Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 846

Risultati da 551 a 560 DI 846

01/06/2010 Le cellule sembrano in grado di riparare i danni cardiaci

Le staminali del sacco amniotico fanno bene al cuore
Un'altra categoria di cellule staminali, stavolta ricavate dalla membrana amniotica, si è rivelata in grado di riparare danni al cuore causati da infarti. Lo sostiene una ricerca giapponese pubblicata sulla rivista specializzata Circulation Research: Journal of the American Heart Association.
I ricercatori hanno utilizzato le cellule staminali provenienti dalla membrana amniotica, la parte interna del sacco che protegge il feto durante la gravidanza. L'autore dello studio, il dott. ... (Continua)

31/05/2010 Ultime novità sull'utilizzo di Infliximab e suoi effetti sul lungo periodo

Infliximab, farmaco sicuro a lungo termine?
Introdotto sul mercato farmaceutico nel 1998, l’Infliximab (principio attivo di Remicade) si è dimostrato un farmaco estremamente efficace nella cura di diverse patologie a carattere infiammatorio, dal morbo di Chron alla psoriasi.
Esso, infatti, viene comunemente impiegato nei casi in cui altri medicinali o trattamenti non abbiano dato una risposta adeguata in soggetti adulti affetti dalle seguenti patologie:
artrite reumatoide: una malattia del sistema immunitario che causa ... (Continua)

26/05/2010 Il Mycobacterium vaccae migliora l'intelligenza e riduce l'ansia

Il batterio alleato dell'intelligenza
Una bella passeggiata all'aria aperta può renderci migliori. Lo afferma una ricerca statunitense che si è dedicata allo studio di un micobatterio, verificandone l'influenza sull'organismo umano. Mycobacterium vaccae è il nome del batterio che si trova nei terreni di campagna e nella sporcizia in genere. Non a caso, la prima volta pare sia stato isolato negli escrementi delle mucche ed è inoltre imparentato con i germi che causano la tubercolosi.
I ricercatori del Sage College di Troy, ... (Continua)

25/05/2010 10:40:02 Ricerca israeliana evidenzia un legame fra le due patologie

Celiachia e psoriasi, un nesso
Psoriasi e celiachia potrebbero essere accomunate da aspetti in comune. È quanto riferisce uno studio condotto da alcuni ricercatori israeliani che hanno analizzato i dati di migliaia di pazienti, pubblicando i risultati sul British Journal of Dermatology.
In passato, si era ipotizzato il collegamento possibile fra la psoriasi e malattie su base immunitaria come appunto il morbo celiaco. Gli scienziati israeliani hanno esaminato i dati in possesso di Clalit, la principale organizzazione ... (Continua)

18/05/2010 Lo stop alle vaccinazioni contro il vaiolo avrebbe agevolato l'infezione da Hiv

Virus Hiv favorito dalla sconfitta del vaiolo
Una vittoria della scienza potrebbe aver costituito la base d'appoggio per la diffusione del virus Hiv. È quanto emerge da una ricerca in corso di pubblicazione sulla rivista BMC Immunology. La tesi proposta da un gruppo di ricercatori riguarda la possibilità che l'interruzione della vaccinazione per il vaiolo abbia di fatto aiutato il virus Hiv a diffondersi con maggior rapidità.
Il vaiolo si studia ormai solo sui libri, in quanto l'ultimo caso conosciuto al mondo risale al 1977, in ... (Continua)

17/05/2010 

Cinque erbe per la salute dei denti
Salvia, ratania, camomilla, mirra ed echinacea: sono le cinque erbe per la salute di denti e gengive, ognuna delle quali ha una funzione specifica ed effetti diversi sui nostri denti. "Effettuare il giusto mix di queste erbe agevola una corretta igiene orale" afferma il Dott. Monda.
SALVIA OFFICINALIS (con effetto antinfiammatorio) - Il termine latino proprio non lascia dubbi sulle virtù terapeutiche di questa pianta: l'aggettivo salvus significa infatti "salvo, sano". "La ... (Continua)

12/05/2010 La sostanza può contribuire all'insorgenza della malattia

Sclerodermia, pericolo acetato di vinile
Prende anche il nome di sclerosi sistemica ed è una malattia cronica e progressiva di tipo autoimmune. La sclerodermia, che causa l'ispessimento dell'epidermide e può colpire nei casi più gravi anche gli organi interni, è causata da molti fattori endogeni ed esogeni.
Un team di ricercatori italiani dell'Università Cattolica del Sacro Cuore coordinati dal dott. Magnavita e dal prof. Bergamaschi ha osservato lo sviluppo della patologia in un piccolo gruppo di operaie grafiche esposte a colle ... (Continua)

10/05/2010 Ricercatori del Cnr tentano la via delle varianti genetiche

Scoperto nuovo gene coinvolto nella sclerosi multipla
Passo in avanti fondamentale nella conoscenza della sclerosi multipla. La malattia è causata dal processo auto-distruttivo con cui il nostro apparato immunitario aggredisce la mielina, la guaina con funzioni isolanti fondamentale per la conduzione dell’impulso nervoso e per il funzionamento delle cellule del sistema nervoso centrale.
Grazie a un consorzio di ricerca sardo che ruota attorno all’Istituto di neurogenetica e neurofarmacologia (Inn) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, è ... (Continua)

30/03/2010 10:33:01 L'estratto del frutto riduce le infiammazioni polmonari

Il ribes nero contro l'asma
Non solo per le infiammazioni e le allergie, ma anche nei confronti dell'asma il ribes nero potrebbe rivelarsi utile. A sostenerlo una ricerca pubblicata sulla rivista Molecular Nutrition and Food Research, nel corso della quale un gruppo di scienziati neozelandesi guidati dal dott. Roger Hurst ha scoperto che l'epigallocatechina, antiossidante che fa parte delle proantocianidine, contenuto nel ribes nero riduce le infiammazioni nei polmoni.
Lo studio ha scelto come parametro per la ... (Continua)

28/03/2010 Il parassita della malattia non sopravvive agli inibitori della chinasi

Farmaci chemioterapici eliminano la malaria
Alcuni ricercatori finanziati dall'UE hanno scoperto che una classe di farmaci chemioterapici originariamente creata per inibire determinate vie di segnalazione nelle cellule cancerose è in grado di uccidere il parassita che provoca la malaria.
Gli esperti ritengono che la scoperta potrebbe aprire la strada a una nuova strategia per combattere questa patologia mortale, che ogni anno colpisce 250 milioni di persone e ne uccide da 1 a 3 milioni in tutto il mondo. Ogni tentativo di trovare ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale