Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 574

Risultati da 121 a 130 DI 574

17/10/2014 Migliora sensibilmente l'aderenza alla terapia

Una polipillola per la prevenzione cardiovascolare
Una polipillola che contiene più farmaci per la prevenzione cardiovascolare, è stata testata nello studio FOCUS (Fixed Dose Combination Drug for Secondary Prevention), a cui ha partecipato l’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri.
Nonostante i continui progressi terapeutici, le malattie cardiovascolari a livello mondiale sono in continua crescita e questo è in parte dovuto alla scarsa aderenza alle terapie raccomandate per la prevenzione (nell’arco di due anni da un infarto ... (Continua)

16/10/2014 17:07:24 Livelli elevati costituiscono uno dei fattori di rischio principali

L'acido urico è un rischio per il cuore
Non è sufficiente tenere sotto controllo colesterolo, glicemia e pressione. Per salvaguardare la salute del nostro cuore bisogna porre attenzione anche ai livelli di acido urico nel sangue. Nel 40 per cento dei casi, infatti, l'infarto è correlato proprio con questo fattore di rischio.
A lanciare l'allarme è Claudio Borghi, docente di Medicina Interna presso l'Università di Bologna e coordinatore del documento di consenso sulla revisione dei livelli di acido urico come fattore di rischio ... (Continua)

14/10/2014 10:15:00 L'importanza dell'alimentazione per prevenire le patologie vascolari

Tre segreti per spegnere l’infiammazione vascolare
L'alimentazione ha un ruolo centrale nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. A confermarlo sono stati gli angiologi provenienti da tutto il mondo e riunitisi a Palermo per il Multinational Chapter dell’International Union of Angiology.
Le giuste scelte alimentari sono fondamentali per tenere sotto controllo nell’età adulta uno dei moventi ubiquitari e subdoli delle malattie degenerative come l’aterosclerosi: l’infiammazione di basso grado o subclinica.
Imparare a nutrirsi in ... (Continua)

14/10/2014 09:45:00 Problemi cardiovascolari e rischio di intossicazione

Anche i succhi di frutta fanno male
Non c'è da stare tranquilli neanche con i succhi di frutta, a quanto pare. Secondo una ricerca condotta dalla Swinburne University of Technology, in Australia, il consumo di succhi di frutta è associato a un aumento significativo della pressione arteriosa centrale e del rischio di infarto e di deterioramento cognitivo.
Ovviamente non è la frutta ad essere responsabile di questi possibili effetti, ma lo zucchero aggiunto dalle industrie per rendere i loro prodotti più appetibili.
La ... (Continua)

09/10/2014 11:20:00 Aumentata l'incidenza fra i più giovani

La cocaina e il rischio di infarto
Una buona e una cattiva notizia. Se da un lato è diminuita la mortalità per infarto, dall'altro è aumentata la frequenza nei giovani. La causa? L'uso sempre più frequente, soprattutto tra le fasce più giovani, di sostanze come la cocaina.
A lanciare l'allarme è la Società Italiana di Prevenzione Cardiovascolare. "La mortalità da infarto oggi è in riduzione: siamo arrivati al di sotto del 5% e questo è già un grosso passo in avanti. A preoccupare, però, è l'aumento di incidenza dell'infarto ... (Continua)

01/10/2014 15:20:00 Lista incentrata sui dispositivi impiantabili

Le pratiche da evitare nei disturbi del ritmo cardiaco
Anche la Hearth Rhythm Society partecipa al progetto Choosing Wisely elaborando una lista di cinque pratiche da evitare nell'ambito dei disturbi del ritmo cardiaco e dei dispositivi impiantabili.

1) Non vanno impiantati pacemaker per una bradicardia sinusale asintomatica senza altre indicazioni per la stimolazione. Non ci sono evidenze che sorreggano la pratica, mentre sono noti i rischi e i costi.
2) Evitare l'impianto di ... (Continua)

30/09/2014 12:17:21 Patologia determinata dal restringimento delle arterie della corteccia cerebrale
La sindrome Moyamoya
Moyamoya è il nome dato a una condizione nella quale le arterie della corteccia cerebrale si ostruiscono. Bloccata dalla restrizione dei vasi e dalla presenza di coaguli, il sangue si accumula in vasi piccoli e fragili che vanno spesso incontro a emorragia, trombosi e aneurisma. Ai raggi X questi vasi danno l'impressione di una “nuvola di fumo”, il cui corrispettivo giapponese è appunto “moyamoya”.
Si tratta di una malattia ereditaria associata alla porzione q25.3 sul cromosoma 17. Le ... (Continua)
30/09/2014 10:40:00 Un bambino inglese invecchia 5 volte più rapidamente

Progeria, la malattia che fa invecchiare i bambini
Ha 15 anni, ma è come se ne avesse 50. Harry Crowther è un bambino inglese affetto da una variante di progeria, malattia rara che colpisce in media un bambino su otto milioni. La progeria conduce a un invecchiamento precoce dell’organismo lasciando intatto soltanto il cervello, che rimane l’unico strumento per verificare l’età reale del soggetto.
Per colmo della sfortuna, Harry è portatore di una variante della patologia ancora più rara denominata Sindrome progeroide atipica, tanto che, allo ... (Continua)

29/09/2014 15:45:00 Una sostanza stimola la riparazione del cuore dopo un infarto

Dall'orzo un aiuto per il cuore
L'orzo fa bene a chi è sopravvissuto a un infarto. Una sostanza contenuta al suo interno, il beta-glucano idrosolubile, ha la capacità di stimolare la formazione di nuovi vasi sanguigni, caratteristica fondamentale in caso di forte stress ossidativo, come accade nelle persone infartuate.
A evidenziare la proprietà ci ha pensato uno studio pubblicato sul Journal of Cellular and Molecular Medicine da un gruppo di ricerca della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa e presentato durante il recente ... (Continua)

23/09/2014 11:36:00 L'80 per cento degli uomini potrebbe salvarsi

Lo stile di vita può evitare 4 infarti su 5
Tutto, o quasi, dipende da noi. Questo il senso dell'ultima ricerca in tema di eventi coronarici e stile di vita adottato. Secondo lo studio pubblicato sul Journal of American College of Cardiology da un team di ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, infatti, ben l'80 per cento degli uomini che incorrono in eventi cardiovascolari gravi come l'infarto e l'ictus potrebbero salvarsi adottando uno stile di vita più regolare.
Gli scienziati svedesi hanno una riduzione significativa ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale