurre una serie di disturbi urinari, primo fra tutti i farmaci. Spesso le persone assumono farmaci senza sapere che possono ... (Continua)

17/01/2012 La scoperta apre la strada a possibili nuove terapie
Nei geni la resistenza all'Hiv
In alcuni soggetti determinate varianti genetiche attribuiscono una resistenza maggiore nei confronti del virus Hiv. La scoperta è italiana, in particolare dell'Università di Milano, che ha pubblicato i risultati sul Journal of Immunology.
I ricercatori milanesi, guidati dall'immunologa Mara Biasin e da Manuela Sironi dell'Istituto Scientifico IRCCS E. Medea, hanno indagato i motivi per i quali una fascia di soggetti risultasse sostanzialmente immune seppure esposta al virus, al di là di ... (Continua)
16/01/2012 I cibi ricchi di magnesio abbattono il rischio di ictus
Ictus, il magnesio aiuta a prevenirlo
Possiamo mettere in atto strategie preventive anche per l'ictus. A sostenerlo è uno studio svedese del Karolinska Institutet di Stoccolma che ha analizzato il comportamento alimentare di circa 250 mila persone alla ricerca dei cibi più indicati per abbattere il rischio di ictus.
Sarebbe il magnesio la vera arma in più per tentare di ridurre al minimo le possibilità di una crisi, e in particolare il suo assorbimento tramite l'alimentazione. I cibi più ricchi di questo minerale sono le ... (Continua)
11/01/2012 Pradaxa aumenta le possibilità di infarto

Un anticoagulante mette a rischio il cuore
Il farmaco anticoagulante Pradaxa è associato a un rischio più elevato di infarto. Lo affermano i ricercatori della Cleveland Clinic, in Ohio, che hanno analizzato sette studi sull'utilizzo del farmaco che coprono un campione complessivo di 30 mila pazienti.
La ricerca, pubblicata su Archives of Internal Medicine, evidenzia la possibilità che il farmaco sia legato a un rischio maggiore di infarto o di sindrome coronarica acuta rispetto ad altri medicinali della stessa categoria come il ... (Continua)

09/01/2012 La depressione grave in casi estremi migliorerebbe con una stimolazione profonda

Dagli elettroshock all’impianto di un pacemaker stimolatore
Per l’Istituto Superiore di Sanità la depressione colpisce il 10% della popolazione italiana, mentre nel mondo l’OMS ci dice che sono 121 milioni le persone affette da questo disturbo. In termini di anni vissuti da ammalato (Years Lived with Disability o YLD) è la malattia numero uno al mondo e nella classifica delle malattie che più accorciano la vita viene al 4° posto. Il suo peso, però, è destinato ad aumentare: per il 2020 si stima che salirà al 2° posto considerando tutta la popolazione ... (Continua)

05/01/2012 Il trattamento migliora soltanto i sintomi

Herpes, la terapia non ferma il virus
La diffusione dell'herpes simplex sta assumendo i contorni di una vera e propria epidemia. Colpisce il 20 per cento della popolazione europea e americana, esponendo questa larga fascia di cittadini anche a una maggiore sensibilità al virus Hiv.
Eppure negli ultimi decenni i farmaci utilizzati hanno mostrato tutta la loro efficacia nel migliorare la sintomatologia e la condizione generale dei pazienti. Tuttavia, secondo una ricerca dell'Università di Washington, la terapia non è in grado di ... (Continua)

04/01/2012 Molte ragazze fraintendono il reale obiettivo della profilassi

Vaccino per l'Hpv, i rischi di un'efficacia sovrastimata
Una discreta percentuale di ragazze crede che il vaccino contro l'Hpv rappresenti uno scudo per le malattie sessualmente trasmissibili. È l'allarme lanciato dai medici del Cincinnati Children's Hospital Medical Center, che hanno interpellato sull'argomento più di 300 ragazze fra i 13 e i 21 anni.
Stando ai risultati pubblicati su Archives of Pediatric & Adolescent Medicine, se la maggior parte delle adolescenti si è dichiarata consapevole della necessità di continuare a fare sesso sicuro ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale