Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 571 a 574 DI 574

21/03/2001 
Carvedilolo per prevenire l'infarto
Questa sostanza, il beta-bloccante carvedilolo è un farmaco ottimale se preso nel corso di una terapia standard nei pazienti reduci da infarto con hanno disfunzioni al ventricolo sinistro. Il farmaco ha la capacità di ridurre del 23% la mortalità e del 41% il rischio di nuovi attacchi cardiaci. A sostenerlo sono un gruppo di ricercatori dell'Università di Glasgow che hanno presentato la ricerca nell'ambito del 50esimo congresso dell'American College of Cardiology di Orlando, in Florida. Lo ... (Continua)
20/03/2001 
Meno rischi al cuore con terapia a base di clopidogrel
La somministrazione precoce e prolungata nel tempo dell'antipiastrinico clopidogrel riduce del 20% il rischio di infarto, ictus e morte cardiovascolare nei pazienti con sindrome coronarica (angina instabile e infarto 'non-Q' o 'lieve'). Lo dimostra uno studio coordinato dal professor Salim Yusuf, dell'Università McMaster di Hamilton (Canada), condotto su 12.562 pazienti di 28 paesi del mondo, e presentato oggi a Orlando nell'ambito del 50esimo congresso dell'American College of Cardiology. ''Lo ... (Continua)
15/03/2001 
Pericolo radioterapia per la funzione endotelio vascolare
La radioterapia esterna somministrata per il trattamento delle neoplasie, provoca un'alterazione della capacità vasodilatativa dell'endotelio vascolare della zona irradiata, secondo quanto dimostrato da ricercatori americani. In particolare, spiegano gli autori, questa alterazione può aumentare il rischio di malattie arteriosa occlusive (infarto, ictus o aterosclerosi). Gli specialisti hanno studiato 16 donne, per 3 anni, dopo la somministrazione di una radioterapia per carcinoma mammario, e 10 ... (Continua)
15/02/2001 
Una proteina per ridurre i rischi di infarto
Per i rischi di infarto è stata identificata una proteina con la quale è possibile attenuare lo scompenso cardiaco diastolico, causa prima dell’arresto cardiaco. In questa circostanza il cuore, fa fatica a rilasciarsi (diastole) dopo aver pompato sangue in circolo, e per questo non riesce a riempirsi adeguatamente per intraprendere la spinta successiva (sistole). Attualmente non sono state ancora individuate delle terapie in grado di correggere questo deficit circolatorio. I dati emersi da una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale