Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 39

Risultati da 1 a 10 DI 39

21/06/2016 11:43:00 Ricercatori svela nuove funzioni dell'area cerebrale

Il lato cognitivo della corteccia motoria
L’area cerebrale che si attiva quando compiamo un movimento si attiva anche quando eseguiamo compiti cognitivi, come ricordare una sequenza di numeri o parole, ascoltare una melodia, immaginare come possa apparire un oggetto da un altro punto di vista o addirittura provare empatia quando vediamo un'altra persona soffrire.
Lo dice un gruppo di ricerca dell’IRCCS Medea – La Nostra Famiglia di San Vito al Tagliamento, che ha esaminato i dati in letteratura su studi di neuroimaging, cioè quei ... (Continua)

12/11/2015 15:38:58 Di ausilio quando sono sottoposti a esami fastidiosi o dolorosi

L'ipnosi aiuta i bambini a non sentire dolore
C’è chi la chiama immaginazione guidata e chi approccio ipnotico. Il risultato è uno solo: predisporre il personale sanitario con un atteggiamento così positivo da consentire ai bambini di sottoporsi a manovre dolorose o a esami fastidiosi quali sono appunto quelli di risonanza magnetica, che richiedono di rimanere fermi per lungo tempo dentro lo scanner.
All’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, come spiega Andrea Messeri, responsabile della Terapia del Dolore e Cure Palliative, “si tratta ... (Continua)

22/10/2015 10:13:56 Strumento diagnostico di ultima generazione al Bambino Gesù

L'Astro-Tac per i bambini
Un viaggio nello spazio, tra stelle e pianeti. È la nuova "Astro-Tac" del Bambino Gesù. Una vera e propria base spaziale, nella sede di Palidoro, per trasportare nel mondo della fantasia e dell'immaginazione i piccoli pazienti dell'Ospedale Pediatrico in procinto di sottoporsi all'esame diagnostico.
Acquistata con i proventi della campagna "Ospedale Senza Dolore", sostenuta con generosità da tanti donatori (privati, aziende, istituzioni), l'Astro-Tac è un macchinario diagnostico di ultima ... (Continua)

30/04/2015 09:54:00 Identificate le aree cerebrali coinvolte nella rievocazione

Fotografate le differenze tra sogno e fantasia
Uno studio italiano ha sviluppato un paradigma sperimentale innovativo per ottenere informazioni sulle aree cerebrali coinvolte nella rievocazione di sogni e fantasie.
A firmarlo è un team di ricercatori coordinato dal dottor Francesco Benedetti, Capo Unità Psichiatria e Psicobiologia Clinica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele e da Armando D’Agostino, del Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università degli Studi di Milano,
La ricerca, pubblicata sulla prestigiosa rivista ... (Continua)

27/01/2015 15:07:22 Per riuscire è necessario un impegno costante

Credere ai propri sogni
Gallese, a seguito della scoperta dei neuroni a specchio, descrive l’importanza dell’immaginazione come una sorta di simulazione mentale: “In quanto esseri umani, abbiamo la facoltà di immaginare mondi che possiamo avere o non avere visto prima, immaginare di fare cose che possiamo avere o non avere compiuto prima. Il potere della nostra immaginazione può dirsi pressoché infinito.
L’immaginazione visiva condivide con la reale percezione diverse caratteristiche. Ad esempio, il tempo impiegato ... (Continua)

09/01/2015 11:13:00 Possibili disturbi di origine psicologica alla base del fenomeno

Rischio di psicopatia per chi si fa troppi selfie
Scattarsi ogni tanto un selfie con un gruppo di amici è un conto, farlo in continuazione con se stessi come unico soggetto è un altro. Il fenomeno potrebbe essere correlato a un disturbo della sfera psicologica.
A dirlo è una ricerca dell'Università dell'Ohio pubblicata su Personality and Individuality Differences. Un campione di 800 uomini fra i 18 e i 40 anni ha risposto a due differenti questionari. Nel primo veniva indagato il rapporto con i selfie: il numero complessivo delle ... (Continua)

22/12/2014 15:23:00 Quando la malattia è solo immaginata

La sindrome di Münchhausen
A volte le malattie non esistono, ma vengono letteralmente “costruite” dall'immaginazione del presunto paziente, causando così una patologia stavolta reale, la sindrome di Münchhausen. Si tratta di un disturbo di ordine psichiatrico in base al quale le persone colpite simulano una malattia o un trauma specifico allo scopo di attirare su di sé le attenzioni e le simpatie degli altri.
Gli psichiatri parlano anche di disturbi fittizi per riferirsi alla patologia, una condizione difficile da ... (Continua)

19/12/2014 14:20:02 Come deve reagire un atleta

La paura di vincere
Può succedere che quando un atleta sperimenti un successo non preventivato, viva la preoccupazione di dover dimostrare di valere tale prestazione e quindi sperimenti ansia per la prossima prestazione dove tutti aspetteranno una sua conferma o meno.
È importante per l’atleta o la squadra una buona preparazione mentale volta alla gestione della vittoria ed allo sviluppo dell’autoefficacia personale che ti permette di tirare fuori le risorse personali quando devi affrontare una situazione ... (Continua)

27/10/2014 14:06:59 Possibilità pressoché infinite

Il potere della nostra immaginazione
V. Gallese, uno degli scopritori dei neuroni a specchio, descrive l’importanza dell’immaginazione come una sorta di simulazione mentale: “In quanto esseri umani, abbiamo la facoltà di immaginare mondi che possiamo avere o non avere visto prima, immaginare di fare cose che possiamo avere o non avere compiuto prima. Il potere della nostra immaginazione può dirsi pressoché infinito.
L’immaginazione visiva condivide con la reale percezione diverse caratteristiche. Ad esempio, il tempo impiegato ... (Continua)

14/10/2014 09:28:15 Utile anche nella gestione psicologica degli infortuni

L'incremento dell’autoefficacia
L’autoefficacia è la convinzione della propria capacità di fare una certa cosa, o in altre parole, di raggiungere un certo livello di prestazione. L’autoefficacia viene definita dallo psicologo Albert Bandura come “la fiducia che una persona ripone nella propria capacità di affrontare un compito specifico”.
Importanti dati di ricerca sottolineano come le persone con forti convinzioni di autoefficacia sono sicure di potersi esprimere al meglio delle proprie potenzialità, hanno aspirazioni ... (Continua)

  1|2|3|4

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale